Resta sintonizzato

Attualità

Prende forma il Governo Draghi: oggi alle 12 il giuramento

Pubblicato

il

Prende forma il Governo Draghi e oggi alle 12 ci sarà il giuramento.

Ieri sera Mario Draghi ha incontrato il Premier uscente Giuseppe Conte, il colloquio, durato circa mezz’ora, è stato l’ultimo alla scrivania di Presidente del Consiglio del Professor Conte.

Draghi ha incontrato anche Maria Elisabetta Casellati, presidente del Senato e Roberto Fico, presidente della Camera.

Alle 12 di oggi entra ufficialmente in carica con il giuramento al Quirinale, il presidente del consiglio e i ministri giurano davanti al presidente della Repubblica Mattarella e mercoledì alle 10 ci sarà il voto di fiducia in Senato.

Ieri sera, alle 19, Draghi è arrivato puntualissimo al Colle con la lista dei ministri da presentare al capo dello Stato e ha sciolto la riserva, accettando l’incarico ed elencando alla stampa i 23 ministri con e senza portafoglio (15 uomini e 8 donne), 15 dei quali sono figure politiche e 8 profili tecnici.

Sette i nomi del governo Conte II, tra i quali il ministro della Sanità Speranza, quello degli Esteri Di Maio, e la ministra degli Interni Lamorgese che restano al loro posto.

Dopo il giuramento, alle 13 ci sarà la cerimonia della campanella, vale a dire il consueto passaggio di consegne tra il vecchio presidente del Consiglio e il nuovo, un rito che suggellerà la nascita dell’esecutivo Draghi.

Il premier ha già incontrato Giuseppe Conte ieri sera, a conclusione della sua giornata ricca di appuntamenti istituzionali.

Dopo le presentazioni, i saluti e gli scambi, sta arrivando l’ora dell’azione di governo con un’agenda che in cima alle priorità ha il pesante dossier Coronavirus con il delicato capitolo campagna vaccinale; e poi scuola, lavoro, fisco e ambiente.

Stando al Sondaggio Pagnoncelli, il 62% degli italiani ha espresso un giudizio positivo sul governo nascente e la differenza tra favorevoli e contrari (38%) è cresciuta del 6% nel giro di una sola scorsa settimana.

L’indice di gradimento, calcolato escludendo coloro che non si esprimono (14%), si attesta a 72.

 

Attualità

Campi Flegrei, Commissione Grandi Rischi: “Le scosse potrebbero aumentare da settimana prossima”

Pubblicato

il

“Nella giornata di ieri si è riunita la Commissione Grandi Rischi – Settore Rischio Vulcanico, che ha raccomandato di mantenere alta l’attenzione sulle attività di monitoraggio del vulcano e sulle misure di prevenzione e mitigazione del rischio. Sebbene non si riscontrino elementi che suggeriscano una migrazione del magma verso livelli più superficiali, l’analisi dei dati multi-parametrici evidenzia la prosecuzione dell’intensificazione del fenomeno bradisismico. L’inasprimento della crisi in atto richiede, dunque, verifiche frequenti dello stato del vulcano. La commissione evidenzia inoltre che l’attività sismica potrà proseguire o incrementarsi nelle prossime settimane. Allo stato attuale permane il livello di allerta gialla”.

A riportarlo è la Protezione Civile con una nota sul suo sito istituzionale.

Continua a leggere

Attualità

32 anni dalla strage di Capaci, Sergio Mattarella: “La mafia è destinata a finire”

Pubblicato

il

Come sostenevano Falcone e Borsellino, la Repubblica ha dimostrato che la mafia può essere sconfitta e che è destinata a finire. L’impegno nel combatterla non viene mai meno. I tentativi di inquinamento della società civile, le intimidazioni nei confronti degli operatori economici, sono sempre in agguato. La Giornata della legalità che si celebra vuole essere il segno di una responsabilità comune”.
Lo dice il capo dello Stato Sergio Mattarella in un messaggio nel 32° anniversario della strage di Capaci.

Continua a leggere

Attualità

Campi Flegrei, il ministro Musumeci: “Chi vive lì sapeva i rischi”

Pubblicato

il

Per la messa in sicurezza dei Campi Flegrei ci vorrano oltre 500 milioni di euro.
Le scuole avranno la priorità. Il Governo studia poi l’ipotesi di sostenere chi vuole trasferirsi altrove, escludendo il ricorso al sisma-bonus.
Lo ha riferito il ministro per la Protezione civile, Nello Musumeci, al termine del vertice a Palazzo Chigi presieduto dalla Premier Giorgia Meloni.

“Ma chi ha scelto di vivere lì – ha sottolineato Musumeci – sapeva che era un’area difficile. Serve una convivenza vigile col pericolo. Se decidi di stare in quel luogo ci devi aiutare a promuovere una convivenza responsabile con una maggiore consapevolezza”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy