Resta sintonizzato

Dal Mondo

Dopo gli eletti tocca agli attivisti, ecco il nuovo regolamento dal Blog di Grillo.

Pubblicato

il

riunione-attivistiDopo il nuovo codice comportamentale per gli eletti 5 stelle, girano voci sempre più insistenti di un altro codice, questa volta per regolamentare e definire i parametri di appartenenza al Movimento e che riguarda gli attivisti sul territorio.

Il problema è nato quando, in seguito a diverse segnalazioni, un infiltrato in un meetup locale, è stato accusato di comportarsi esattamente secondo le linee guida del Blog di Grillo e di essersi illegittimamente appropriato del termine “cittadino attivo” per aver denunciato alcuni illeciti commessi da consiglieri di maggioranza eletti nelle fila della partitocrazia becera e opportunista di sempre.

In campo, per porre un freno al fenomeno, è sceso proprio il fondatore del Movimento Beppe Grillo che dal suo blog ha lanciato l’ennesima scomunica nei confronti di chi si ostina a volere remare contro il sistema precostituito e illegalmente detenuto a colpi di voto di scambio e favori alle cosche mafiose.

Il primo punto da mettere in chiaro, secondo Casaleggio Junior, è costituito dai tratti fisiognomici del vero attivista, gli altri punti riguardano direttamente il comportamento etico del movimentista “serio”.

  1. L’attivista deve essere magro, slanciato e sbarbato, solo in rare occasioni e in seguito alle votazioni tra lui e Grillo, dove la parità equivale alla vittoria di Casaleggio, potrà lasciar crescere la barba fino a una lunghezza di 3mt escluso il mento;
  2. L’attivista deve, durante la sua permanenza annuale nel meetup, deglutire almeno 52 caffè, pari a un incontro settimanale in cui si possa aver discusso in che modo stare in silenzio al gazebo domenicale;
  3. È fatto esplicitamente divieto di filmare o fotografare situazioni di degrado ambientale che possano nuocere in qualche modo i locali amministratori;
  4. È fatto obbligo di prendere spassionatamente per il deretano, chiunque abbia violato l’articolo 3 di tale regolamento;
  5. L’articolo 4 decade nel caso l’articolo 3 sia annullato dall’articolo 6;
  6. Nel caso si fossero filmati e/o fotografato illeciti l’attivista deve, pena la sospensione o l’espulsione, distruggere entro tre massimo quattro minuti, il materiale raccolto;
  7. Il settimo giorno si riposò (sotto al gazebo).

Consapevoli della durezza di tale regolamento, Grillo si travestirà da Babbo Natale e porterà in a ogni attivista che riuscirà a restare con gli occhi bendati per almeno cinque anni, la tessera di attivista perfetto e inviterà i vincitori a una megafesta che si terrà al Colosseo dove potranno pranzare liberamente insieme ad alcuni leoni affamati e fortemente incazzati almeno quanto gli attivisti che avevano pensato di cambiare sul serio lo stato delle cose.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dal Mondo

Arabia Saudita, caldo torrido a La Mecca: almeno 19 fedeli morti per insolazione

Pubblicato

il

Almeno 14 pellegrini giordani e cinque iraniani sono morti a causa delle temperature record e altri 17 risultano dispersi in Arabia Saudita, dove si erano recati per l’Hajj, il pellegrinaggio annuale che rappresenta uno dei sette pilastri dell’Islam. Lo hanno reso noto il ministero degli Esteri di Amman e la Mezzaluna Rossa di Teheran dopo che a La Mecca le temperature hanno raggiunto i 47 gradi centigradi.

L’Arabia Saudita non ha rilasciato ufficialmente informazioni sul numero totale delle vittime tra i pellegrini. Mohammed Al-Abdulaali, portavoce del ministero della Sanità saudita, ha comunque rivelato che oltre 2.760 pellegrini hanno sofferto di colpi di sole e stress da caldo in un solo giorno.

Continua a leggere

Dal Mondo

Olimpiadi, esclusa nuotatrice transgender: per la Federazione “non può gareggiare nella categoria femminile”

Pubblicato

il

La nuotatrice transgender Lia Thomas non prenderà parte alle Olimpiadi di Parigi che partiranno il prossimo 26 luglio.
L’atleta statunitense ha perso la causa legale contro World Aquatics (la Federazione internazionale di nuoto), presso il tribunale arbitrale per lo sport. Thomas è stata esclusa dalla competizione perché secondo World Acquatics chiunque abbia attraversato nel corso della vita “qualsiasi momento della pubertà maschile” non può in alcun caso gareggiare nella categoria femminile delle competizioni di alto livello, comprese le Olimpiadi.
Nonostante la nuotatrice abbia sostenuto che le nuove regole introdotte dalla Federazione siano “non valide e illegali” (perché violerebbero la Carta olimpica e la Costituzione mondiale degli sport acquatici), il verdetto del Tas le ha dato torto, sancendo la sua esclusione dai Giochi di Parigi.

Le nuove regole di World Acquatics erano state approvate e, successivamente, introdotte in seguito al netto trionfo di Lia Thomas contro la nuotatrice Emma Wants nella gara dei 200 stile libero ai campionati universitari americani del 2022. Secondo la Federazione, le donne transgender hanno dei vantaggi fisici significativi (relativi a resistenza, potenza, velocità e forza) rispetto alle donne cisgender. 

Continua a leggere

Dal Mondo

Putin sfida gli USA: navi da guerra arrivate a Cuba

Pubblicato

il

Vladimir Putin alza la tensione, in un momento decisivo per l’Ucraina – alla vigilia del vertice di Borgo Egnazia in Puglia, dove la strategia per contrastare la Russia sarà tra i temi centrali dell’agenda del G7. 

A due giorni dall’inizio del vertice in Puglia, Mosca ha avviato con la Bielorussia una nuova fase delle sue manovre sull’uso delle armi nucleari tattiche. 
E, con una mossa ancor più drammatica dal punto di vista simbolico, ha inviato all’Avana una squadra navale che trasporta i missili ipersonici Zirkon. Abbastanza per evocare, con un po’ di esagerazione, la crisi di Cuba del 1962, che in Russia è chiamata ‘la crisi dei Caraibi’.

Gli Zirkon – in grado di coprire in pochi secondi i meno di 200 chilometri che separano Cuba dalla Florida – sono imbarcati sulla fregata Ammiraglio Gorshkov, accompagnata dal sottomarino nucleare Kazan e da due navi d’appoggio. 

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy