Resta sintonizzato

Campania

Allarme Covid in Campania. Regione con indice RT più alto d’Italia

Pubblicato

il

Continua a crescere l’allarme covid in Campania. Gli ultimi dati rilevati dal report dell’Istituto superiore di Sanità per il Ministero della Salute, parlano dell’indice RT più alto d’Italia.

La nostra regione, infatti, ha un indice Rt di 1,65 ed è seguita dalla Valle D’Aosta e Friuli Venezia Giulia entrambe a 1.42. Il valore più basso si registra nella provincia autonoma di Bolzano con lo 0.59. Lombardia a 1.16, Piemonte 1.33, Puglia 1.24, Veneto 1.25.

Preoccupa anche il livello di occupazione degli ospedali in Campania: le terapie intensive sono occupate al 27%, poco meno della soglia di allarme del 30, e degenze al 37%, anch’esse a pochissimi punti dal limite di guardia.

Tant’è vero che la classificazione di rischio della Campania è «alta» per l’Istituto superiore di Sanità. La Campania con un indice di 1,70% è anche la regione con la maggiore prevalenza puntuale di positivi.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campania

[LIVE] De Luca. Il punto della settimana

Pubblicato

il

Alle 14:45 il consueto appuntamento con il governatore della Campania Vincenzo De Luca

Continua a leggere

Attualità

Paura per i contagi al Giffoni Film Festival: sospesi gli eventi serali

Pubblicato

il

Sospesi gli eventi serali del Giffoni Film Festival: lo ha deciso la direzione del prestigioso evento che si sta svolgendo in questi giorni nell’omonima cittadina della provincia di Salerno.

Situazione Covid sotto controllo, ma l’aumento generale dei contagi e la paura che possano formarsi pericolosi assembramenti dovuti alle tante persone che assistono agli eventi hanno fatto sì che si decidesse di sospendere le attività serali di Piazza Lumière. Si continuerà invece regolarmente in tutti gli altri eventi, compresi quelli nelle sale della Cittadella del Cinema e in Multimedia Valley.

Già dallo scorso anno i giffoners hanno dimostrato di saper rispettare le regole in modo rigoroso”, hanno spiegato in una nota il direttore Claudio Gubitosi e il Presidente Pietro Rinaldi, continuando “Siamo stati un esempio per i tanti altri eventi e festival italiani e internazionali, dimostrando che è possibile proseguire un’attività culturale nel modo più giusto per il momento che stiamo vivendo. Di fronte ad una situazione ancora incerta, abbiamo deciso di reagire immediatamente“.

La scelta è stata condivisa anche dal sindaco di Giffoni, Antonio Giuliano: “La scelta di sospendere le attività legate alla musica dal vivo in Piazza Lumière è un atto di responsabilità da parte del Festival e del Comune per prevenire eventuali assembramenti dovuti dall’arrivo delle tante persone che seguono l’evento. Arriverà il tempo per rivedere il nostro paese pieno del nostro pubblico“.

“Il Giffoni Film Festival, in via preventiva e d’accordo con il Comune di Giffoni Valle Piana, al fine di evitare eventuali assembramenti in un momento in cui è necessaria ancora maggiore attenzione, ha deciso di sospendere le attività serali del Giffoni Music Concept previste in Piazza Lumière” è l’esordio della nota.

Che continua, spiegando “Tutti gli altri appuntamenti in programma nelle sale della Cittadella del Cinema e in Multimedia Valley, così come la presenza dei talenti musicali per gli incontri con i soli giurati, proseguiranno regolarmente e in totale sicurezza“.

Concludendo “L’organizzazione del Festival si scusa con quanti hanno prenotato i posti per le singole serate, ma la prevenzione e la tranquillità di tutti restano sempre al primo posto“.

Continua a leggere

Campania

Covid Campania. I dati dei contagi del 22 Luglio

Pubblicato

il

Balzo in avanti in 24 ore del tasso di incidenza Covid in Campania, qui calcolato sui soli tamponi molecolari: i nuovi positivi sono 352 su 8.430 test, una percentuale del 4,17 contro il 3,17 di ieri. Il bollettino dell’Unità di crisi segnala anche una nuova vittima e un incremento (+9) dei ricoveri in degenza, a quota 184.


    L’occupazione delle terapie intensive cala invece di un’unità e si attesta a 12. 

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante