Resta sintonizzato

Cronaca

Napoli. Sequestrati 8.000 giocattoli cinesi: erano dannosi per la salute dei bambini

Pubblicato

il

Circa 8.000 giocattoli cinesi sono stati sequestrati a Napoli: contenevano ftalati, molto dannosi per la salute dei bambini.

Dalle analisi condotte è emerso, ha sottolineato in una nota l’Agenzia delle Dogane, che gli ottomila giocattoli presentassero concentrazioni elevatissime di ftalati, pari a oltre il 23%, migliaia di volte superiori ai limiti consentiti.

Il maxi-sequestro è avvenuto nel porto di Napoli, in due distinte operazioni, ad opera dei funzionari dell’Agenzia delle Dogane Napoli 1.

Il sospetto è che i giocattoli, di origine e provenienza cinese, fossero privi dei requisiti di sicurezza prescritti dalle normative, in particolare per concentrazioni di ftalati oltre i limiti consentiti.

E così campioni rappresentativi dei giocattoli oggetto di importazione sono stati prelevati nel corso delle operazioni e inviati al laboratorio Chimico di Napoli per l’esecuzione di mirate analisi volte ad accertarne la sicurezza.

I rappresentanti delle società importatrici, come riporta Il Messaggero,  sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria.

Gli ftalati derivano dall’acido ftalico. Sono sostanze in genere poco solubili in acqua, molto solubili negli oli e in genere si presentano come liquidi incolori.

A partire dal 2003 studi hanno notato una correlazione tra ftalati e disturbi nello sviluppo dei genitali maschili e femminili. Infatti all’interno nel nostro organismo queste sostanze si comportano come interferenti endocrini, ovvero possono avere gravi ripercussioni sul nostro sistema riproduttivo.

Successivamente si è vista anche la pericolosità di queste sostanze presenti in profumi e cosmetici sull’aumentato rischio di diabete tipo 2.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campania

Fuori dai domiciliari per fare una passeggiata

Pubblicato

il

Stamattina gli agenti del Commissariato Vicaria-Mercato, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in piazza. Gli operatori lo hanno raggiunto e bloccato ed hanno accertato che si era allontanato dal proprio domicilio a Nocera Superiore dove è sottoposto agli arresti domiciliari per inottemperanza agli obblighi e alle prescrizioni inerenti la sorveglianza speciale con obbligo di soggiorno nel comune di Nocera Superiore. M. I., 32enne di Avellino, è stato denunciato per evasione.

Continua a leggere

Campania

4 giovani armati con dei coltellini: arrestati

Pubblicato

il

I controlli dei carabinieri della Compagnia Vomero continuano in vista del Weekend in cui centinaia di giovani prendono d’assalto il quartiere collinare. Ci sono fari puntati sulla metropolitana Linea 1 dove nello stesso posto si radunano i militari che accertano che i giovani non avevano delle armi pesanti.

4 quelli beccati con coltellini a serramanico, altrettante e tutte identiche le giustificazioni addotte. “Dobbiamo poterci difendere!”, questa la frase pronunciata dai 4 giovani incensurati che non impedirà loro di essere denunciati per porto abusivo di armi. Insieme alle armi anche delle droghe e sono state diverse le persone che sono state segnalate.

Movida sicura anche per la circolazione stradale. Durante gli svariati posti di controllo organizzati nelle strade più trafficate i carabinieri hanno identificato 96 persone e setacciato 32 veicoli elevando migliaia di euro in contravvenzioni. I controlli continueranno anche nel weekend.

Continua a leggere

Cronaca

Lutto nella musica napoletana: è morto Franco Fedele, aveva 86 anni

Pubblicato

il

Lutto nella musica napoletana, vista la scomparsa di Franco Fedele, patron della casa discografica La Canzonetta, che ha prodotto i più grandi successi musicali napoletani dal 1901 ad oggi. L’uomo, che aveva 86 anni, era ricoverato presso l’ospedale Cardarelli, dove lottava da tempo contro un male che non gli ha lasciato scampo. Negli ultimi anni, l’edizione musicale La Canzonetta, ha edito brani di Mina, Mietta, Marina Rei, 99 Posse, Tullio De Piscopo, Nino D’Angelo e tanti altri ancora. Una grave perdita per tutto il movimento.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante