Resta sintonizzato

Caserta

Troppi contagi in città: il sindaco chiude le scuole e vieta la vendita di alcolici

Pubblicato

il

Sono passate sole poche ore dall’ultima diretta del Governatore della Campania, Vincenzo De Luca, nella quale ha esplicitamente ammesso che la situazione dei contagi in regione sta diventando preoccupante, esortando i sindaci a prendere, se necessario, le opportune precauzioni e così, poco dopo, il Sindaco di Teano, in provincia di Caserta, Nicola Di Benedetto, ha già preso la sua decisione, chiudendo le scuole e vietando la vendita di alcolici.

La nuova ordinanza del primo cittadino sarà valida fino al 20 febbraio e prevede, oltre alla sospensione delle attività didattiche in presenza in tutte le scuole di ogni ordine e grado (con conseguente sanificazione delle stesse), anche lo stop alla vendita di alcolici da parte dei bar e la chiusura momentanea della fiera settimanale e della piazzetta Sperandeo.

Decisione analoga è stata presa anche dal sindaco di Santa Maria a Vico, Andrea Pirozzi, che nella nuova ordinanza ha decretato anche lui lo stop al consumo di cibo e bibite in strada.

L’ordinanza di Pirozzi sarà in vigore fino al 28 Febbraio.

I continui fenomeni di assembramento notturno verificatisi nelle ultime settimane al parco De Lucia e la graduale ascesa dei contagi da Covid-19 in tutto il Comune di Santa Maria a Vico, hanno indotto il sindaco Andrea Pirozzi, al termine dell’ultima seduta della Consulta della Sicurezza Urbana, tenutasi il 2 febbraio, ad emettere un nuovo provvedimento restrittivo.

Si tratta dell’ordinanza numero 36 del 4 Febbraio 2021 che stabilisce, nello specifico, il divieto di consumo di alimenti e bevande in spazi e luoghi pubblici. L’ordinanza ha validità dalla data di emissione e fino al 28 Febbraio prossimo.

Una misura che serve in qualche modo a rafforzare tutte le prescrizioni già note ed emanate dal Governo e dalla Regione Campania, come il divieto di mobilità delle persone in orario notturno ed il divieto di consumare cibo e bevande all’aperto, in quanto tra le principali cause di raggruppamenti nei luoghi di aggregazione e di potenziale rischio di contagio” ha specificato il primo cittadino.

Continuando “La situazione resta sotto controllo e costantemente monitorata ma questo non deve farci rilassare anzi è importante continuare ad assumere un atteggiamento di massima responsabilità, rispettando le norme e le misure di prevenzione, perché tutti possiamo vivere al sicuro, tutelando il nostro bene più prezioso, la salute”.

 

 

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caserta

Caserta in lacrime per Vanessa, l’influencer trovata senza vita sul divano di un amico

Pubblicato

il

Vanessa Bruno, 23 anni, è stata trovata morta a Vicenza, sul divano di casa di amico che le dava ospitalità. La Procura vicentina ha aperto un’inchiesta sull’improvviso decesso della giovane italo-brasiliana, cresciuta ad Alvignano (Caserta), ma residente nel capoluogo berico. La ragazza, di professione influencer, si era recata, assieme ad un amico nell’abitazione di un uomo in cerca di ospitalità. Lì si a casa si è poi fermata a dormire su un divano dove è stata trovata morta dal proprietario dell’abitazione. Questi ha dato l’allarme solo diverse ore dopo, nel primo pomeriggio del giorno successivo, in quanto pensava che la 23enne stesse ancora dormendo.

Inutile l’intervento dei sanitari del Suem 118 che hanno solo potuto accertare il decesso. Il corpo non presentava, ad un primo esame, nessuna ferita. Il pubblico ministero, Alessandro Block, ha incaricato il medico legale di effettuare l’autopsia. Il risultato dell’esame e dei test tossicologici saranno fondamentali per fare luce sulla vicenda. Al momento non risultano essere indagati. Il fatto risale all’8 gennaio ma si è appreso solo nelle ultime ore dalle pagine de Il Giornale di Vicenza e dai tanti messaggi sulle varie reti social sui quali la donna scriveva.

Continua a leggere

Attualità

Tragedia nel Casertano, mamma muore per un malore un mese dopo il parto

Pubblicato

il

Giornata di dolore per la comunità di San Marco Evangelista. Vincenza Famiano, 32 anni, ha perso la vita un mese dopo aver messo alla luce il suo bambino, Christian. La giovane madre – riporta Edizione Caserta – pare sia deceduta a causa di un arresto cardiaco che, purtroppo, non le ha lasciato scampo. Enza – così la chiamavano amici e parenti – in passato sembrerebbe già aver sofferto di problemi cardiaci, ma la voglia di diventare madre aveva preso il sopravvento. E così, insieme al marito, aveva coronato il suo sogno, a pochi giorni dal Natale.

Dopo la gioia immensa per l’arrivo di Christian, però, è arrivato il dramma senza fine. Enza era in casa quando, improvvisamente, è stata colta da un malore. Inutili anche gli immediati soccorsi: per la neomamma non c’è stato niente da fare.

I funerali oggi, proprio nel giorno in cui il piccolo Christian compie un mese di vita.

Continua a leggere

Caserta

Caserta, tragedia durante una battuta di caccia: muore 48enne di Caserta

Pubblicato

il

CASERTA – Tragedia durante battuta di caccia.- Un uomo di 48 anni è morto durante una battuta di caccia in località ‘Valle Porcina’, area boschiva nel territorio del comune di Colli a Volturno (Isernia).

Secondo quanto riferito da Paese News e Edizione Caserta, la vittima è Giovanni Montaquila, compagno dell’attuale sindaco di Riardo Gina Betti: la coppia ha due bimbe piccole.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri Forestali, il Soccorso Alpino e il 118, ma per l’uomo non c’è stato nulla da fare. Da quanto si è appreso era a caccia con un amico, lo stesso che ha chiamato i soccorsi. Secondo una prima ricostruzione, il 48enne sarebbe scivolato cadendo poi in un dirupo.

Durante la caduta dal fucile è partito un colpo che ha raggiunto una gamba. Il corpo dell’uomo è stato recuperato con difficoltà poiché l’incidente è avvenuto in una zona impervia.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante