Resta sintonizzato

Politica

Un’altra falla nell’amministrazione Monopoli, indagato ex direttore dei lavori per il centro storico

Pubblicato

il

centroCaivano – Altra bega per l’amministrazione Monopoli, la notizia è di qualche giorno fa, ma nessuno ne parla. E’ indagato l’ormai ex Direttore ai lavori del centro storico, ex, proprio perché, a seguito di queste indagini si è dimesso dal suo incarico, stiamo parlando di Luigi Grosso. Pare che la scelta di auto sollevarsi dall’incarico sia maturata il 17 maggio scorso, come attesta una delibera comunale, che riguardava proprio, mediante un progetto, il recupero delle zone storiche del paese. Parliamo di lavori importanti e delicati, come i costi del progetto stesso, la cifra esatta è di euro 6.570.543,46. I soldi venivano erogati dalla Regione Campania, suddivisi in trance, in base ai S.A.L. ( stato avanzamento lavori ) che venivano presentati,i lavori da eseguire comprendevano il manto stradale, la rete fognaria e la rete idrica di alcune strade del centro storico di Caivano. Di queste opere, pare che siano state eseguite solo in parte, ovvero il rifacimento del manto stradale delle aree interessate, mentre le altre due, ovvero rete fognaria e idrica, nella maggior parte delle strade, sembra che siano state eseguite solo sulla carta; praticamente, il o i responsabili, inviavano in Regione i S.A.L , la Regione erogava i soldi ma le opere rimanevano e sono rimaste tuttora incomplete.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Politica

Governo-Regioni, stop all’assegnazione dei colori: le nuove regole

Pubblicato

il

ITALIA – Confronto tra governo e Regioni sui provvedimenti per il contenimento della curva epidemiologica.

Modificare significativamente il sistema delle fasce di colori per le regioni valutando i casi Covid soltanto tra i pazienti ricoverati che hanno sviluppato la malattia e, dunque, senza includere gli asintomatici ricoverati per altre patologie. E’ questa una delle ipotesi emerse al tavolo a cui hanno partecipato tecnici del ministero della Salute.

Inoltre, frenata sulla riduzione a 5 giorni delle quarantene per i positivi sintomatici perché mancano, ad oggi, sufficienti evidenze scientifiche per giustificare una riduzione.

Con gli altri presidenti abbiamo parlato di abolire i colori delle regioni, non è più il caso, ne ho parlato con Fedriga. I colori servono a poco, su questo siamo pressoché tutti d’accordo”. A parlare su Rai Radio1, è il governatore del Molise ed esponente di Forza Italia Donato Toma. 

D’accordo anche il sottosegretario alla salute Andrea Costa ed il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani che a riguardo ha affermato: “Il sistema dei colori, nel momento in cui la politica è quella delle vaccinazioni, e quando uno è vaccinato regolarmente può circolare, non sembra avere più molto senso”.

Continua a leggere

Politica

Parlamento Europeo, Macron: “L’Europa deve armarsi per assicurarsi la propria indipendenza in questo mondo di violenza”

Pubblicato

il

ITALIA – Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha presentato quest’oggi presso il Parlamento europeo i pilastri della presidenza del suo Paese al Consiglio Ue. “L’integrazione europea è basata su tre principali promesse: quelle di democrazia, progresso e pace. Il territorio in cui viviamo è stato teatro di tragici eventi nella storia, e oggi queste promesse sono a rischio. Dobbiamo affrontare ciò che le minaccia e dare nuova vita a queste promesse“: con queste parole Macron ha iniziato il suo discorso all’Eurocamera, congratulandosi anche con la sua nuova presidente, Roberta Metsola, e ricordando il suo predecessore, David Sassoli, morto nella notte dell’11 gennaio.

“Dobbiamo ritrovare insieme un’Europa con un futuro potente, vale a dire un’Europa capace di rispondere alle sfide climatiche, tecnologiche e digitali, ma anche geopolitiche”, ha proseguito Macron. “Siamo il continente che, con l’obiettivo della neutralità climatica nel 2050, è stato il primo a porsi gli obiettivi più ambiziosi del pianeta. E ora dobbiamo passare dall’intenzione all’azione. Vogliamo fare dell’Europa una potenza democratica, culturale ed educativa orgogliosa di sé per raccogliere questa sfida”, ha proseguito Macron.


Il presidente francese ha poi elencato una serie di temi di cui si occuperà durante il semestre europeo della Francia. Tra questi ci sono quelli del salario minimo, dei diritti dei lavoratori per il digitale, delle quote rosa.

Infine, parlando dei programmi in difesa, Macron ha concluso affermando che sia necessaria una corsa al riarmo. “L’Europa deve armarsi, non per sfida alle altre potenze, ma per assicurarsi la propria indipendenza in questo mondo di violenza, per non subire la scelta degli altri, per essere libera”.

Continua a leggere

Politica

Elezioni Parlamento europeo; eletta vicepresidente Pina Picierno, orgoglio campano

Pubblicato

il

CAMPANIA – Dopo la prematura morte del giornalista e Presidente del Parlamento Europeo David Sassoli, oggi si sono tenute le nuove elezioni per decretare il nuovo presidente congiuntamente ai vicepresidenti ed alle altre cariche correlate. Ad essere scelta alla guida dell’istituzione la deputata maltese Roberta Metsola, eletta già al primo turno con 458 voti favorevoli su 690.

In più, sono nove i vicepresidenti del Parlamento europeo eletti al primo turno dalla Plenaria di Strasburgo. Tra questi troviamo anche Pina Picierno, eurodeputata del Pd originaria di Santa Maria Capua Vetere, che è arrivata seconda per numero di preferenze (527). L’eurodeputata campana si è congratulata con la neoeletta presidente tramite un tweet:

Auguri di buon lavoro alla nuova Presidente del Parlamento Europeo Roberta Metsola. Nel suo discorso ha evidenziato il lavoro che insieme dobbiamo compiere verso una piena transizione europea e il ruolo centrale che il Parlamento è chiamato a svolgere“.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante