Resta sintonizzato

Cronaca

CAIVANO: Trovato morto fuori al Parco Verde, il suo telefonino scomparso

Pubblicato

il

CAIVANO – Ieri poco prima del cenone di Capodanno, la famiglia di un 42enne, tale Michele Raucci, residente in Via Raio, in pieno centro storico a Capodrise, si è vista coinvolta di una tragica vicenda, infatti il corpo del capodrisano è stato trovato esanime dai carabinieri della tenenza di Caivano poco distante dal Parco Verde, Michele aveva un passato da tossicodipendente ma a quanto pare, i vicini asseriscono che sembrava esserne uscito del tutto dal tunnel della droga, tanto che per un periodo di tempo ha pure lavorato come operatore ecologico nel comune capodrisano, eppure il luogo del ritrovamento, lascia molti dubbi a riguardo.

L’ex operatore ecologico è stato visto allontanarsi da Capodrise intorno alle 15 a bordo di un motorino, insieme ad un amico, e quando la madre ha provato a chiamarlo a telefono, gli hanno risposto altre persone, dicendogli: “Suo figlio ora non può parlare” ma al momento del ritrovamento del corpo, non è stato rinvenuto alcun telefonino.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Castel Volturno

Tremendo incidente sull’Asse Mediano: 1 morto e 1 ferito gravissimo

Pubblicato

il

Stamattina, si è consumata l’ennesima tragedia lungo l’Asse mediano, in direzione Lago Patria: due scooter sono stati coinvolti da un incidente stradale rivelatosi mortale per uno dei due conducenti, l’altro versa in condizioni gravissime (ci sono alcune agenzie di stampa che ne hanno annunciato il decesso).

L’impatto è avvenuto all’altezza del chilometro 3.250, secondo quanto riporta l’Anas.
Sul posto è presente personale di Anas e delle Forze dell’Ordine, per la gestione dell’evento ed il ripristino della regolare circolazione in tempi brevi.

Continua a leggere

Cronaca

Sangue nell’agrigentino, uomo accoltella moglie e figli al culmine di una lite: arrestato

Pubblicato

il

Un vero e proprio dramma quello avvenuto a Cianciana, in provincia di Agrigento, dove una violenta lite familiare è sfociata nel sangue.

Secondo una prima ricostruzione, un uomo di 35 anni avrebbe accoltellato la moglie e il figlio di sette anni e tenuto con sé la figlia più piccola, barricandosi in casa prima di arrendersi ai carabinieri.

Infatti essi sono prima riusciti a convincerlo a consegnare la piccola, per poi trasportare lei e il fratello all’ospedale dei bambini di Palermo per le cure del caso. Ora la bambina è intubata e con un’emorragia cerebrale, sottoposta ad un delicatissimo intervento chirurgico per una coltellata che il padre le avrebbe inferto al torace.

Invece il figlio maggiore è anch’egli in gravi condizioni per alcuni fendenti all’addome e al torace. Infine la madre, di origini polacche, è ricoverata nel vicino ospedale di Ribera, dov’è stata operata e dichiarata dai medici fuori pericolo di vita.

Per quanto riguarda l’uomo, egli si è consegnato di sua spontanea volontà, venendo arrestato per maltrattamenti in famiglia. Pertanto la lite sarebbe scoppiata a seguito della decisione della moglie di volersi separare, che vedrà ora l’uomo doversi difendere dalle accuse di tentato omicidio plurimo e lesioni gravissime.

Continua a leggere

Cronaca

Roma, niente da fare per l’anziana ferita ieri in una sparatoria: aveva 81 anni

Pubblicato

il

Non c’è stato nulla da fare per Caterina Ciurleo, la pensionata di 81 anni ferita alla schiena nel pomeriggio di ieri da un proiettile vagante durante una sparatoria.

La donna si trovava di fronte al centro commerciale di via Don Primo Mazzolari, al Villaggio Prenestino a Roma. Purtroppo l’anziana è deceduta questa mattina presso il Policlinico di Tor Vergata dov’era ricoverata e dov’è stata sottoposta a due interventi chirurgici.

Intanto la Polizia indaga a caccia dei responsabili, fuggiti dopo la sparatoria.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy