Resta sintonizzato

Attualità

L’appello del Presidente dell’Anci Campania: “Bisogna rivedere la ripartizione dei vaccini”

Pubblicato

il

Il Presidente dell’Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) Campania Carlo Marino e il delegato di Anci nell’Unità di Crisi regionale Stefano Pisani, che è anche coordinatore dei piccoli comuni campani dell’associazione, come riporta l’Ansa, hanno lanciato un appello affinché giungano alla Campania più vaccini.

Siamo di fronte alla ripresa del contagio in modo importante e diffuso in tutto il Paese, è trascorso un anno e siamo nuovamente alle prese con ulteriori chiusure diffuse sul territorio nazionale. Questa volta, però dobbiamo fare anche altro oltre alle chiusure: accelerare il processo di vaccinazione soprattutto verso le fasce deboli” hanno detto, rivolgendosi al Commissario Figliuolo, affinché si riveda subito la ripartizione dei vaccini.

Non si può rimanere in silenzio, con la ripresa del contagio, di fronte all’amara statistica che ci presenta il report nazionale vaccini che vede consegnate oltre 6,5 milioni di dosi e solo 4,5 milioni somministrate. Ben 2 milioni di dosi sono in magazzino, ferme, in attesa di essere somministrate” hanno affermato i due esponenti.

Continuando “Al netto delle scorte per la somministrazione della seconda dose è evidente che bisogna rivedere immediatamente la distribuzione delle dosi per accelerare la messa in sicurezza degli ultrasettantenni e delle fasce deboli. La Campania (terza per efficacia nell’attività di somministrazione) si trova di fronte al paradosso di aver ricevuto in proporzione meno dosi di Regioni, con un numero di abitanti simili, come Lazio o Veneto, e di essere penalizzata per essere tra le regioni più virtuose nelle attività di vaccinazione“.

Concludendo “Noi sindaci e autorità sanitarie locali chiediamo che il neo commissario straordinario per l’Emergenza COVID 19, generale Figliuolo, riveda immediatamente la ripartizione dei vaccini tenendo conto della popolazione residente e anche della rapidità del processo di vaccinazione che come regione abbiamo messo in campo, non è il momento di fare scorte di magazzino, è il momento di fare presto così come abbiamo scelto di fare in Campania dove in molti casi i sindaci insieme con la Regione Campania e con le ASL stanno facendo la differenza” .

Attualità

Blitz della Polizia, scoperta autorimessa adibita a parcheggio abusivo: nei guai un 50enne

Pubblicato

il

Blitz della Polizia Stradale di Nola, che lo scorso venerdì ha proceduto ad un controllo amministrativo presso un’autorimessa nel territorio di Nola.

In particolare, gli agenti hanno accertato che un lotto di terreno di circa 1570 mq è stato recintato dal locatario, un 50enne del posto, e adibito all’attività di parcheggio di veicoli senza nessun titolo autorizzativo, e senza aver adottato misure di adeguamento previste dalla vigente normativa in materia di reati ambientali.

Inoltre, all’interno del parcheggio sono stati rinvenuti numerosi manufatti in materiale ferroso in stato di arrugginimento, ed altri materiali di risulta derivanti da scarti edili. Pertanto, alla luce di tali accertamenti, il parcheggio è stato sottoposto a sequestro.

Continua a leggere

Attualità

Pericolo sciacalli a Ischia: 53enne ruba un’auto sui luoghi della tragedia

Pubblicato

il

Controlli serrati dei carabinieri a Ischia, durante i quali un 53enne di Forio già noto alle forze dell’ordine, è stato sorpreso alla guida di un’auto rubata poco prima in una delle zone più colpite dalla frana. Adesso dovrà rispondere di ricettazione, mentre l’auto è stata restituita al legittimo proprietario.

Inoltre, in piazza Di Maio, un 30enne del posto è stato trovato in possesso di una dose di cocaina, ed è stato segnalato alla Prefettura. In totale, sono state identificate 112 persone e controllati 75 veicoli.

Continua a leggere

Attualità

Parrocchiano si innamora del sacerdote e lo perseguita: denunciato

Pubblicato

il

Si era innamorato di lui tra i banchi di scuola, per poi continuare a vederlo in un’altra veste. Stiamo parlando di un parrocchiano di 62 anni, che per mesi avrebbe perseguitato il sacerdote della chiesa che frequentava, telefonandolo a qualsiasi ora e perseguitandolo con appostamenti e minacce.

Tuttavia, alcuni mesi fa, un’ordinanza del Tribunale di Roma ha proibito al fedele di avvicinarsi al prete e alla chiesa dove egli celebra la messa. Pertanto, la vicenda rischia di finire in tribunale e la Procura è pronta a chiedere il processo per il parrocchiano, con l’accusa di stalking.

In particolare, i fatti risalgono al gennaio 2021 nella chiesa del quartiere San Giovanni. Proprio qui, nonostante i continui rifiuti della vittima, egli ha proseguito nella sua ossessione fino ad arrivare alla denuncia.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy