Resta sintonizzato

Attualità

Nuovo Dpcm. Scuole chiuse in zone rosse e non solo: tutte le novità zona per zona

Pubblicato

il

Moltissime sono le novità del nuovo Dpcm che sarà oggi, martedì 2 marzo, firmato dal Premier Draghi e che entrerà in vigore a partire da venerdì 6 marzo e sarà valido sino a martedì 6 aprile.

La prima e più evidente delle “innovazioni” sarà l’assenza di una Conferenza Stampa in cui il primo ministro spiegherà tutte le decisioni prese: Palazzo Chigi si limiterà a diffondere una nota sulle misure adottate che dovranno cercare di contenere i contagi da coronavirus.

La cabina di regia a Palazzo Chigi con Draghi e i ministri è durata circa un’ora: nella riunione sarebbe stata espressa molta apprensione per l’alta contagiosità delle varianti Covid.

E’ stato confermato il blocco degli spostamenti tra le regioni, i viaggi in auto sono consentiti con al massimo 3 persone non conviventi, ci sarà un monitoraggio settimanale per fasce di rischio e il coprifuoco continuerà dalle 22 alle 5. Le scuole di ogni ordine e grado saranno chiuse nelle zone rosse, quelle più colpite dal Covid ed inoltre, secondo l’Adnkronos la decisione assunta sarebbe quella di chiudere le aule, e tenere i ragazzi a casa con la didattica a distanza “anche nelle aree con 250 positivi ogni 100mila abitanti nell’aggregato settimanale o se ci sono situazioni di allarme evidente e motivato“.

Ecco le attività consentite e quelle non consentite nelle tre fasce:

-In ZONA GIALLA le attività consentite saranno:

  • Andare al pranzo al bar e al ristorante;
  • Prendere cibo e bevande da asporto dai bar fino alle 18 e dai ristoranti fino alle 22, oppure ordinare la consegna a domicilio;
  • Una volta al giorno, tra le 5 e le 22, due persone, oltre ai minori di 14 anni sui quali esercitano la potestà genitoriale, possono andare a trovare parenti e amici;
  • Andare al centro commerciale dal lunedì al venerdì;
  • Visitare un museo o una mostra dal lunedì al venerdì e, dal 27 marzo, anche il sabato e la domenica;
  • Dal 27 marzo andare al cinema e al teatro;
  • Frequentare la scuola in presenza (in base alle ordinanze regionali/comunali);
  • Andare nei centri sportivi e nei parchi.

-In ZONA GIALLA le attività vietate saranno:

  • Andare al bar o al ristorante dopo le 18;
  • Prendere cibo e/o bevande da asporto al bar dopo le 18 e al ristorante dopo le 22;
  • Consumare cibo e bevande fuori dai locali;
  • Andare in palestra o in piscina;
  • Fare acquisti in un centro commerciale il sabato la domenica, i giorni festivi e prefestivi;
  • Andare al cinema o al teatro prima del 27 marzo;
  • Andare al museo o ad una mostra di sabato o di domenica prima del 27 marzo;
  • Organizzare una festa o parteciparvi;
  • Spostarsi in auto in più di tre persone non conviventi.

-In ZONA ARANCIONE le attività consentite saranno:

  • Prendere cibo da asporto al bar prima delle 18 e al ristorante prima delle 22;
  • Fare attività motoria e sportiva all’interno del Comune di Residenza
  • Andare fuori dal Comune per raggiungere la seconda casa (se non si trova in zona rossa);
  • Andare fuori regione per raggiungere la seconda casa (se non si trova in zona rossa);
  • Visitare parenti e amici (nel Comune) una volta al giorno in due persone, oltre ai minori di 14 anni sui quali si esercita la potestà genitoriale;
  • Recarsi in un centro commerciale dal lunedì al venerdì;
  • Andare a scuola in presenza alle superiori al 50%, con l’altro 50% degli studenti in Dad.

-In ZONA ARANCIONE le attività vietate saranno:

  • Uscire dal proprio Comune di residenza senza motivi di lavoro, salute o urgenza;
  • Andare al bar o al ristorante;
  • Visitare un museo o una mostra;
  • Andare al cinema o al teatro;
  • Andare in palestra o in piscina;
  • Andare nei centri commerciali il sabato, la domenica, i festivi ed i prefestivi;
  • Partecipare od organizzare una festa;
  • Fare attività sportiva o motoria fuori dal proprio Comune;
  • Visitare amici o parenti in più di due adulti e più di una volta al giorno.

-In ZONA ROSSA le attività consentite saranno:

  • Uscire di casa, muniti di autocertificazione, per comprovate esigenze di lavoro, necessità e urgenza;
  • Uscire dal proprio Comune di residenza per motivi di lavoro, salute e urgenza;
  • Andare al supermercato, in farmacia, in edicola e nei negozi che resteranno aperti (saranno chiusi gioiellerie e negozi di abbigliamento e calzature per adulti);
  • Ordinare consegne a domicilio;
  • Fare attività sportiva e motoria all’aperto nei pressi della propria abitazione;
  • Se si è separati o divorziati uscire dal Comune e/o dalla Regione per raggiungere i figli minori.

-In ZONA ROSSA le attività vietate saranno:

  • Uscire di casa senza comprovato motivo di lavoro, necessità e urgenza;
  • Uscire dal proprio Comune e dalla propria Regione di residenza;
  • Andare nelle seconde case fuori dal Comune e dalla Regione di Residenza;
  • Visitare parenti e amici;
  • Mangiare al bar e al ristorante;
  • Andare al cinema, in teatro, in palestra o in piscina.
Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Caivano, scoperta un’officina abusiva: denunciato il titolare

Pubblicato

il

I carabinieri della Tenenza di Caivano, hanno effettuato diversi controlli sul territorio, volti alla verifica del rispetto delle norme ambientali. In particolare, nel corso delle operazioni, hanno denunciato un 56enne del posto, reo di possedere un’officina completamente abusiva, con nessuna licenza per l’attività di meccanico e senza autorizzazioni per lo smaltimento dei rifiuti, che erano sversati illecitamente nelle fognature pubbliche. Pertanto, il locale e l’attrezzatura, sono stati sequestrati. Seguiranno aggiornamenti!

Continua a leggere

Attualità

Patrick Zaki, la fine di un incubo: scarcerato dopo 22 mesi di reclusione

Pubblicato

il

Arrivano buone notizie per Patrick Zaki, lo studente egiziano dell’Università di Bologna, scarcerato da un commissariato di Mansura dopo 22 mesi di reclusione. L’uomo, ha potuto così riabbracciare la madre. A tal proposito, Riccardo Noury, portavoce di Amnesty International Italia, ha così commentato:

Aspettavamo di vedere quell’abbraccio da 22 mesi e quell’abbraccio arriva dall’Italia, da tutte le persone, tutti i gruppi e gli enti locali, l’università, i parlamentari, che hanno fatto sì che quell’abbraccio arrivasse. Un abbraccio soprattutto ai mezzi d’informazione, che hanno tenuto alta l’attenzione per questi 22 mesi. Ora che abbiamo visto quell’abbraccio, aspettiamo che questa libertà non sia provvisoria, ma sia permanente. E con questo auspicio, arriveremo al primo febbraio, udienza prossima”.

Continua a leggere

Attualità

Minaccia la commessa con un coltello e poi si dà alla fuga: arrestato

Pubblicato

il

 Gli agenti del Commissariato di Nola, sono intervenuti ieri mattina per la segnalazione di una rapina in un negozio. In particolare, il titolare dell’attività, ha raccontato che un uomo ha minacciato la commessa con un coltello, dopo aver prelevato 10 giubbotti del valore di 4500 euro. A quel punto, ha tentato la fuga scappando a bordo di un’auto, ma grazie alle descrizioni fornite dalla vittima e alle immagini dei sistemi di video sorveglianza, gli agenti hanno individuato e rintracciato il rapinatore nella sua abitazione di San Vitaliano. Pertanto, Giuseppe Stellini, 37enne di San Vitaliano con precedenti di Polizia, è stato arrestato per rapina aggravata.




Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante