Resta sintonizzato

Napoli

Il sindaco Manfredi ha deposto una corona d’alloro dinanzi alla lapide che ricorda Giacomo Matteotti

Pubblicato

il

A cento anni esatti dall’omicidio di Giacomo Matteotti, il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi ha deposto una corona d’alloro dinanzi alla lapide che ricorda l’impegno del politico antifascista Giacomo Matteotti che, con i suoi interventi alla Camera dei Deputati, denunciò i soprusi del nascente regime dittatoriale. 
La lapide in marmo, collocata nel 1945 in via Pessina, nel quartiere San Lorenzo, è stata di recente oggetto di un intervento di restauro curato dalla Napoli Servizi, con l’autorizzazione della Soprintendenza Belle Arti e Paesaggio, su impulso dell’Ufficio Cultura e in collaborazione con il Servizio Patrimonio.  

Oggi commemoriamo Giacomo Matteotti – ha affermato il sindaco Manfredi – e lo facciamo anche con il restauro della lapide a lui dedicata in via Pessina. Questo deve essere un momento di riflessione per riaffermare le radici antifasciste della nostra Repubblica e della nostra città, oltre che un’occasione per ricordare il sacrificio di Matteotti che ha testimoniato con il suo impegno civile e politico la difesa dei valori democratici del nostro Paese. In questo momento in cui anche forze antisistema e forze neonaziste si affermano in Europa, è più che mai necessario ricordare quanto il valore della democrazia sia importante e vada difeso ogni giorno nell’esercizio delle funzioni politiche civili”.


dal sito istituzionale del Comune di Napoli.

Continua a leggere
Pubblicità

Cronaca

Napoli, sversati rifiuti all’esterno dell’istituto Paolo Borsellino

Pubblicato

il

Sversati materiale di risulta e amianto all’esterno di una scuola a Napoli. Francesco Emilio Borrelli: “Chi mette in pericolo l’ambiente e la popolazione è un criminale. Pene più severe e maggiori controlli sugli sversamenti e i lavori di ristrutturazione.”

L’ennesimo sversamento illecito di rifiuti è avvenuto a Napoli. Stavolta sono stati sversati in strada materiali di risulta da lavori edilizi all’esterno dell’istituto Paolo Borsellino collocato tra via Enrico Cosenza e via Gianbattista Manso.

Lo scarico è stato effettuato in via Manso e, come denuncia una cittadina che si è rivolta al deputato dell’Alleanza Verdi-Sinistra Francesco Emilio Borrelli, tra i rifiuti sversati, oltre a sacchi di cemento, ci sarebbe anche dell’amianto.

“Abbiamo chiesto immediate verifiche ed interventi di bonifica e alla Polizia Ambientale di individuare i responsabili dello scarico che dovranno essere denunciati” -dichiara Borrelli- “Chi inquina le strade e mette in pericolo la salute dell’ambiente e la sicurezza della popolazione esponendola a materiali pericolosi è un criminale e come tale andrebbe trattato. Bisogna rivedere le norme e prevedere sanzioni e pene molto più severe oltre ad intensificare i controlli sui lavori di ristrutturazione.”

Continua a leggere

Attualità

Napoli, partirà il restauro dell’arco monumentale di Port’Alba: stanziati 200mila euro

Pubblicato

il

Si accende la luce sulla porta seicentesca di Port’Alba.
Si farà quindi il restauro dell’arco monumentale all’incrocio tra piazza Dante e la via dei libri: trovate le risorse da investire ad hoc.

Il Comune di Napoli, negli ultimi giorni, ha infatti stanziato 200mila euro per il rifacimento della porta. Ma il nodo cruciale resta quello dell’arco che, da circa 10 anni, per un contenzioso tra Comune e privati sulle responsabilità della manutenzione, è tenuto a freno da reti di contenimento installate dopo cadute reiterate di calcinacci. La svolta – decisiva – è arrivata: uno stanziamento corposo, con i lavori che partiranno “presto – assicurano dal Comune – sicuramente entro l’autunno”.

Continua a leggere

Napoli

La nuova Stazione Marittima del molo Beverello è ancora chiusa, dopo la visita del 27 maggio di Salvini

Pubblicato

il

La nuova Stazione Marittima del molo Beverello di Napoli per l’imbarco degli aliscafi verso Ischia, Capri e Procida non è stata ancora aperta ai turisti. Eppure il 27 maggio scorso, vi fu la visita del ministro delle infrastrutture Matteo Salvini per l’inaugurazione. Mancavano solo le fanfare.

L’edificio è pronto da due settimane ma per ora è ancora in attesa che vengano attivati gli impianti elettrici e di fognature, e che venga messo in atto l’appalto di gestione che l’Autorità Portuale di Napoli ha affidato al consorzio delle aziende di aliscafi.

Il consorzio gestore si chiama Beverello srl e le quote sono suddivise in parità tra le quattro società: Caremar, Snav, NLG e Alilauro.
“I lavori – spiega all’Ansa il presidente dell’Autorità Portuale Andrea Annunziatasono terminati da 15 giorni e intanto è andata avanti la gara per la gestione del nuovo edificio che da 10 giorni è stata aggiudicata al gruppo degli armatori. Ora è in corso l’attività di controllo dei documenti. Noi contiamo di consegnare il manufatto entro una settimana ed entro fine giugno capire se gli operatori riescono ad aprire le biglietterie, oppure se la struttura all’inizio servirà solo per consentire l’attesa dei turisti, seduti e con aria condizionata”.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy