Resta sintonizzato

Senza categoria

foodblogger, houseblogger, vineblogger, fashionblogger.

Pubblicato

il

C’era una volta il Blog, poi è arrivato Facebook.

C’erano un volta i blogger, poi sono arrivati i foodblogger,  gli houseblogger, i vineblogger, le fashionblogger.

Un mondo molto underground, di nicchia, per gli eletti, per la gente dal palato raffinato, con arredamenti firmati, vestiti griffati e  mattonelle del cesso di prima scelta.

Qualunque comune mortale non può comprendere cosa significhi appartenere a certe categorie, ci devi nascere. Non si diventa buongustai mangiando pasta e fagioli avanzata dal giorno prima, si devono conoscere gli accostamenti dei sapori, il contrasto tra il morbido e il croccante dei semi di finocchietto, le caratteristiche molecolari della mela annurca e del caco italiano. In pratica dei porci che non hanno altro da fare che ingolosire le persone che non possono permettersi certe pietanze.

Lo stesso discorso vale per i vine blogger e gli house blogger, rispettivamente ubriaconi e mobilieri.

Un discorso a parte deve essere fatto con le fashion blogger.
In pratica si tratta di donne a cui è mancato l’affetto da bambine, le mamme le hanno sempre costrette a indossare abitini rosa e scarpette con gli occhielli  indossate su calzettoni bianchi con l’orlo ricamato.

La loro è una vendetta contro il mondo delle mamme, una ritorsione che ha il sapore della rivalsa, insomma un regolamento di conti a tutti gli effetti.

Lo scopo principale delle fashion è quello di far vestire quante più ragazze possibili a cazzo di cane, con accessori dal costo spropositato di mila mila euro, con cappellini guarniti di frutta esotica e fiori di zucchine.

A volte ci riescono, spesso si perdono nella loro stessa inconcludenza e iniziano a fare altro, sempre nello stesso ambito,  ritirandosi in clausura in compagnia di ago e filo.

L’appello è che il popolo si accorga finalmente di questa minoranza etnica. Io stesso promuoverò una petizione on line affinché vengano istituite delle riserve che ne conservino la specie e la proteggano dall’insidia dell’estinzione.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Campania zona arancione. L’ Rt scende a 0,85.

Pubblicato

il

Nelle ultime ore in Campania si è registrato una lieve diminuzione dei contagi da Covid-19. Oggi pomeriggio, Il Governatore della Regione Campania terrà il consueto discorso per chiarire le dinamiche per la prossima settimana.

Altre regioni, invece, hanno indici di Rt molto più bassi quasi da zona gialla come Lombardia, Lazio, Liguria, Veneto, Piemonte, Abruzzo, Emilia Romagna, Marche, Molise e Umbria , mentre resteranno ancora zona rossa la regioni Sardegna, Valle D’Aosta e Puglia.

Si aspettano aggiornamenti e le nuove direttive per le riaperture delle categorie economiche come: parrucchieri, barbieri, negozi di abbigliamento e ristoranti.

Continua a leggere

Afragola

Uomo armato ad Afragola. Interviene la Polizia.

Pubblicato

il

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato di Afragola, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in via Amendola ad Afragola per la segnalazione di una persona armata in strada.


I poliziotti, giunti sul posto, hanno individuato e bloccato l’uomo trovandolo in possesso di un revolver Harrington & Richardson Arms Company non censito cal. 7,65 Browning, di 2 cartucce e di un bossolo dello stesso calibro.


Gennaro Aristarco, 31enne napoletano con precedenti di polizia, è stato arrestato per porto di arma clandestina e ricettazione.

Continua a leggere

Cronaca

Dramma di Pasquetta: uomo avvolto dalle fiamme durante una grigliata

Pubblicato

il

Un grave incidente domestico è avvenuto ieri, lunedì 5 aprile, in provincia di Salerno, a San Cipriano Picentino.

Un uomo di 50 anni è stato infatti avvolto dalle fiamme durante la grigliata di Pasquetta.

A causa di un “ritorno di fiamma” il 50enne è ricoverato in condizioni molto gravi presso il Centro Grandi Ustionati dell’Ospedale Cardarelli di Napoli.

Secondo una prima ricostruzione l’uomo si apprestava ad accendere il fuoco per il barbecue per la classica grigliata del lunedì di pasquetta, quando in pochi attimi, a causa del ritorno di fiamma, è stato avvolto dal fuoco.

I familiari hanno provato a spegnere le fiamme utilizzando coperte e hanno richiesto con urgenza l’intervento di un’ambulanza.

L’uomo è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Ruggi di Salerno, ma a causa delle gravi ustioni su più del 50% del corpo i medici hanno deciso il trasferimento in eliambulanza al reparto grandi ustionati dell’ospedale Cardarelli di Napoli.

Il 50enne si trova ora ricoverato al reparto grandi ustioni in gravissime condizioni.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante