Resta sintonizzato

Attualità

Terra dei Fuochi: aumentano del 30% i roghi tossici. Incrementano le patologie gravi

Pubblicato

il

NAPOLI – Secondo i dati raccolti dalla Direzione investigativa antimafia (DIA) sono stati 1937 i roghi che hanno torturato la Terra tra le provincie di Napoli e Caserta. Il dato particolarmente allarmante riguarda i rifiuti tossici incendiati che registrano un aumento del 30% rispetto all’anno scorso.

Una volta era conosciuta come la Terra Felix, la zona maggiormente fertile d’Italia, ora come la Terra dei Fuochi a causa dei roghi e degli sversamenti delle sostanze inquinanti che danneggiano non solo il terreno, ma la salute della popolazione locale.

Il fenomeno è stato oggetto di studio da quattro anni da parte dell’Istituto Superiore di Sanità e la Procura della Repubblica di Napoli Nord. Le due istituzioni, difatti, accordandosi svolgono degli studi incentrati proprio sul controllo della zona e sulle conseguenze di tale spregiudicato uso della Madre Terra.

In particolare “l’area oggetto dell’indagine riguarda il territorio dei 38 Comuni del Circondario della Procura di Napoli Nord, 34 dei quali rientrano nella definizione “Terra dei Fuochi” della legge 6/2014 con una superficie totale di 426 kmq.

Su questa area, in base ai dati raccolti disponibili al gennaio 2017, sono stati registrati 2.767 siti interessati da smaltimento controllato o abusivo di rifiuti, anche pericolosi, in 653 dei quali risultano anche avere avuto luogo combustioni illegali.”

L’ultimo rapporto stilato mostra inequivocabilmente l’impatto sanitario negativo dello smaltimento e della combustione di sostanze inquinanti nella popolazione. I dati mostrano un incremento di alcune gravi patologie di cui attendiamo notizie più certe.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Manfredi supervisiona la Galleria Vittoria

Pubblicato

il

NAPOLI – Questa mattina il Sindaco di Napoli, Gaetano, Manfredi e l’assessore alle infrastrutture, Edoardo Cosenza, hanno effettuato un sopralluogo presso la Galleria Vittoria assieme al responsabile dell’Anas Campania, Nicola Montesano.

«Stiamo rispettando il cronoprogramma dei lavori. Dobbiamo ricordare ai cittadini che la riapertura della Galleria Vittoria è fatta di due fasi: il completamento delle opere previste e la valutazione da parte dell’autorità giudiziaria del completamento dei lavori, con il successivo dissequestro. Con questo percorso restituiremo la galleria ai napoletani, riducendo così i disagi che i cittadini hanno sopportato in questi lunghi mesi», dichiara il primo cittadino.

«Stiamo lavorando, – prosegue – insieme con la polizia municipale e gli assessori De Iesu e Cosenza, ad un piano viabilità per Natale che terrà conto della possibile apertura della Galleria.» 

Dopo l’incontro di ieri con il premier Mario Draghi a Palazzo Chigi, aggiunge: «Il bene di Napoli è il bene di tutti. Sono convinto che tutte le forze politiche saranno vicine alla città. Ieri ho incontrato il ministro Carfagna per affrontare la questione Bagnoli. L’interesse è quello di garantire il futuro di tutti i cittadini, in particolare i giovani. È finita la stagione delle contrapposizioni tra Nord e Sud. Dobbiamo affermare i nostri diritti, riconoscendo i nostri doveri».

Continua a leggere

Attualità

Avellino: ancora droni trasportanti droga in carcere

Pubblicato

il

 AVELLINO – Nel carcere di Avellino continuano le consegne a domicilio di droga. Stamane, un drone ha depositato l’involucro appeso ad un filo all’altezza della finestra del reparto “aperto”, dove i detenuti stazionano fuori dalle celle con sorveglianza attenuata. A renderlo noto è stato Emilio Fattorello, segretario del Sappe della Campania.

La vicenda segue il tentativo fallimentare avvenuto qualche giorno addietro di trasportare quasi 500 grammi di sostanza stupefacente all’interno della mura carcerarie.

Il Sappe denuncia la “situazione insostenibile” e chiede al Dap urgenti misure

Continua a leggere

Attualità

Giugliano, disboscamento illecito: denunciati 3 imprenditori

Pubblicato

il

I carabinieri Forestali della stazione di Pozzuoli, hanno denunciato 3 imprenditori, con l’accusa di deturpamento di bellezze naturali e per aver eseguito opere, in assenza di autorizzazione paesaggistica. In particolare, gli agenti, hanno accertato un progressivo disboscamento di una pineta, per oltre 3 ettari. Infatti, l’area nella quale, erano stati recisi senza alcuna autorizzazione, decine di esemplari di Pino Domestico, insiste in un terreno demaniale nel Comune di Giugliano, sottoposto a vincolo paesaggistico e dato in concessione alla società diretta dai 3 denunciati.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante