Resta sintonizzato

Attualità

Sorrento: 2 milioni di euro in fondi per le opere pubbliche

Pubblicato

il

NAPOLI – “Opere per i giovani e per lo sport come un campo con copertura avveniristica per la scuola Angelina Lauro, la sostituzione integrale dell’illuminazione in via degli Aranci.
E, ancora, parchi giochi accessibili anche ai bambini con disabilità, e l’ammodernamento tecnico del teatro Tasso.” Lo ha scritto il sindaco di Sorrento, Massimo Coppola, sui suoi canali social per informare la cittadinanza delle novità previste per i prossimi mesi.


“Sono solo alcune delle opere pubbliche che nei prossimi mesi apriranno i cantieri, attraverso finanziamenti da parte di ministeri, Regione Campania e Città Metropolitana di Napoli che siamo riusciti ad intercettare in questo primo anno di amministrazione.

Inoltre sarà possibile la realizzazione dei progetti relativi all’adeguamento delle arterie stradali di collegamento tra via Atigliana, Casarlano, via Cala e via Baranica, localizzate nella parte collinare di Sorrento, con interventi di manutenzione straordinaria e messa in sicurezza di alcuni tratti di viabilità, per complessivi 863mila euro, attinti dal Ministero dell’Interno grazie a contributi della legge 145/2018.

Per poter amministrare una città come Sorrento è necessario avere ben chiari quali sono gli obiettivi per la realizzazione delle opere pubbliche, e avere le capacità di trovare fondi e finanziamenti.


Questo è un risultato importante per il presente e il futuro della comunità, ma siamo in attesa dell’esito di un ulteriore bando per la rigenerazione urbana che potrebbe portare dai 3 ai 4 milioni di euro per importanti infrastrutture tra cui, ad esempio, il ripristino della passeggiata che da Marina Piccola consente di arrivare al ninfeo romano. Insomma, non finisce qui. Questo è il coraggio di cambiare!”

Attualità

Napoli, partirà il restauro dell’arco monumentale di Port’Alba: stanziati 200mila euro

Pubblicato

il

Si accende la luce sulla porta seicentesca di Port’Alba.
Si farà quindi il restauro dell’arco monumentale all’incrocio tra piazza Dante e la via dei libri: trovate le risorse da investire ad hoc.

Il Comune di Napoli, negli ultimi giorni, ha infatti stanziato 200mila euro per il rifacimento della porta. Ma il nodo cruciale resta quello dell’arco che, da circa 10 anni, per un contenzioso tra Comune e privati sulle responsabilità della manutenzione, è tenuto a freno da reti di contenimento installate dopo cadute reiterate di calcinacci. La svolta – decisiva – è arrivata: uno stanziamento corposo, con i lavori che partiranno “presto – assicurano dal Comune – sicuramente entro l’autunno”.

Continua a leggere

Attualità

Ita e Lufthansa, prima intesa informale in Ue: c’è il sì ma con condizioni

Pubblicato

il

La Commissione europea ha adottato, a livello tecnico, il suo primo orientamento positivo informale sulle nozze tra Ita e Lufthansa in vista del verdetto ufficiale che sarà reso noto entro il 4 luglio.

E’ quanto apprende l’Ansa da fonti europee vicine al dossier che riportano “progressi decisivi”.
L’intesa prevede condizioni per la tutela della concorrenza nello scalo di Milano-Linate e sui collegamenti di corto e di lungo raggio, con l’apertura delle rotte alle compagnie rivali.

Continua a leggere

Attualità

Siccità, la Campania tra le regioni più a rischio per lo stress idrico

Pubblicato

il

In Campania è di 4,7 il tasso di stress idrico secondo quanto emerge dalla rilevazione di Community Valore acqua per l’Italia di The European House – Ambrosetti.

Tra le Regioni più a rischio, la Campania si colloca al quinto posto dopo Basilicata, Calabria, Sicilia e Puglia. Lo stress idrico è definito come il rapporto tra i prelievi idrici e la disponibilità di acque superficiali e sotterranee. La siccità italiana ha raggiunto «livelli preoccupanti» tanto che è stata registrata nel 2022 una perdita del 51,5% delle risorse idriche rinnovabili rispetto alla media storica dal 1950.

Nel 2023 temperature in crescita ed effetti dell’azione dell’uomo hanno generato nuova pressione sulla risorsa idrica. Sono già dodici le Regioni ad alto stress idrico – con il Sud ai primi posti – e destinate ad aumentare.


(fonte: il Mattino)

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy