Resta sintonizzato

Giugliano

Madre maltrattata dal figlio tossicodipendente: le violenze sono durate anni

Pubblicato

il

Lieto fine per una donna di Giugliano in Campania, da anni maltrattata e minacciata dal figlio 20enne tossicodipendente. Provvidenziale l’intervento di una pattuglia della radiomobile dei Carabinieri che in via Innamorati è stata intercettata da una Signora in lacrime la quale implorava aiuto a causa delle minacce subite da parte del figlio. Una volta arrivati a casa della donna, il ragazzo, fuori di sé, nonostante la presenza dei militari, ha continuato a minacciare la madre: inevitabile l’arresto per maltrattamenti in famiglia con il 20enne che ora è nel carcere di Poggioreale. I Carabinieri, perquisita l’abitazione, hanno anche rinvenuto e sequestrato 2 proiettili e 2 bossoli calibro 5,56.

campania

Giugliano in Campania: Beccata a rubare morde colpisce i dipendenti di un supermercato.

Pubblicato

il

I Carabinieri della stazione di Varcaturo hanno arrestato per rapina una 60enne incensurata di Pozzuoli. E’ accaduto in un supermercato in via staffetta, poco lontano dalla caserma dei Carabinieri. La donna ha agguantato alcuni alimenti dagli scaffali e li ha nascosti in una borsa. Due dipendenti l’hanno scoperta e lei ha tentato la fuga. Per liberarsi la strada ha sferrato un pugno a uno dei due e morso l’altro. Poi è fuggita. Il titolare dell’attività ha allertato il 112 e i militari sono arrivati in pochi istanti. La 60enne non è andata lontano e finisce in manette.
E’ ora agli arresti domiciliari in attesa di giudizio. Per i 2 dipendenti, due giorni di prognosi.

Continua a leggere

Attualità

Napoli. Da mesi senza istruzione, parte la protesta di 1400 studenti di Giugliano

Pubblicato

il

Hanno atteso per quattro mesi ma da oggi scatta la protesta. Gli studenti dell’istituto superiore “Marconi” di Giugliano oggi terranno un’assemblea e lunedì scenderanno in piazza, sempre a Giugliano, per chiedere una soluzione definitiva ad un disagio che si trascina ormai dallo scorso settembre. La sede storica di via Basile non è praticabile perché ha necessità di impegnativi lavori di ristrutturazione ed è stata interdetta. La Città metropolitana di Napoli ha individuato al momento una sede alternativa, nel centro cittadino, da prendere in fitto. Appena 24 aule sulle 70 che occorrono che doveva essere pronta lo scorso 9 gennaio ma pochi giorni prima la Città metropolitana ha fatto sapere che ci sarebbe stato uno slittamento di 15 giorni perché non era stato ancora perfezionato il contratto di locazione.

La competenza è della Città Metropolitana di Napoli che a quanto mi risulta sta in trattativa anche per un secondo stabile in via Spazzilli – spiega il sindaco di Giugliano, Nicola Pirozzi – noi come Comune possiamo mettere a disposizione anche uno stabile comunale in via Sant’Anna”. Soluzioni che comunque non soddisfano gli studenti perché richiedono tempi non brevissimi “Città metropolitana – osservano gli studenti- ha avuto quattro mesi per perfezionare un contratto di locazione e fare il trasloco.” “Ci trattano da studenti di serie B – dicono – ma non lo siamo e se non arrivano fatti concreti e non parole la nostra protesta andrà avanti. Se non ci sono le aule ci consentano almeno di frequentare le lezioni anche di mattina negli istituti che ci ospitano perché gli edifici sono di tutti”.

Continua a leggere

Giugliano

Sorpreso con la droga, scatta la perquisizione a casa: arrestati zia e nipote

Pubblicato

il

Viene sorpreso a bordo di uno scooter, lontano dal suo comune di residenza nonostante l’obbligo di dimora, e in possesso di nove dosi di marijuana. E quando i carabinieri decidono di perquisire anche la sua abitazione, trovano altra droga e armi. Arrestato un 30enne di Mugnano di Napoli. Ma provvedimenti sono scattati anche per la sua convivente e sua zia. L’uomo, che era sottoposto alla misura della sorveglianza speciale con obbligo di dimora nel comune di residenza, è stato fermato dai carabinieri della stazione di Qualiano mentre sul proprio scooter stava percorrendo via Marchesella di Giugliano in Campania.

La presenza del 30enne in quel comune era già motivo di arresto in flagranza per l’inosservanza della misura. Quando i carabinieri lo perquisiscono e trovano nel borsello 9 dosi di marijuana, decidono di controllare anche la sua abitazione: lì trovano altri 7 grammi della stessa sostanza e una pistola a salve calibro 9 senza il tappo rosso. Un sequestro che ha comportato la denuncia a piede libero per detenzione a fini di spaccio di sostanza stupefacente e detenzione abusiva di armi della 29enne moglie convivente dell’uomo. Durante la perquisizione estesa anche nella vicina abitazione della 60enne incensurata zia dell’arrestato, i militari hanno rinvenuto e sequestrato 10 sacchetti di marijuana per un peso complessivo di 746 grammi e la somma contante di 3.500 euro ritenuta provento del reato. Per la 60enne l’arresto, dovrà rispondere di detenzione di droga a fini di spaccio. I due arrestati sono in attesa di giudizio.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy