Resta sintonizzato

Attualità

Castelvolturno. Uccide il figlio della compagna: novità dal GIP

Pubblicato

il

In data 2 febbraio 2021, la Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, all’esito di una celere attività d’indagine svolta nell’immediatezza dei fatti, mediante l’ausilio di personale del Comando Stazione Carabinieri di Castel Volturno, disponeva il decreto di fermo nei confronti di K.O., cl. ’95, cittadino nigeriano.

L’indagato veniva fermato in quanto gravemente indiziato dei delitti di omicidio volontario, consumato il 2 febbraio u.s., ai danni di un bambino di due anni (figlio della sua convivente) e di naltrattamenti in famiglia commessi in danno della convivente e del figlio di quest’ultima.  Dalle indagini svolte emergeva che il bambino era stato brutalmente picchiato dal soggetto fermato, tanto da subire plurime lesioni sul volto e sul cranio, in particolare nella regione frontale alta sinistra, in  regione periorbitaria sinistra, gota sinistra e destra, orecchio destro e sinistro, sino all’arresto cardiorespiratorio del bimbo presso l’ospedale di Castel Volturno, ove era stato portato dalla madre disperata.  Tale condotta, dagli esiti letali, costituiva l’ultima feroce e crudele estrinsecazione della violenza inaudita da parte del fermato, maltrattamenti mai denunciati prima dalla madre del piccolo, per timore delle  reazioni violente da parte dell’indagato, vivendo la donna in uno stato di soggezione e sopraffazione.

Il GIP del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, al termine dell’interrogatorio di garanzia  dell’indagato, condividendo il quadro gravemente indiziante, convalidava la misura pre-cautelare disposta dal Pubblico Ministero ed emetteva ordinanza di custodia cautelare in carcere per i delitti contestati.  Le indagini sono ancora in corso per ricostruire ogni possibile dettaglio della dinamica criminale che ha portato alla morte del bambino.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Boom di prenotazioni per il vaccino. Effetto Green Pass

Pubblicato

il

L’elemento di discussione nell’ultima settimana è stato proprio il Green Pass. Come si è notato negli ultimi giorni la discussione è molto accesa tra favorevoli e contrari.

Con l’elemento Green Pass sono aumentate le richieste di vaccini da parte dei cittadini, che permetterebbe, secondo le ultime indiscrizioni, la possibilità di entrare in qualsiasi locale commerciale e trasiti verso l’estero.

Continua a leggere

Attualità

Napoli, tenta di sfuggire al controllo ma si scontra con la volante: 20enne in manette

Pubblicato

il

Nel pomeriggio di ieri, gli agenti del Commissariato San Giovanni Barra, hanno notato una persona correre ad alta velocità sul proprio motociclo e gli hanno intimato di fermarsi. Tuttavia, il conducente del mezzo, alla loro vista, ha accelerato la marcia per sottrarsi al controllo, ma è andato ad impattare contro la volante. L’uomo, è stato trovato trovato in possesso di 5 grammi di marijuana suddivisa in 13 involucri, di un grammo di hashish e 50 euro in contanti.

Pasquale Noto, 20enne di San Giorgio a Cremano con precedenti di Polizia, è stato arrestato per detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e resistenza a Pubblico Ufficiale, nonché denunciato per danneggiamento dei beni dello Stato e guida senza patente, poiché mai conseguita. Infine, il motociclo, è stato sequestrato.



Continua a leggere

Attualità

Napoli, divieto di balneazione sul lungomare: ecco l’ordinanza del Comune

Pubblicato

il

Il Comune di Napoli, ha disposto la pubblicazione dell’ordinanza sindacale d’interdizione temporanea alla balneazione, nel tratto del litorale cittadino che si estende da Largo Nazario Sauro fino a Marechiaro. La decisione, è stata presa in seguito alle abbondanti precipitazioni temporalesche, che hanno interessato la città e la sua provincia, con il servizio ARPAC che, ha rivelato la presenza d’inquinanti, che ne impediscono la balneazione.

Tuttavia, l’Assessora Menna, dichiara che: ” I funzionari dell’ARPAC hanno assicurato che, quanto prima possibile, verranno eseguiti ulteriori campionamenti, per fare in modo di verificare al più presto, il superamento della criticità. Intanto, è possibile l’elioterapia e quindi, l’accesso alla spiaggia, ma non la balneazione. Aspettiamo con fiducia i risultati del prossimo campionamento, che consentano la revoca dell’ordinanza in atto. Anche questo fenomeno, che ha riguardato la città e la costiera dei paesi limitrofi, ci fa capire l’impatto che ha nella nostra vita quotidiana il cambiamento climatico”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante