Resta sintonizzato

Attualità

Nuovo Dpcm. Scuole chiuse in zone rosse e non solo: tutte le novità zona per zona

Pubblicato

il

Moltissime sono le novità del nuovo Dpcm che sarà oggi, martedì 2 marzo, firmato dal Premier Draghi e che entrerà in vigore a partire da venerdì 6 marzo e sarà valido sino a martedì 6 aprile.

La prima e più evidente delle “innovazioni” sarà l’assenza di una Conferenza Stampa in cui il primo ministro spiegherà tutte le decisioni prese: Palazzo Chigi si limiterà a diffondere una nota sulle misure adottate che dovranno cercare di contenere i contagi da coronavirus.

La cabina di regia a Palazzo Chigi con Draghi e i ministri è durata circa un’ora: nella riunione sarebbe stata espressa molta apprensione per l’alta contagiosità delle varianti Covid.

E’ stato confermato il blocco degli spostamenti tra le regioni, i viaggi in auto sono consentiti con al massimo 3 persone non conviventi, ci sarà un monitoraggio settimanale per fasce di rischio e il coprifuoco continuerà dalle 22 alle 5. Le scuole di ogni ordine e grado saranno chiuse nelle zone rosse, quelle più colpite dal Covid ed inoltre, secondo l’Adnkronos la decisione assunta sarebbe quella di chiudere le aule, e tenere i ragazzi a casa con la didattica a distanza “anche nelle aree con 250 positivi ogni 100mila abitanti nell’aggregato settimanale o se ci sono situazioni di allarme evidente e motivato“.

Ecco le attività consentite e quelle non consentite nelle tre fasce:

-In ZONA GIALLA le attività consentite saranno:

  • Andare al pranzo al bar e al ristorante;
  • Prendere cibo e bevande da asporto dai bar fino alle 18 e dai ristoranti fino alle 22, oppure ordinare la consegna a domicilio;
  • Una volta al giorno, tra le 5 e le 22, due persone, oltre ai minori di 14 anni sui quali esercitano la potestà genitoriale, possono andare a trovare parenti e amici;
  • Andare al centro commerciale dal lunedì al venerdì;
  • Visitare un museo o una mostra dal lunedì al venerdì e, dal 27 marzo, anche il sabato e la domenica;
  • Dal 27 marzo andare al cinema e al teatro;
  • Frequentare la scuola in presenza (in base alle ordinanze regionali/comunali);
  • Andare nei centri sportivi e nei parchi.

-In ZONA GIALLA le attività vietate saranno:

  • Andare al bar o al ristorante dopo le 18;
  • Prendere cibo e/o bevande da asporto al bar dopo le 18 e al ristorante dopo le 22;
  • Consumare cibo e bevande fuori dai locali;
  • Andare in palestra o in piscina;
  • Fare acquisti in un centro commerciale il sabato la domenica, i giorni festivi e prefestivi;
  • Andare al cinema o al teatro prima del 27 marzo;
  • Andare al museo o ad una mostra di sabato o di domenica prima del 27 marzo;
  • Organizzare una festa o parteciparvi;
  • Spostarsi in auto in più di tre persone non conviventi.

-In ZONA ARANCIONE le attività consentite saranno:

  • Prendere cibo da asporto al bar prima delle 18 e al ristorante prima delle 22;
  • Fare attività motoria e sportiva all’interno del Comune di Residenza
  • Andare fuori dal Comune per raggiungere la seconda casa (se non si trova in zona rossa);
  • Andare fuori regione per raggiungere la seconda casa (se non si trova in zona rossa);
  • Visitare parenti e amici (nel Comune) una volta al giorno in due persone, oltre ai minori di 14 anni sui quali si esercita la potestà genitoriale;
  • Recarsi in un centro commerciale dal lunedì al venerdì;
  • Andare a scuola in presenza alle superiori al 50%, con l’altro 50% degli studenti in Dad.

-In ZONA ARANCIONE le attività vietate saranno:

  • Uscire dal proprio Comune di residenza senza motivi di lavoro, salute o urgenza;
  • Andare al bar o al ristorante;
  • Visitare un museo o una mostra;
  • Andare al cinema o al teatro;
  • Andare in palestra o in piscina;
  • Andare nei centri commerciali il sabato, la domenica, i festivi ed i prefestivi;
  • Partecipare od organizzare una festa;
  • Fare attività sportiva o motoria fuori dal proprio Comune;
  • Visitare amici o parenti in più di due adulti e più di una volta al giorno.

-In ZONA ROSSA le attività consentite saranno:

  • Uscire di casa, muniti di autocertificazione, per comprovate esigenze di lavoro, necessità e urgenza;
  • Uscire dal proprio Comune di residenza per motivi di lavoro, salute e urgenza;
  • Andare al supermercato, in farmacia, in edicola e nei negozi che resteranno aperti (saranno chiusi gioiellerie e negozi di abbigliamento e calzature per adulti);
  • Ordinare consegne a domicilio;
  • Fare attività sportiva e motoria all’aperto nei pressi della propria abitazione;
  • Se si è separati o divorziati uscire dal Comune e/o dalla Regione per raggiungere i figli minori.

-In ZONA ROSSA le attività vietate saranno:

  • Uscire di casa senza comprovato motivo di lavoro, necessità e urgenza;
  • Uscire dal proprio Comune e dalla propria Regione di residenza;
  • Andare nelle seconde case fuori dal Comune e dalla Regione di Residenza;
  • Visitare parenti e amici;
  • Mangiare al bar e al ristorante;
  • Andare al cinema, in teatro, in palestra o in piscina.
Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Campania. Ancora prima per contagi

Pubblicato

il

Venerdì ci sarà il verdetto per la decisione sulla zona arancione per la prossima settimana. Preoccupano ancora i numeri dei contagiati in Campania, la regione, infatti, è lontana dall’uscita dell’emergenza, i dati aggiornati la vedono in testa per numero di positivi ogni 100mila abitanti.

Dopo sei settimane di zona rossa si intravedono dei lievi miglioramenti, secondo i dati dell’Unità di crisi della Regione Campania, l’indice di positività ieri si attestava, all’11,16%: 1.627 i casi positivi al Covid nelle ultime 24 ore in Campania su 14.571 tamponi molecolari esaminati. Mentre in merito alla situazione degli ospedali diminuiscono leggermente i posti letto occupati in terapia intensiva, oggi sono 133 e ieri erano 136, e anche quelli in degenza, oggi 1.592 e ieri 1.594.

Si aspettano aggiornamenti sulla decisione entro venerdì con il discoro del Presidente della Regione De Luca.

Continua a leggere

Attualità

Napoli, ventitreenne si laurea dall’Ospedale.

Pubblicato

il

Ospedale Santobono di Napoli, una ragazza di 23 anni si è laureata in reparto, per stare vicino al figlio con poco più di 1 anno.

Alla cerimonia non hanno potuto partecipare tutti i familiari, visto le restrizioni stringenti per Covid. Si é espresso anche Josi Gerardo della Ragione, il sindaco di Bacoli: «È una testimonianza di passione, amore, tenacia che merita il plauso di tutta la città» dice «Siamo orgogliosi di Valeria, e della sua laurea in Scienze dell’Educazione. Siamo orgogliosi di una mamma modello, di una giovane esemplare, di una studentessa tanto capace».

Continua a leggere

Attualità

De Luca: “Le isole covid free si faranno, senza polemiche. Ora stiamo vaccinando gli over 80, i fragili, i 70enni, i 60enni.“

Pubblicato

il

Ieri sera a “Porta a Porta”, il Governatore della Campania, De Luca, si è espresso sulla questione dei vaccini.

Tema caldo quello della campagna vaccinale. De Luca, infatti, dopo aver vaccinato le categorie fragili e gli Over 80, passerebbe alla vaccinazione delle categorie economiche in vista dell’estate.

Tema molto dibattuto quello dell’estate, Il Governatore infatti ha dichiarato che: ” Le isole covid free si faranno”, creando non pochi malumori con gli amministratori delle altre zone turistiche campane.

De Luca poi ha ribadito, sulla questione dell’inefficienza della campagna vaccinale, rispondendo a Figliuolo. “Io sono d’accordo con il commissario Figliuolo quando dice che dobbiamo avere criteri omogenei in tutta Italia. Cominciamo ad averne anche nella distribuzione dei vaccini, la Campania ha accettato che andassero prima più vaccini in Regioni con più anziani ma con l’accordo che poi si rispettasse il numero di vaccini rispetto alla popolazione: ad oggi mancano alla Campania 250.000 dosi“. Queste le parole del Governatore della Campania .

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante