Resta sintonizzato

Attualità

Covid-19. I dati della regione Campania: da inizio pandemia i decessi sono più di 4mila

Pubblicato

il

Oggi, lunedì 15 febbraio, sono 966 i nuovi casi di Coronavirus in Campania: lo ha comunicato l’Unità di Crisi della Protezione Civile della Campania, nel consueto bollettino giornaliero.

Sono stati 9.509 in tutto i tamponi analizzati nelle ultime 24 ore nei laboratori regionali, di cui 795 antigenici.

Dei nuovi casi, 51 sono risultati positivi ai tamponi antigenici rapidi.

Per quanto riguarda i positivi ai tamponi molecolari, 44 sono sintomatici e 871 risultano invece asintomatici.

I nuovi decessi registrati sono 16, per un totale di 4.022 morti da inizio pandemia. I guariti totali sono invece 170.804 , con 888 nuovi casi nelle ultime 24 ore.

La situazione negli ospedali della Campania vede 107 persone ricoverate in terapia intensiva, cui si aggiungono altre 1.281 persone nei reparti di degenza ordinaria.

Da inizio pandemia, sono 243.882 (di cui 3.116 antigenici) i casi totali in Campania, con 2.679.393 (di cui 64.083 antigenici)​ tamponi complessivi analizzati. Inoltre i decessi hanno superato quota quattromila.

Ciò che desta maggiore preoccupazione è però l’indice di contagio che, nelle ultime settimane, ha ripreso a salire: quest’oggi è di nuovo sopra il 10% il rapporto tra tamponi analizzati e tamponi risultati positivi.

Solo negli ultimi 7 giorni si sono registrati oltre 10mila nuovi casi di Coronavirus in Campania, con il record di 1.751 in un solo giorno lo scorso 13 febbraio.

Oggi, la Regione Campania ha anche comunicato che il 25% dei casi positivi in Campania sono legati alla cosiddetta “variante inglese”, che sembra iniziare a diffondersi rapidamente in tutte le regioni: Palazzo Santa Lucia ha spiegato che un caso su quattro è ormai da considerarsi in Campania dovuto proprio alla variante, definita “inglese” (o “britannica”) perché isolata lì per la prima volta.

 

 

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Rione Traiano, i ragazzi ritornano in campo

Pubblicato

il

Sono stati diversi i mesi di ristrutturazione e, finalmente, domani (24 aprile) alle ore 18.30, verrà inaugurato il campetto della “Parrocchia Medaglia Miracolosa”.
Tutto nasce dal progetto  “Un campo per la vita” finanziato e gestito dall’Associazione “Progetto Abbracci”.
Sarà l’occasione per portare sul campo tanti giovani che sostengono l’Associazione nel suo lavoro verso una riqualifica delle aree di Napoli. Al taglio del nastro saranno presenti Maura Striano, Assessore all’Istruzione e alla Famiglia, e Emanuela Ferrante, Assessore allo Sport del Comune di Napoli.

(fonte: Ansa.it)

Continua a leggere

Attualità

Scandalo nel Regno Unito: ecco le scottanti rivelazioni su un membro della famiglia reale

Pubblicato

il

Hanno fatto scalpore le rivelazioni fatte dalla 44enne attrice Rebel Wilson nel suo libro biografico intitolato ‘Rebel Rising’, nel quale dopo aver raccontato delle proposte stravaganti di Sacha Baron Cohen sul set di Grimsby, ha ora parlato di un party dai risvolti piccanti che ha come protagonista un membro della famiglia reale inglese.

Secondo il racconto dell’attrice, era il 2014 quando Wilson venne invitata da un amico ad una festa che poi si rivelò un’orgia a base di droga, durante la quale incontrò un membro della famiglia reale britannica che tentò più volte di toccarla.

Al momento la sua identità è top secret, visto che la 44enne non ha voluto rivelarla, ma pare si tratti di un 15esimo o 16esimo nella linea di successione al trono. In particolare la donna ricorda che il reale le ha fatto numerose avances e nel frattempo cercava di toccarle il seno, oggetto di una frenetica palpazione.

Poi, verso le 2 del mattino, arrivò un vassoio che Wilson reputava di caramelle ma che in realtà era MDMA, episodio che spinse la Wilson ad andare via prima che le cose degenerassero.

Continua a leggere

Attualità

Il presidente della Polonia: “Pronti a schierare armi nucleari”

Pubblicato

il

La Polonia è “pronta” ad accogliere armi nucleari sul suo territorio: lo ha detto il presidente Andrzej Duda.

 “Se i nostri alleati decidono di schierare armi nucleari nel quadro della condivisione nucleare sul nostro territorio per rafforzare la sicurezza del fianco orientale della Nato, siamo pronti a farlo”, ha detto Duda al quotidiano popolare Fakt.

 L’esercito russo adotterà le misure necessarie per garantire la sicurezza nazionale se la Polonia ospiterà armi nucleari: lo ha annunciato il Cremlino, come riporta la Tass. 

(fonte: Ansa.it)

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy