Resta sintonizzato

Attualità

MUGNANO. Controlli della Polizia Municipale nella Zona Rossa: l’appello del Sindaco

Pubblicato

il

Zona rossa, controlli a tappeto della Polizia Municipale

MUGNANO – Zona rossa, controlli a tappeto della Polizia Municipale. I caschi bianchi del Comune, su richiesta del sindaco Luigi Sarnataro, nei giorni scorsi hanno effettuato numerose controlli in strada per il rispetto delle restrizioni anti covid dovute alla zona rossa.

Decine le persone fermate e tre, per ora, quelle sanzionate poiché “sostavano in strada senza giustificazione”. Le verifiche anti-assembramento continueranno nei prossimi giorni.

Ringrazio i vigili urbani – sottolinea il sindaco Luigi Sarnataroche nonostante la scarsità di mezzi e uomini, stanno effettuando controlli massicci sul territorio, specie nei luoghi più sensibili come piazza Municipio.

Ricordo a tutti i miei concittadini che siamo nel pieno di una terza, forte, ondata del virus, la situazione è preoccupante, i numeri dei contagi sono in continua crescita.

Pertanto chiedo a tutti di rispettare le regole, di uscire il meno possibile e solo per motivi di necessità. So che siamo stanchi e scoraggiati, ma questo momento è cruciale: difendete la salute vostra e dei vostri cari”.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Blitz dei carabinieri, scoperto traffico illecito di rifiuti dalla Campania al Nord-Italia: in manette 12 persone

Pubblicato

il

Si arricchisce sempre più di particolari, l’inchiesta relativa al traffico illecito di rifiuti che va dalla Campania al Nord Italia. In particolare, in Veneto, i carabinieri di Belluno, hanno tratto in arresto 12 persone. Secondo gli inquirenti, si tratta di appartenenti ad un’associazione per delinquere, nei cui confronti pendono le accuse di traffico illecito di rifiuti, emissione di fatture per operazioni inesistenti e creazione di società cartiere per rimborsi Iva. Tale operazione, denominata ‘Plastic Connection’, ha consentito di smantellare in questo senso le province di Belluno, Treviso, Padova, Vicenza, Napoli, Avellino e Pisa. Inoltre, sono stati sequestrati anche immobili e conti corrente del valore di diversi milioni di euro.

Infine, sono indagate a piede libero altre 10 persone, responsabili di condotte analoghe, ma considerate meno gravi.

Continua a leggere

Attualità

Scuole sicure a Napoli: il 95,8% di studenti e personale si è sottoposto a test volontario

Pubblicato

il

NAPOLI – L’Asl Napoli 1 ha deciso di principiare uno screening nelle scuole per il monitoraggio della circolazione del virus nelle scuole primarie e secondarie. I test sono su base volontaria, chiunque può sottoporsi con il consenso dei genitori.

Tanti i ragazzi, insegnanti e il personale scolastico che si sono sottoposti al tampone per controllare e monitorare il proprio stato di salute in funzione della sicurezza di tutti. Il risultato della giornata di ieri, 23 settembre, è stato molto incoraggiante.

Su 1.084 tamponi consegnati sono 1.039 quelli utilizzati dalle scuole, il 95,85%. Esaltata da tale importante ed inaspettato risultato, il personale dell’Asl si è lasciato ad un ringraziamento sentito in un comunicato: “Grazie al vostro impegno, un grande successo. Viva la scuola

Continua a leggere

Attualità

Caso Whirpool: sospensione licenziamenti fino al 15 ottobre

Pubblicato

il

NAPOLI – L’azienda Whirlpool ha accolto la proposta del ministro dello Sviluppo Economico, Giancarlo Giorgetti, per una sospensiva della procedura di licenziamento dei lavoratori impegnati nel sito di Napoli fino al 15 ottobre per lavorare su un piano alternativo.

Accogliamo la richiesta del ministero, l’azienda estende la procedura fino a metà di ottobre in cambio di un’agenda serrata di incontri per discutere della transizione della persone e di trasferimenti eventuali degli asset“. Queste le parole espresse dal direttore dell’azienda.

Giorgetti aveva infatti chiesto all’azienda, nel corso della riunione, di favorire la possibilità di approfondire il dossier che ha sottolineato essere “complesso e ambizioso. I consorzianti sono persone serie e da parte di tutti è doveroso verificare che il progetto possa camminare sulle proprie gambe”. È stata concordata la definizione di un calendario di confronti tecnici per i prossimi giorni.

“Bene il piano di reindustrializzazione del sito Whirlpool di Napoli proposto dal ministero dlelo Sviluppo economico ma ora si tratta di entrare nel merito dei progetti in modo da capire i tempi e le garanzie per i lavoratori”. 

Questa la posizione espressa da Barbara Tibaldi, segretaria nazionale Fiom-Cgil e responsabile elettrodomestico, all’incontro su Whirlpool al Mise.

Queste le parole espresse dalla responsabile: “Ringraziamo il Mise, oggi rappresentato nella sua completezza, e’ un elemento di garanzia. Le ipotesi di reindustrializzazione sono complesse e meritano approfondimenti. La preoccupazione nasce sulla tempistica, visto che la procedura di licenziamento collettivo scade il 29 settembre”.

“Bene – prosegue – che ci sia una prima illustrazione della proposta. Fateci discutere della concretezza, non diremo mai ne’ si ne’ no fin quando non sapremo quanti lavoratori saranno assunti, con quale contratto e quali saranno le garanzie di questo progetto. Entriamo nel merito e il tempo va gestito con serieta’ e noi siamo disponibili”.

“Abbiamo bisogno che tutti i soggetti coinvolti siano presenti e ci sia un’intesa tra persone serie a trovare una soluzione concreta. Chiediamo – conclude – un calendario di incontri per esaminare nel merito questo progetto”.

 Gianluca Ficco, segretario nazionale Uilm responsabile del settore elettrodomestici, e Antonello Accurso, segretario della Uilm Campania, hanno parlato durante una sospensione dell’incontro con la multinazionale presso il ministero dello Sviluppo economico. 

Il piano, secondo Invitalia, e’ stato elaborato sulle direttrici di sviluppo tracciate con il Pnrr – spiegano Ficco e Accurso – e punta sulla costituzione di un polo della mobilita’ sostenibile, a partire dalle filiere gia’ presenti in Campania dell’auto e del trasporto su rotaia.

“Invitalia – prosegue- ha precisato che sta lavorando a costituire un consorzio di imprese specializzate in ambito industriali differenti e sono stati individuati i primi aderenti, con 5 iniziative e 87 milioni di investimento stimati”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante