Resta sintonizzato

Cronaca

Focolaio al matrimonio del noto imprenditore: alcuni invitati positivi al Covid-19

Pubblicato

il

Gianpaolo Tarantini, imprenditore pugliese noto alle cronache per il “Bunga-bunga” le feste organizzate nelle residenze dell’ex presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, si è sposato lo scorso 31 gennaio ma alcuni invitati al matrimonio sono risultati positivi al Covid-19.

Le nozze sono state celebrate quando la regione Lazio era ancora in zona arancione ed hanno partecipato anche alcuni invitati partiti dalla Puglia che, una volta tornati a Bari, hanno avvertito sintomi e successivamente accertato la positività al Covid.

Tarantini è stato condannato in appello a due anni e dieci mesi per sfruttamento della prostituzione, accusato di aver portato tra il 2008 e il 2009 escort a casa dell’allora premier Silvio Berlusconi.

Tarantini, che ai tempi delle inchieste era sposato con Angela Nicla Devenuto, da cui si è separato, si è risposato lo scorso 31 gennaio con la nuova compagna Allegra Zingone.

La notizia era stata anticipata dal TgNorba che ha pubblicato le immagini della festa, svoltasi in un hotel del centro della Capitale, nelle quali si vedono sposi e invitati senza mascherine.

Stando a quanto riferito all’Ansa da un invitato, sarebbero quattro i casi positivi fino ad ora accertati, tutti a Bari, sui complessivi 20 invitati al pranzo. Le autorità sanitarie stanno ricostruendo la catena dei contatti per circoscrivere una eventuale ulteriore diffusione del contagio.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Cronaca

Follia nel napoletano, aggredisce la sorella e i suoi nipoti con un bastone: 53enne in manette

Pubblicato

il

Notte movimentata per i carabinieri della Compagnia di Monte di Procida, che sono intervenuti in via Cappella, per la segnalazione di un uomo che stava aggredendo la propria famiglia. In particolare, gli agenti, una volta giunti sul posto, hanno trovato l’uomo, un 53enne già noto alle forze dell’ordine, è stato sorpreso mentre stava rompendo la finestra della casa di sua sorella, con un bastone di alluminio. Sono due i feriti, tra cui la figlia 23enne, che si è lanciata dalla finestra ma non è in pericolo di vita. Mentre l’altro figlio della donna, 25 anni, si è procurato delle ferite lacero contuse al piede destro, nel tentativo di bloccare la porta e non far entrare il 53enne. Tuttavia, l’uomo, è stato bloccato e arrestato ed è ora in attesa di giudizio.

Continua a leggere

Cronaca

Tragedia in strada, impatto fatale tra due auto: un morto e tre feriti

Pubblicato

il

Tragedia avvenuta nella serata di ieri sulla Statale 460 tra Leini e Lombardore, in provincia di Torino, dove due auto si sono scontrate in un incidente. In particolare, sulla prima vettura, una Suzuki Wagon, vi era la vittima Sid Ahmed Kadiri, 27enne algerino ma residente a Torino e al volante, una 26enne italiana di Castellamonte, trasportata all’ospedale Giovanni Bosco in condizioni non gravi. Mentre sulla seconda vettura, una Ford Ka che viaggiava nel senso opposto, viaggiava una famiglia romena residente a Lombardore. Al momento, la ragazzina, è stata trasportata presso l’ospedale Regina Margherita di Torino, dove sta lottando tra la vita e la morte. Il padre invece, 48 anni, si trova al Giovanni Bosco in condizioni non gravi. Illesa infine, la madre di 46 anni, che era al volante.

Sul posto, sono intervenuti Vigili del Fuoco e carabinieri, oltre ai sanitari del 118.

Continua a leggere

Cronaca

Lite tra vicini sfocia nel dramma, intervengono i carabinieri: i particolari

Pubblicato

il

Attimi di panico a San Felice a Cancello, nel Casertano, dove i carabinieri della Compagnia di Marcianise, sono giunti nei pressi di Cave per la segnalazione di una lite tra vicini. In particolare, uno dei due, ha anche centrato la finestra dell’altro con un colpo di pistola.

Pertanto, la vittima, un 50enne dipendente di un’azienda, ha riportato solo danni materiali, mentre il rivale ultrasettantenne è stato denunciato a piede libero e la sua pistola, è stata sequestrata.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante