CAIVANO: Ricordate la sosta disabili a mo’ di autobus in Via Marconi? Stamattina improvvisamente passando da quelle parti, vediamo che sono scomparse, o meglio, coperte alcune strisce gialle in esubero.

Premesso che il sottoscritto si stia ancora domandando come mai sia stato querelato per un articolo apparso diversi giorni fa, sul nostro sito web, dove venivano sollevati alcuni dubbi sulla genuinità dell’autorizzazione a tale scempio di suolo privatizzato. I dubbi aumentavano alla conoscenza dell’esistenza di una querela fatta contro la mia persona, inducendomi a credere che forse il querelante fosse così sicuro di sé, al punto tale da sentirsi offeso. Ma d’altronde si sa: Chi s’offende è fetente!

E’ bastato un secondo articolo scritto di pugno del mio collega Alfonso Mormile, poche indagini sulle norme che regolano tali autorizzazioni e un mio piccolo colloquio con la polizia locale, dove informavo che da qui a breve, avrei protocollato una richiesta d’accesso agli atti su tale concessione, per far sì che stamattina venisse cancellato quello che molto probabilmente poteva essere uno spazio pubblico occupato abusivamente. Allo stato attuale spero con tutto me stesso che il PM che deve prendere in carico la querela che mi vede accusato, non si faccia quattro risate e archivi il caso, perché di risate ce ne sono ancora tante da fare e il sottoscritto, visto l’andamento della vicenda ha intenzione di andare fino in fondo.

LASCIA UN COMMENTO

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.