Resta sintonizzato

Attualità

Dramma nel bresciano. Un uomo muore mentre era al lavoro: aveva 36 anni

Pubblicato

il

Il piccolo centro di Castenedolo, in provincia di Brescia, piange la scomparsa di Gabriele Poli, 36 anni, stroncato da un malore improvviso mentre era al lavoro. L’uomo, nella notte tra giovedì e venerdì era stato ricoverato all’ospedale Civile di Brescia, dopo i tentativi dei soccorritori per rianimarlo.

La notizia ha sconvolto l’intera comunità, sono centinaia i messaggi d’incredulità apparsi sui social network, eccone un esempio: “Non riesco ancora a darmi una risposta sul perché la vita deve essere così dura con dei ragazzi simili, che la tua anima sia accolta al trono dell’altissimo, ciao Gabry”

La camera ardente è stata allestita alla Casa del Commiato di Sant’Eufemia, le esequie saranno celebrate nella chiesa parrocchiale di Carpenedolo lunedì 22 febbraio.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Pozzuoli, Comandante dei Vigili urbani sollevata dal suo incarico

Pubblicato

il

Il Comandante dei Vigili urbani di Pozzuoli è stata sollevata dal suo incarico.

Pertanto, le motivazioni che hanno portato a tale soluzione sono contenute nei rilievi fatti dall’Ispettorato della Funzione Pubblica, sollecitato dai Sindacati CGIL e CISL, rispetto alla procedura amministrativa che nell’aprile 2022 ha portato alla nomina della dott.ssa Silvia Mignone a capo dei caschi bianchi del Comune di Pozzuoli.

Ecco quanto si legge sulla pagina ‘Pozzuoli Ora’:

“Ancora una dimostrazione dell’allegra gestione di questi anni. Ora si proceda con un Concorso pubblico, che garantisca legalità e trasparenza. Quanto accaduto è di una gravità assoluta, getta fango su tutta la macchina amministrativa dell’Ente. La narrazione che vuole le passate amministrazioni come competenti, capaci, efficienti è sempre stata falsa. Lo dimostrano i fatti. La vicenda del Comandante dei Vigili, blindato poco prima delle elezioni dello scorso giugno, è solo l’ultimo esempio in ordine di tempo che dimostra una gestione non in linea con principi e norme del nostro ordinamento”.

Poi, continua: “Chi amministra ora, non certamente scevro da qualsiasi responsabilità rispetto a quanto fatto in passato, ha la possibilità di dare seguito alle parole mettendo in pratica la discontinuità professata, come fatto per il Rione Terra. L’amministrazione Manzoni, ha adesso il dovere di bandire un concorso pubblico per la figura di Comandante che garantisca legalità e trasparenza. In queste ore, si rincorrono notizie per le quali la dott.ssa Mignone potrebbe tornare a ricoprire il ruolo di Comandante con un incarico fiduciario da parte del Sindaco. Sarebbe una scelta paradossale sia per le vicende legate al bando ‘incriminato’, ma soprattutto perché reitererebbe un errore fatto dal precedente Sindaco. Un ruolo così delicato, ha necessariamente bisogno di un’indipendenza formale e sostanziale dalla Politica”.

Continua a leggere

Attualità

Giuseppe Annunziata, l’esploratore di emozioni: ecco chi è il fotografo voluto da tutti

Pubblicato

il

Lo street Wedding dal respiro internazionale, che si fonda con il rito della sua semplicità fuori dai formalismi. Giuseppe Annunziata rappresenta il fotografo della verità, colui che riesce a cogliere il valore occulto delle persone nei propri sorrisi, negli sguardi e nel linguaggio non verbale.

In particolare, le sue opere sono riproduzione reale dell’unione spirituale in ex novo di Adamo ed Eva, lontano dagli stereotipi indottrinati dalla società, dalla compostezza non comune e inespressiva. Il suo riconoscimento lo si evince non solo dalla sua forza virale, ma dalla moltitudine di sequenze di volti, corpi, gesti e mimica che favoriscono a posteriori l’esperienza tattile. Un vortice di iperrealismo sconsacrato, che abbatte gli standard e i luoghi comuni con i suoi ritratti tra il bianco e il nero, che rappresentano l’emblema della purezza e del segreto.

Pertanto, la relazione tra la fotografia e il wedding rappresentano la sua identità come momento di trasmissione, anche nel suo team, in ognuno di loro c’è un tassello di sé stesso. Infatti, il reperto di Annunziata è riscoperta costante, la vera arte comunicativa della modernità, anti social e lontana dal costruttivismo fittizio di propaganda, e che arriva al cuore di tutti senza manipolazioni di marketing infondato.

Continua a leggere

Attualità

Agguato a Sant’Anastasia: dimessa la bimba colpita alla testa da un proiettile

Pubblicato

il

Arrivano buone notizie dall’ospedale Santobono di Napoli, dove la piccola Assunta è stata dimessa nel pomeriggio di ieri. In particolare, la bimba era ricoverata dopo essere stata colpita da un proiettile alla testa nell’agguato a Sant’Anastasia.

La piccola era stata colpita mentre mangiava un gelato con la sua famiglia, all’esterno di una nota pasticceria della zona, e dopo due interventi neurochirurgici è stata prima in coma farmacologico, per poi essere risvegliata.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy