Resta sintonizzato

Sanità

Asl Napoli 1, indetto sciopero di 24 ore degli operatori sanitari

Pubblicato

il

Le organizzazioni sindacali Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl proclameranno 24 ore di sciopero, dalle 8 del 17 giugno alle 8 del 18 giugnoin tutti i servizi ospedalieri e territoriali della Asl Napoli 1 esternalizzati in appalto alla cooperazione sociale.

È questa la decisione presa al termine della procedura di raffreddamento terminata ieri pomeriggio con esito negativo presso la Prefettura di Napoli e sulla quale grava l’assenza dal tavolo proprio della Asl. Del resto, la direzione dell’azienda sanitaria aveva rifiutato il confronto con lavoratori e sindacati riuniti in assemblea davanti agli uffici di Strada del Principe.

Sicché, la cittadinanza napoletana si vedrà per un giorno priva di servizi offerti da operatori socio sanitari, infermieri, fisioterapisti, assistenti sociali e piscologi 

Continua a leggere
Pubblicità

Sanità

Lunedì 17 giugno, sciopero degli operatori del Terzo Settore dell’Asl Napoli 1

Pubblicato

il

Lunedì 17 giugno, a partire dalle 8 di mattina, si fermano per 24 ore i lavoratori delle cooperative sociali dipendenti delle aziende del Terzo Settore a cui sono stati affidati gli appalti nelle strutture sanitarie territoriali della Asl Na 1.

Lo sciopero è stato proclamato da Fp Cgil, Cisl Fp e Uil Fpl dopo la presa d’atto del fallimento della procedura di raffreddamento svoltasi presso la prefettura di Napoli.
I cittadini partenopei saranno privati, per ventiquattro ore, dei servizi offerti da operatori socio sanitari, infermieri, fisioterapisti, assistenti sociali e psicologi. I servizi “essenziali” ovviamente saranno regolarmente garantiti.

Nella stessa giornata di lunedì dalle 10 alle 13 si terrà un presidio con 200 lavoratori presso la sede del Consiglio regionale della Campania all’isola F13 del Centro direzionale. Saranno presenti alla manifestazione i responsabili del Terzo Settore delle 3 federazioni, Marco D’Acunto di Fp Cgil, Vincenzo Migliore di Cisl Fp e Vincenzo Torino di Uil Fpl.

Continua a leggere

Attualità

Febbre Oropouche, primo caso europeo registrato in Veneto

Pubblicato

il

In Veneto, è stato diagnosticato il primo caso europeo di Febbre Oropouche.
Un virus trasmesso tramite punture di insetti (zanzare e moscerini in particolare) che si manifesta con sintomi abbastanza evidenti: a contrarlo è stata una donna tornata di recente da un viaggio nella regione tropicale caraibica.
Il caso è stato segnalato alle autorità sanitarie e all’ASL di competenza della Regione Veneto.

Oropouche fa parte delle malattie arbovirosi, ovvero quelle trasmesse agli esseri umani tramite alcune specie di antropodi che si nutrono di sangue. Si manifesta con febbre particolarmente altamal di testa, malessere generale, dolori muscolari, nausea, vomito e fotofobia. I primi sintomi tendono a manifestarsi dai 3 agli 8 giorni successivi alla puntura dell’insetto.

Continua a leggere

Napoli

Partono i lavori all’ospedale ‘Cardarelli’: “Venite solo se strettamente necessario”

Pubblicato

il

Al via i lavori di riammodernamento del Pronto Soccorso dell’azienda ospedaliera Antonio Cardarelli, in Napoli, per la terza ed ultima volta.
In precedenza, sono già state realizzate ristrutturazioni per la zona di accoglienza e prima valutazione (triage e pre-triage), oltre che per le aree di attesa dei pazienti e per il nuovo spazio destinato agli accompagnatori.

Il blocco di lavori prevede il rifacimento delle aree di trattamento dei pazienti con codici verde, giallo e arancione, e l’ambulatorio di ortopedia interno all’area di emergenza.
I locali ristrutturati saranno allestiti in modo da prevedere vicino alla postazione di ciascun paziente un computer che permetta al medico di inserire direttamente le informazioni nella cartella clinica informatizzata. Si procederà, in seguito, a riammodernare anche la zona del codice rosso.

Il cantiere posto presso il Pronto Soccorso non intralcia le attività sanitarie: gli spazi interni al reparto sono stati rimodulati così da assicurare la continuità assistenziale.
Limitata, però, la capacità di accoglienza della struttura vista la riduzione delle sale d’attesa.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy