Resta sintonizzato

Crispano

[VIDEO] [ESCLUSIVA] CRISPANO – L’ultimo saluto ad Anastasia Donadio

Pubblicato

il

Crispano – Oggi 2 giugno la festa della Repubblica è passata in secondo piano, infatti, tutta Crispano si è stretta e raccolta nella Chiesa di San Gregorio Magno, dove si sono tenuti i funerali della giovane Anastasia, morta tragicamente a Casoria. Amici, parenti, sconosciuti, hanno voluto salutare per l’ultima volta quell’angelo che il destino si è portato via troppo presto, in modo così assurdo e irrazionale; una fiumana di gente ha sottolineato con applausi, la rabbia, il dolore, l’amaro, insomma, il cinico disegno che la fatalità ha riservato ad Anastasia. Proprio Anastasia, colpevole di trovarsi sulla maledetta traiettoria, la traiettoria che le ha fatto incrociare colui che le ha spezzato i suoi sogni terreni; un attimo è bastato, perché la vita è fatta di attimi, un attimo che è diventato ricordo, ricordo di quello che poteva essere a dispetto di quello che non sarà più. Una famiglia distrutta, quella Donadio, una madre e un padre che non hanno più lacrime, affranti da un’improvvisa scomparsa, un vuoto incolmabile, un vuoto innaturale, perché due genitori non possono sopportare il fardello della morte di una figlia, quei cuori innamorati che avevano generato dal loro amore un altro cuore, una vita un fiore, quel fiore strappato e reciso barbaramente dal prato dell’esistenza.

Ma la dipartita di Anastasia deve farci riflettere, e deve insegnarci, come ha sottolineato il parroco nell’omelia, che il dono della vita è qualcosa di estremamente sacro ed importante, la vita stessa è un dono, bisogna avere rispetto di questo, e quando diciamo che la vita è nostra, dobbiamo rispettare inevitabilmente anche le vite altrui. Commovente l’uscita del feretro, quando gli amici disposti in fila, hanno fatto volare in cielo una miriade di palloncini bianchi, e proprio in cielo, dove il sorriso di Anastasia risplenderà nell’eternità.  Tantissimi i presenti, dal sindaco Antonio Barra, “accompagnato” da tutta l’amministrazione comunale, proprio l’amministrazione, che appena appreso la notizia aveva proclamato il lutto cittadino, inoltre, vi era in rappresentanza dell’Arma dei Carabinieri il Comandante Santoro e altri organi della Polizia di Stato. Noi della redazione di Minformo ci stringiamo al dolore della famiglia facendo le più sentite condoglianze…Tears in Heaven

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caivano

Caivano. Al via i lavori dell’Istituto Superiore Francesco Morano di Caivano

Pubblicato

il

Iniziano i lavori di riqualificazione della sede centrale dell’Istituto Superiore “Francesco Morano” di Caivano che prevedono la realizzazione di nuove facciate ventilate e l’installazione di infissi a taglio termico per risolvere i problemi di fatiscenza dei serramenti e delle pareti esterne, oltre che per migliorare l’efficienza energetica e l’isolamento termico della struttura. E’ stato sottoscritto questa mattina, nella sede della Città Metropolitana Napoli, il contratto per l’affidamento dei lavori di ristrutturazione e miglioramento energetico del complesso scolastico del Parco Verde per 750mila euro, cui vanno sommati lavori aggiuntivi per ulteriori 312mila, per un intervento complessivo di oltre un milione di euro. L’obiettivo è di migliorare il rendimento termico dell’intero edificio.

Queste opere vanno ad aggiungersi a quelle di manutenzione effettuate dalla Città Metropolitana di Napoli sui due plessi del “Morano” per dotarli di spazi didattici adeguati alla tipologia degli indirizzi di studio e per migliorare la fruibilità degli ambienti comuni, per un ammontare complessivo di alcuni milioni di euro negli ultimi anni. Come ha anche dichiarato Luigi de MagistisPer la sua conformazione e il suo modo di essere il ‘Moranò è stato, negli anni scorsi, grazie anche al lavoro egregio svolto dalla preside, Eugenia Carfora, l’unica istituzione che ha tentato, con lusinghieri risultati, una reale integrazione tra gli alunni del territorio“. L’Istituto è ubicato nella periferia nord della città, nei pressi dell’asse mediano e delle principali vie di comunicazione, ed è contiguo al Parco Verde, popoloso quartiere sorto in modo surrettizio all’indomani del terremoto del 1980 per dare ospitalità ai tanti senza tetto dei quartieri popolari della città di Napoli. Proprio l’origine del quartiere, la composizione sociale, il livello socioeconomico degli abitanti, non hanno mai consentito una reale integrazione dei residenti con la popolazione storica e originaria di Caivano.

Attualmente il Morano conta circa tra i 600 e 700 alunni, provenienti dal Parco Verde, da Caivano, e dall’area Nord Est di Napoli, da Cardito, da Acerra, da Frattamaggiore, da Frattaminore, da Crispano, ma è in forte crescita sia numerica sia di bacino territoriale. L’offerta formativa comprende molteplici indirizzi, e opera in una struttura molto vasta: la sede centrale è dotata di 26 aule, 12 laboratori, di una fornita biblioteca, di un’attrezzata palestra coperta, di ampi spazi verdi, di un campo di calcetto, un campo di pallavolo e di pallacanestro, una pista di atletica e di un anfiteatro, ideato per rappresentazioni musicali, teatrali e assembleari, mentre la succursale annovera 17 aule e ambienti dedicati all’indirizzo alberghiero, costituiti da un laboratorio sala, 2 sale ristorante, 2 cucine e una sala bar

Continua a leggere

Crispano

Assalto con pistola al supermercato: ladro incastrato dalle telecamere

Pubblicato

il

Nella giornata dell’8 giugno 2021 il G.I.P. presso il Tribunale di Napoli Nord, su richiesta della locale Procura della Repubblica, ha emesso un’ordinanza di custodia cautelare applicativa degli arresti domiciliari nei confronti di un 24enne, residente a Crispano, in relazione al reato di rapina aggravata mediante l’utilizzo di arma da fuoco.

Il provvedimento è scaturito dall’attività investigativa svolta con tempestività dai Carabinieri della Stazione di Sant’Arpino, Compagnia di Marcianise, intervenuti lo scorso 1° giugno presso un supermercato di Sant’Arpino immediatamente dopo la commissione del fatto.

Il destinatario della misura, giunto a bordo di un’autovettura, con volto travisato, previa minaccia mediante una pistola si faceva consegnare denaro contante prelevato dalla cassa, consistente in 1180 euro, dandosi alla fuga.

Le indagini, sviluppate attraverso l’analisi delle immagini acquisite dai sistemi di videosorveglianza, la ricerca di elementi informativi riscontrati con attività di perquisizione e sequestro, hanno consentito ai militari dell’Arma di rinvenire gli abiti e la pistola con cui è stato commesso il reato e di risalire all’identità del rapinatore, che il 3 giugno è stato individuato a Crispano presso la propria abitazione e sottoposto a fermo di indiziato di delitto dai Carabinieri della Stazione di Sant’Arpino.

Continua a leggere

Città

CRISPANO. Rapinatori di marmitte scoperti durante il furto: il video

Pubblicato

il

È diventato, ormai, consueto sui territori di Crispano, Cardito e Fratta. Il Furto delle marmitte messo a segno da una banda di criminali, più volte è riuscito senza inciampi.

Questa volta,invece, come è chiaramente mostrato dalle telecamere del posto che hanno ripreso tutta la solita scena, il furto è stato sventato.

I rapinatori, mascherati fino al volto, sono stati interrotti nel momento clou dagli abitanti della traversa, che a quell’ora (verso l’una di notte) erano ancora svegli.

Probabilmente lo stesso proprietario dell’auto presa di mira, sentendo i rumori del ribaltamento, si è precipitato sul balcone mettendo in fuga i ladri. Uno di questi, però, prima di scappare avrebbe riconosciuto e minacciato la povera vittima, che in risposta gli ha intimato di aver chiamato le forze dell’ordine.

Il video qui sotto mostra chiaramente l’accaduto, e riproduce (seppur non con perfezione) anche tutto l’audio dell’accaduto.

rapinatori di marmitte, furto sventato
Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante