Resta sintonizzato

Caivano

CAIVANO – Nuovi investimenti dalla Regione Campania per il rilancio e il rafforzamento del tessuto produttivo

Pubblicato

il

E’ di imminente pubblicazione l’Avviso finalizzato al rilancio e al rafforzamento del tessuto produttivo locale e all’attrazione di nuovi investimenti nel territorio del Comune di Caivano, ai sensi dei commi 299 -301 di bilancio 2024 (Legge 30 dicembre 2023, n. 213).

Le iniziative imprenditoriali, di importo non inferiore a 1 milione di euro, dovranno prevedere la realizzazione di:

a. programmi di investimento produttivo e/o programmi di investimento per la tutela ambientale, eventualmente completati da progetti per l’innovazione dell’organizzazione e/o innovazione di processo, progetti di ricerca e/o di sviluppo sperimentale e da progetti per la formazione del personale, in grado di sostenere l’economia locale e tracciare traiettorie di sviluppo sostenibile;

b. programmi occupazionali volti al mantenimento o all’incremento degli addetti dell’unità produttiva oggetto del programma di investimento.

Per i programmi di investimento presentati da reti d’impresa, la soglia del programma di ciascuna impresa partecipante alla rete non potrà essere inferiore a 400 mila euro.

I termini e le modalità per l’inoltro delle domande per l’accesso alle agevolazioni saranno specificati nell’avviso.

Sono disponibili agevolazioni per 15 milioni di euro.

Al fine di fornire un supporto adeguato alle imprese che intendono partecipare all’avviso, è stato programmato un incontro presso lo Stabilimento Unilever S.p.A. (Agglomerato ASI Caivano) il 25 giugno 2024, alle ore 15.00, al quale sarà presente l’Assessore alle Attività Produttive, Lavoro, Demanio e Patrimonio, Antonio Marchiello.

Nel corso dell’incontro, gli esperti di Invitalia forniranno tutti i dettagli per ottenere l’incentivo e ne illustreranno le caratteristiche. Al termine le aziende interessate potranno formulare domande per maggiori chiarimenti.


(fonte: regione.campania.it)

Continua a leggere
Pubblicità

Caivano

Caivano Legalitaria presenta il convegno sul garantismo: “Libertatis Praesidia”

Pubblicato

il

Caivano Legalitaria nato come progetto televisivo dall’idea della coppia verticistica della testata giornalistica Minformo, Giuseppe Libertino e Mario Abenante, trasmuta in progetto culturale.

Non muta però la sua mission, che è quella di promuovere le eccellenze della comunità caivanese attraverso un dibattito pubblico culturale diffuso tramite molteplici mezzi di comunicazione.

Il Format televisivo che diventa Associazione, l’Associazione che si fa promotrice di bellezza, cultura e visione politica in un territorio che per troppi anni ha subito l’assenza delle istituzioni e che, nell’ultimo periodo, a causa di eventi di cronaca nera che hanno messo in ginocchio la vita pubblica della città, ha dovuto patire anche uno sfruttamento della sua immagine per fini propagandistici e personalistici.

L’onta dello scioglimento per ingerenze criminali, legato alla ostentata e opportunistica promozione della legalità, ha dato vita in città ad un sentimento giustizialista e ghigliottinatore, anche e soprattutto verso chi non è stato sfiorato minimamente da indagini giudiziarie.

Caivano Legalitaria, nel nome della verità, della legalità e dello stato di diritto costituzionale, sente il bisogno di tracciare una linea di differenza tra tecnicismo giudiziario teso al garantismo penale e l’opportunità politica tesa alle scelte etiche e morali da dover effettuare all’interno della vita pubblica, specialmente quando si ricopre una carica elettiva istituzionale.

Per quanto illustrato finora l’associazione culturale Caivano Legalitaria, oltre al prodotto televisivo, ha ritenuto necessario organizzare sul territorio un convegno aperto al pubblico caivanese dal titolo Libertatis Praesidia – Il Garantismo come modello in Società e in Comunicazione.

L’evento si pone come obiettivo la diffusione del garantismo in quanto pensiero portante in materia di diritto penale, ma contestualmente vuole tracciare un solco etico e morale nel tessuto sociale, fuori dal quale non è più possibile reclutare membri della futura classe dirigente.

Il Convegno si svolgerà a Caivano, Lunedì 24 giugno presso il Teatro Burlesque in via Sant’Arcangelo, 24. Per info: whatsapp al numero +39 376 082 2487.

Continua a leggere

Caivano

“La Primavera di Caivano”, venerdì 21 giugno parte la “Festa della Musica”: inaugura la rapper BigMama

Pubblicato

il

Una sola parola: cultura. Grazie a “La Primavera di Caivano”, progetto che, da giugno a dicembre 2024, punta a coinvolgere i giovani e le famiglie in una serie di attività di inclusione e promozione del benessere collettivo, portando sul territorio eventi artistici gratuiti e incontri speciali con importanti artisti.

Promosso da Regione Campania – Assessorato alle Politiche Giovanili, in collaborazione con il Comune di Caivano e attuato da Scabec – Società Campana Beni Culturali, il progetto ha l’intento di sfruttare la forza della cultura per fornire una risposta concreta alle molteplici sfide che la comunità affronta nel quotidiano.

La terza area di intervento porta sul territorio “Festival dalla cultura musicale”, la manifestazione che offre agli studenti la possibilità di incontrare da vicino artisti di rilievo e che mette in calendario concerti gratuiti di alcuni dei protagonisti del panorama musicale nazionale, come BigMama e i The Kolors.

Venerdì 21 giugno alle 21 sarà proprio la rapper irpina BigMama ad inaugurare le attività di questo progetto. Nel giorno della Festa della Musica, a partire dalle 18:00 si alterneranno sul palco in Area Mercato a Caivano Vale Lp, Etta e Tony Rings prima del grande concerto gratuito di BigMama, tra i protagonisti indiscussi della 74esima edizione del Festival di Sanremo. Inoltre, nel corso della giornata, alcuni di questi artisti incontreranno gli studenti delle scuole di Caivano per un momento di confronto e di consapevolezza.

Le prenotazioni gratuite sono attive da lunedì 10 giugno alle ore 12:00.
Apertura dei cancelli alle ore 18:00 e inizio del concerto a partire dalle ore 19:00.

Continua a leggere

Caivano

CAIVANO. Connessione Politica-Camorra-Imprenditoria: la Procura Antimafia vuole spedire tutti a processo

Pubblicato

il

E’ scoppiata in autunno la clamorosa inchiesta che ha fatto luce sulla connessione politica-camorra in quel di Caivano che ha portato una raffica di arresti per amministratori comunali, malavita, tecnici ed imprenditori. La pubblica accusa, oggi, richiede il rinvio a giudizio per tutti i 25 indagati.
Il Tribunale di Napoli ha fissato per mercoledì 10 luglio l’udienza preliminare dove sarà il Gup (Giudice Udienza Preliminare) a decidere chi deve essere spedito a processo e chi no.

La Procura di Napoli, Direzione Distrettuale Antimafia, ha chiesto il giudizio per gli ex consiglieri comunali Giamante Alibrico e Gaetano Ponticelli, gli ex assessori Carmine Peluso, collaboratore di giustizia, e Arcangelo Della Rocca, l’ex segretario di Italia Viva Armando Falco, i tecnici Martino Pezzella e l’ex responsabile dell’Utc di Caivano Vincenzo Zampella. Fra i personaggi considerati affiliati ai clan è coinvolto il boss Antonio Angelino, alias Tibiuccio, il cugino Gaetano Angelino, Angelo Natale, Giovanni Cipolletti, Domenico Galdiero, Raffaele Lionelli e i pentiti Raffaele Bervicato e Massimiliano Volpicelli.

Gli imprenditori, secondo l’accusa, pagavano tangenti per aggiudicarsi gare truccate ed ottenere lavori con il metodo della somma urgenza, è stato chiesto il processo per Domenico e Michela Amico, Giuseppe Bernardo (già consigliere comunale), Domenico e Vincenzo Celiento, Domenico Della Gatta, la sua ex impiegata Filomena Coppeta, Antonio D’Ambrosio, Francesco e Teresa Peluso. Le accuse variano – ça va sans dire – da persona a persona, da chi è accusato di associazione camorristica vera e propria, a chi solo di turbativa d’asta; tutti in teoria potrebbero chiedere il rito abbreviato, ovvero un processo più rapido in cambio di uno sconto di pena.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy