Resta sintonizzato

Casoria

CASORIA: Il grande freddo di Gennaro Casolaro

Pubblicato

il

Tanto tuonò che poi piovve. Gennaro Casolaro, consigliere comunale della maggioranza Fuccio ,lascia il gruppo consiliare dell’IDV. Attraverso una nota ufficiale dichiara di assumere, a partire dal giorno 29 ottobre, una posizione di INDIPENDENZA in seno al consiglio comunale, (in maiuscolo, perché sia chiaro anche ai miopi… della politica)  pur ribadendo il suo appoggio incondizionato al Sindaco e ai partiti che compongono la maggioranza.  Una decisione maturata nel tempo, si legge, a seguito di profonde divergenze.  Una “freddezza” (con la dirigenza locale dell’IDV)  che ha infine gelato gli animi.

“ […] Con amarezza (ho dovuto) registrare la tiepidezza con la dirigenza locale dell’IDV. Tiepidezza diventata freddezza ad incominciare dalle posizioni e dai percorsi unitamente ai rappresentanti locali dell’IDV che hanno mortificato la mia storia, il mio impegno pubblico, la mia persona” (cit. G. Casolaro).

E alla Storia invocata, Magister vitae.  Affidiamo dunque il giudizio sull’uomo politico e la bontà di questa scelta e ai posteri l’ardua testimonianza dell’impegno che saprà comunque profondere l’Indipendente per la cittadinanza. Naturale chiedersi se tra i rappresentanti locali vadano annoverati, di default, anche l’altro consigliere dell’ IDV , l’ex sindaco Vincenzo Carfora e l’attuale assessore al lavoro, nonché vice-sindaco Marianna Ricciardi. Bisognerà altresì comprendere se questo atto di riscossa dell’”infreddolito Gennaro”  possa in qualche modo incidere sulla salute politica della cagionevole amministrazione ;  insomma, se la rinnovata fedeltà al suo Sindaco sia atto convinto e sincero o solo formula di rito- espressa nel tipico politichese ermetico- per prender tempo e ridefinire i termini di un dialogo costruttivo tra il consigliere solitario e la stessa maggioranza.

Che la democrazia non è mica quella disciplina rigida? È invece scienza dialettica, materia fluida del pensiero … E un fluido- ce lo dice la fisica-  non è forse una collezione incoerente di particelle semplici, tenute insieme da legami blandi?

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Casoria

Casoria. Uno strano viavai: in manette due spacciatori

Pubblicato

il

Nella serata di sabato 3 aprile, i falchi della Squadra Mobile, durante un servizio di contrasto allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno notato in via Giacomo Matteotti a Casoria un viavai di persone che entravano ed uscivano da un palazzo.

I poliziotti, entrati nell’edificio, hanno bloccato due fratelli in un appartamento trovandoli in possesso di 47 stecche di hashish per un peso complessivo di circa 61 grammi e di 485 euro.

P.B. e R.B., casoriani di 31 e 29 anni, sono stati arrestati per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.

Continua a leggere

Casoria

Napoli. Sequestrate oltre 150 armi illecite: l’arsenale della criminalità

Pubblicato

il

È sempre massima l’attenzione che il Comando Provinciale Carabinieri di Napoli riserva al contrasto del traffico illecito delle armi.

Significativo il dato che emerge dal bilancio stilato nel primo trimestre del 2021 : 150 le armi sequestrate nel territorio partenopeo e nei comuni della provincia, 44 sono da sparo e 106 bianche, 1729 le munizioni di vario calibro sottratte alla criminalità.

Il risultato è frutto di una capillare azione di controllo del territorio posta in essere quotidianamente dalle 100 stazioni di carabinieri in ogni quartiere di Napoli e in ogni città della provincia di Napoli.

Particolare attenzione è stata rivolta ai quartieri di Fuorigrotta e Ponticelli, recentemente teatro di ferimenti e omicidi.

Una cospicua fetta delle armi bianche sequestrate è stata rinvenuta a Napoli: pugnali, coltelli a serramanico e a farfalla spesso trovati nella disponibilità di giovanissimi sorpresi in strada. La scusa sempre la stessa: “è per difendermi!”.

Il triste primato delle armi da fuoco, spetta all’area di Castello di Cisterna (16 armi e 752 munizioni), seguita da quella di Casoria (11 armi e 289 proiettili).

Sempre più creativi i nascondigli utilizzati: dai totem delle società di forniture elettriche ai cassonetti della spazzatura, dalle auto abbandonate fino al seppellimento in aree verdi di pubblico passaggio. Tutte aree comuni e condominiali, preferite perché difficili da attribuire ad una persona determinata.

Su tutte le armi sequestrate i carabinieri effettueranno accertamenti balistici per verificare se siano state utilizzate in fatti di sangue o intimidazione.

Continua a leggere

Afragola

CASORIA E AFRAGOLA: Carabinieri presidiano le strade: perquisizioni e sanzioni

Pubblicato

il

CASORIA E AFRAGOLA: Carabinieri presidiano le strade. Perquisizioni e sanzioni

Ormai da alcune ore i Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli stanno presidiando le città di Casoria e Afragola, nell’ambito di un servizio straordinario di controllo del territorio disposto dal comando provinciale di napoli.

Massimo impegno dei militari della compagnia di Casoria, dislocati nei punti strategici della città per posti di controllo.

Sono in corso diverse perquisizioni alla ricerca di armi e droga nel rione salicelle. 6 le persone già sanzionate per la violazione della normativa anticovid

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante