Armando Fava ha provato a farla finita la notte scorsa sui binari ma le persone residenti nei pressi della stazione, sentendo le urla, hanno chiamato i Carabinieri.

Giunti sul posto questi ultimi sono riusciti a salvare il 42enne, salvo poi accorgersi che l’uomo sarebbe dovuto essere ai domiciliari e così lo hanno arrestato.

La vicenda è accaduta in via Vivaldi a Caserta, nei pressi del rione Acquaviva, poco dopo le due di questa notte.

Fava si trovava nei pressi dei binari del passaggio a livello e le sue azioni, probabilmente dettate da scarsa lucidità e da uno stato di alterazione psicofisica, facevano temere addirittura un gesto estremo.

Richiamati dalle urla i residenti hanno deciso di contattare le forze dell’ordine: sul posto è giunta prontamente una pattuglia dei carabinieri del nucleo operativo radiomobile.

I militari lo hanno tratto in salvo e identificato: dal controllo è emerso però che il 42enne doveva essere agli arresti domiciliari nella sua abitazione a San Tammaro, in provincia di Caserta.

E’ così scattato il fermo per evasione dagli arresti domiciliari in attesa della direttissima prevista in queste ore.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.