Resta sintonizzato

Capua

Domenico muore a 8 anni per una polmonite: sotto accusa Asl e pediatra

Pubblicato

il

Il piccolo Domenico Guarino è scomparso a soli 8 anni nel gennaio 2013 per una polmonite.

Responsabili della morte del bambino di Capua sarebbero il pediatra Ciro Prezioso e l’Asl di riferimento.

A deciderlo, la Corte d’Appello di Napoli che, pur dichiarando la prescrizione del reato, ha confermato la responsabilità già pronunciata dal giudice di primo grado.

La corte partenopea ha condannato quale responsabile civile anche l’Asl, uscita indenne dal primo grado di giudizio, in quanto il pediatra lavorava proprio in regime di convenzione con l’Azienda Sanitaria Locale.

Adesso sia il professionista sia l’Asl dovranno risarcire in solido i genitori del bambino, costituitisi parte civile con gli avvocati Letizia Di Rubbo e Fabiola Iannuzzi.

I giudici hanno validato la provvisionale già fissata in 140mila euro dal giudice Meccariello del tribunale di Santa Maria Capua Vetere. 

Secondo quanto emerso, il professionista avrebbe visitato il piccolo Domenico solo il giorno prima della morte, nonostante il problema respiratorio fosse pregresso di qualche settimana e lui stesso, secondo quanto ricostruito nel corso delle udienze, ne fosse a conoscenza.

Sarebbe stato proprio il mancato approfondimento diagnostico, con il piccolo che non venne visitato prima, a determinare la scomparsa prematura di Domenico. 

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Capua

Paura in provincia di Caserta. Esplode la cucina: donna ricoverata con numerose ustioni

Pubblicato

il

Prima il boato, poi l’esplosione: una fuga di gas ha fatto esplodere l’intera cucina mentre una donna era ai fornelli.

Era un piccolo locale adibito a cucina, all’esterno ma è si è riempito di gas e una piccola scintilla ha probabilmente scatenato lo scoppio.

Una perdita dalla bombola di gas, l’ambiente ristretto che si è saturato in pochi minuti, le fiamme dei fornelli e l’inevitabile scoppio. Il boato ha allertato i residenti delle abitazioni limitrofe e si è subito attivata la macchina dei soccorsi.

L’incidente domestico è accaduto in via San Tommaso a Capua intorno alle 15.30 di oggi, domenica 2 maggio, mentre una donna, F.G., era intenta a cucinare in un locale esterno alla sua abitazione.

All’arrivo dei soccorsi la donna è stata trasportata d’urgenza all’ospedale civile di Caserta poiché, a causa dello scoppio, ha riportato ustioni su numerose parti del corpo.

I medici si sono riservati se effettuare il trasporto presso il Centro Grandi Ustionati di Napoli. Sul luogo dell’esplosione sono intervenuti i vigili del fuoco del Capoluogo con l’ausilio di un’autobotte.

Sul posto anche gli agenti della polizia locale di Capua ed i carabinieri della Compagnia di Capua per gli accertamenti di rito.

Continua a leggere

Attualità

“Sono fuori di testa”. Ma che succede a Capua!? Incredibile assembramento al Mercatino

Pubblicato

il

La Campania è in zona Arancione e, a partire da domani, entrerà in zona Rossa a causa del drastico aumento dei casi di Covid-19 e del pericolo varianti.

All’uscita di Capua, però, il mercatino storico della zona si svolge regolarmente, con un incredibile assembramento di persone, nonostante la risalita dei contagi.

Non è la prima volta e infatti ne avevamo già parlato a metà dicembre (leggi qui).

Questa volta le forze dell’ordine sono presenti e gestiscono la situazione, ma resta il caos. Molte aziende sono costrette a chiudere, altre chiuderanno probabilmente tra qualche mese e a Capua, invece, la vita va avanti come se nulla stesse accadendo.

Richiamando i vincitori di Sanremo, i Maneskin, è davvero il caso di dire che a Capua “sono fuori di testa”.

Continua a leggere

Ambiente

Scene apocalittiche: rione in fiamme durante la notte

Pubblicato

il

Capua- Divampa un pericoloso incendio nel corso della notte nel rione Santagata di Capua, nel casertano.

Verso le 4:30 circa diversi incendi, probabilmente dolosi, prendono corpo nella zona residenziale. Incendiate 10 automobili.

Sul posto sono giunti i Vigili del Fuoco ed il personale del 118. Le forze dell’ordine intervenute indagano sulle cause dell’incendio. Sul posto sono intervenute tre ambulanze perchè due persone sono rimaste intossicate: si tratta di una donna di 87 anni e di una residente di 66 anni. Non è stato necessario, il ricovero in ospedale.

 

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante