Ancora guai per l’amministrazione Monopoli che stavolta è andata a finire sotto la lente d’ingrandimento dell’anticorruzione (ANAC) guidata dal giudice Raffaele Cantone. Da alcuni fonti, la nostra redazione apprende che l’ANAC a giorni invierà tre ispettori che indagheranno sulla genuinità degli affidamenti e sulle modalità di assegnazioni di alcune gare sospette.

A quanto pare, nel mirino dell’ANAC ci è finita anche la recentissima gara sulla raccolta dei rifiuti vinta dalla BUTTOL srl, di cui già alcuni cittadini caivanesi lamentavano con quanta solerzia fosse stato pubblicato il bando, solo due giorni prima che andasse in vigore la legge che obbligava l’ente ad affidarsi ad una centrale di committenza.

Di tutto questo sicuramente, oltre i politici ne dovranno rispondere senz’altro anche i dirigenti dei settori interessati, ai quali inquirenti, certamente non potranno raggirare con la stessa facilità con cui lo fanno con i semplici cittadini vessati. Seguiranno aggiornamenti.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.