Resta sintonizzato

Cronaca

Tentò di uccidere il boss: ora la svolta nelle indagini

Pubblicato

il

Questa mattina, il personale della Squadra Mobile della Questura di Napoli ha eseguito un’ordinanza applicativa della misura della custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Napoli, su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia, nei confronti dell’indagato  Antonio Cuomo, nato a Napoli il 28.06.1969, ritenuto gravemente indiziato di aver tentato di uccidere Giuseppe Vatiero, detto Peppe a Basetta, vecchio boss legato al clan Mazzarella.

Vatiero infatti fu ferito gravemente a  colpi di arma da fuoco il 7 ottobre del 2016. Il boss, pur sopravvivendo, è rimasto gravemente ed irrimediabilmente menomato.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli, hanno permesso di ricostruire le dinamiche di contrapposizione tra il clan Caldarelli, radicato nel rione urbano delle “Case Nuove” ed alleato al pericoloso clan Mazzarella, ed il clan Rinaldi, radicato in San Giovanni a Teduccio e proteso ad espandersi nella predetta area territoriale, agendo sotto l’influenza dello storico cartello della criminalità organizzata denominato Alleanza di Secondigliano.

campania

Corso Umberto I: strattona una donna per sottrarle il telefono cellulare. Raggiunto e bloccato dalla Polizia di Stato.

Pubblicato

il

Nella serata di ieri, gli agenti del Commissariato Decumani, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in corso Umberto I, all’altezza di via Seggio del Popolo, hanno notato uno scooter con a bordo un uomo che ne stava inseguendo un altro a piedi.

Pertanto, gli operatori hanno prontamente raggiunto e bloccato il fuggitivo accertando che lo stesso, poco prima, all’altezza di via Duomo, dopo aver strattonato una turtista le aveva sottratto il telefono per poi darsi alla fuga.

Pertanto, un 40enne napoletano, è stato tratto in arresto per rapina, mentre, il telefono cellulare è stato riconsegnato alla legittima proprietaria.

Continua a leggere

campania

Torre Annunziata: controlli della Polizia di Stato.

Pubblicato

il

Nella scorsa giornata, gli agenti del Commissariato di Torre Annunziata, con il supporto del Reparto Prevenzione Crimine Campania, hanno effettuato un servizio straordinario di controllo del territorio nel comune di Torre Annunziata.

Nel corso del servizio, gli operatori hanno identificato 236 persone, di cui 72 con precedenti di polizia, controllati 91 veicoli, di cui uno sottoposto a sequestro amministrativo ed uno a fermo amministrativo, contestate 4 violazioni del Codice della Strada e ritirata una carta di circolazione; sono state, altresì, controllate 9 persone sottoposte agli arresti domiciliari.

Continua a leggere

campania

Campania, abusa per anni della nipotina, gli episodi sarebbero avvenuti durante le vacanze estive

Pubblicato

il

La storia di abusi risalirebbe al 2012 e sarebbe continuata nel tempo, fino al 2019.
Ad essere arrestato è un uomo di 67 anni di Centola, provincia di Salerno. Le accuse per lui sono di violenze sessuali nei confronti della nipotina all’epoca minorenne. Gli episodi si sarebbero consumati durante le vacanze estive, che la piccola e la madre trascorrevano in Italia, in quanto risiedevano in Francia. A raccontare come sarebbero andati i fatti, è stata proprio la giovane vittima ma solo a distanza di diversi anni dalle presunte violenze subite.

Il 67enne ora si trova agli arresti domiciliari, come stabilito dal Riesame del Tribunale di Salerno, che si è pronunciato sul ricorso della Procura della Repubblica di Vallo della Lucania.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy