Resta sintonizzato

Cronaca

Napoli. Sequestrati 8.000 giocattoli cinesi: erano dannosi per la salute dei bambini

Pubblicato

il

Circa 8.000 giocattoli cinesi sono stati sequestrati a Napoli: contenevano ftalati, molto dannosi per la salute dei bambini.

Dalle analisi condotte è emerso, ha sottolineato in una nota l’Agenzia delle Dogane, che gli ottomila giocattoli presentassero concentrazioni elevatissime di ftalati, pari a oltre il 23%, migliaia di volte superiori ai limiti consentiti.

Il maxi-sequestro è avvenuto nel porto di Napoli, in due distinte operazioni, ad opera dei funzionari dell’Agenzia delle Dogane Napoli 1.

Il sospetto è che i giocattoli, di origine e provenienza cinese, fossero privi dei requisiti di sicurezza prescritti dalle normative, in particolare per concentrazioni di ftalati oltre i limiti consentiti.

E così campioni rappresentativi dei giocattoli oggetto di importazione sono stati prelevati nel corso delle operazioni e inviati al laboratorio Chimico di Napoli per l’esecuzione di mirate analisi volte ad accertarne la sicurezza.

I rappresentanti delle società importatrici, come riporta Il Messaggero,  sono stati deferiti all’Autorità Giudiziaria.

Gli ftalati derivano dall’acido ftalico. Sono sostanze in genere poco solubili in acqua, molto solubili negli oli e in genere si presentano come liquidi incolori.

A partire dal 2003 studi hanno notato una correlazione tra ftalati e disturbi nello sviluppo dei genitali maschili e femminili. Infatti all’interno nel nostro organismo queste sostanze si comportano come interferenti endocrini, ovvero possono avere gravi ripercussioni sul nostro sistema riproduttivo.

Successivamente si è vista anche la pericolosità di queste sostanze presenti in profumi e cosmetici sull’aumentato rischio di diabete tipo 2.

Cronaca

Giugliano-Parete, terreno avvelenato da rifiuti tossici: nei guai un imprenditore

Pubblicato

il

Nel corso della mattinata odierna, gli agenti della Guardia di Finanza di Giugliano che hanno eseguito un’ordinanza atta a disporre del divieto temporaneo di esercizio dell’attività imprenditoriale oltre a un decreto di sequestro preventivo di un terreno di 13mila metri quadrati nonché di quattro mezzi pesanti.

Il terreno in questione si trova tra Giugliano e Parete, e dalle indagini è emersa la responsabilità di un imprenditore agricolo che opera tra i due comuni. L’uomo è ora indagato poiché, usufruendo di un contratto di comodato d’uso, avrebbe permesso lo scarico incontrollato di materiali di risulta su un fondo agricolo, provenienti da cantieri edili del circondario.

Continua a leggere

Cronaca

Sorrento, anziana truffata e rapinata da un finto corriere: arrestato 45enne

Pubblicato

il

Siamo a Sorrento, dove una truffa si è trasformata in una vera e propria rapina.

Secondo una prima ricostruzione, un uomo utilizzando il trucco del finto corriere è riuscito a introdursi in casa di un’anziana di 78 anni, convincendola a consegnargli ben 700 euro in contanti e alcuni gioielli.

Per fortuna l’arrivo della figlia ha consentito di smascherare la truffa, anche se l’uomo è riuscito comunque a fuggire dopo averla spintonata. Tuttavia la sua corsa si è fermata in pieno centro, quando un agente della Polizia locale lo ha bloccato dopo una breve colluttazione.

Poi l’uomo è stato arrestato dai carabinieri della stazione locale, i quali lo hanno identificato nel 45enne Gaetano Conte, originario di Grumo Nevano e già noto alle forze dell’ordine. Al momento l’uomo è in carcere in attesa di giudizio, e dovrà rispondere ai reati di truffa aggravata e rapina impropria.

Invece la donna aggredita è stata medicata dal personale sanitario e ha riportato lesioni guaribili in 10 giorni. La refurtiva sottratta è stata poi riconsegnata alla legittima proprietaria.

Continua a leggere

Cronaca

Tragico incidente in galleria, morti due giovani: la situazione

Pubblicato

il

Tragico incidente stradale avvenuto questa notte nella galleria ‘I Pianacci’ della circumvallazione a Montesilvano, nel pescarese, nel quale un’Alfa Romeo si è schiantata contro uno spigolo all’interno del tunnel dopo aver tamponato un’altra vettura.

In particolare, l’impatto con il muro laterale della galleria è stato molto violento e per i due giovani a bordo della vettura non c’è stato nulla da fare. Pertanto le vittime sono state identificate in un 23enne residente a Pescara e in una ragazza di 33 anni residente a Montesilvano, morti entrambi sul colpo.

Sul posto sono intervenuti i Vigili del Fuoco del Comando provinciale di Pescara, che hanno estratto i corpi dalle lamiere. Inoltre gli agenti della Polizia Stradale hanno effettuato i rilievi del caso per risalire all’esatta dinamica dell’incidente.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy