Resta sintonizzato

Senza categoria

[LAPUCELLE] Chi si umilia sarà esaltato – VANGELO DEL GIORNO

Pubblicato

il

In quel tempo, Gesù disse questa parabola per alcuni che presumevano di esser giusti e disprezzavano gli altri:
«Due uomini salirono al tempio a pregare: uno era fariseo e l’altro pubblicano.
Il fariseo, stando in piedi, pregava così tra sé: O Dio, ti ringrazio che non sono come gli altri uomini, ladri, ingiusti, adùlteri, e neppure come questo pubblicano.
Digiuno due volte la settimana e pago le decime di quanto possiedo.
Il pubblicano invece, fermatosi a distanza, non osava nemmeno alzare gli occhi al cielo, ma si batteva il petto dicendo: O Dio, abbi pietà di me peccatore.
Io vi dico: questi tornò a casa sua giustificato, a differenza dell’altro, perché chi si esalta sarà umiliato e chi si umilia sarà esaltato».

Vi è mai capitato di essere convinti di possedere la verità?
A me si, lo confesso.
Dall’adolescenza ai miei vent’anni ero oggettivamente troppo “piena di me stessa”. E avevo guardato troppi film di Nanni Moretti.
In realtà non mi conoscevo, i miei erano soltanto deliri di onnipotenza che, per fortuna, col tempo sono andati affievolendosi e sicuramente spariranno -prima o poi.
La sensazione di essere un dio in terra ti riempie e ti svuota allo stesso tempo: riesce a creare un’immagine falsa di te stesso. Quando questo pericoloso gioco inizia, ne sei ben consapevole, poi col tempo ti abitui al punto di diventare quella falsa copia, quel simulacro, il contenitore del nulla.
Per fortuna ne sono uscita -e dovrò uscirne sempre più: l’umiltà è tutto ciò che abbiamo da imparare per cominciare a Vivere; la conoscenza di se stessi, dei propri limiti che non possono essere colmati con l’autosufficienza. Non sarà la nostra personalissima ragione a salvarci, ne la nostra razionalità da quattro soldi, non le nostre convinzioni, le nostre passioni, il nostro modo incompleto di vedere le cose. Sarà piuttosto la consapevolezza che quelle nostre ragioni, quelle nostre convinzioni e passioni sono incomplete.
L’imprevisto farà il resto: e se non ci arrabbieremo quando arriverà potremo star ben sicuri di essere sulla strada giusta.
Dico che molto spesso bisogna tirarsi indietro, per stare davanti; bisogna poter dire “rinuncio” per avere; bisogna umiliarsi per essere esaltati.
E’ una vera e propria liberazione poter dire: “non ce la faccio da solo”.

-S.cat

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Campania zona arancione. L’ Rt scende a 0,85.

Pubblicato

il

Nelle ultime ore in Campania si è registrato una lieve diminuzione dei contagi da Covid-19. Oggi pomeriggio, Il Governatore della Regione Campania terrà il consueto discorso per chiarire le dinamiche per la prossima settimana.

Altre regioni, invece, hanno indici di Rt molto più bassi quasi da zona gialla come Lombardia, Lazio, Liguria, Veneto, Piemonte, Abruzzo, Emilia Romagna, Marche, Molise e Umbria , mentre resteranno ancora zona rossa la regioni Sardegna, Valle D’Aosta e Puglia.

Si aspettano aggiornamenti e le nuove direttive per le riaperture delle categorie economiche come: parrucchieri, barbieri, negozi di abbigliamento e ristoranti.

Continua a leggere

Afragola

Uomo armato ad Afragola. Interviene la Polizia.

Pubblicato

il

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato di Afragola, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in via Amendola ad Afragola per la segnalazione di una persona armata in strada.


I poliziotti, giunti sul posto, hanno individuato e bloccato l’uomo trovandolo in possesso di un revolver Harrington & Richardson Arms Company non censito cal. 7,65 Browning, di 2 cartucce e di un bossolo dello stesso calibro.


Gennaro Aristarco, 31enne napoletano con precedenti di polizia, è stato arrestato per porto di arma clandestina e ricettazione.

Continua a leggere

Cronaca

Dramma di Pasquetta: uomo avvolto dalle fiamme durante una grigliata

Pubblicato

il

Un grave incidente domestico è avvenuto ieri, lunedì 5 aprile, in provincia di Salerno, a San Cipriano Picentino.

Un uomo di 50 anni è stato infatti avvolto dalle fiamme durante la grigliata di Pasquetta.

A causa di un “ritorno di fiamma” il 50enne è ricoverato in condizioni molto gravi presso il Centro Grandi Ustionati dell’Ospedale Cardarelli di Napoli.

Secondo una prima ricostruzione l’uomo si apprestava ad accendere il fuoco per il barbecue per la classica grigliata del lunedì di pasquetta, quando in pochi attimi, a causa del ritorno di fiamma, è stato avvolto dal fuoco.

I familiari hanno provato a spegnere le fiamme utilizzando coperte e hanno richiesto con urgenza l’intervento di un’ambulanza.

L’uomo è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Ruggi di Salerno, ma a causa delle gravi ustioni su più del 50% del corpo i medici hanno deciso il trasferimento in eliambulanza al reparto grandi ustionati dell’ospedale Cardarelli di Napoli.

Il 50enne si trova ora ricoverato al reparto grandi ustioni in gravissime condizioni.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante