Resta sintonizzato

Cronaca

Truffe al Vomero. Chiedono al “nonno” più di 1000 euro: peccato non abbia nipoti

Pubblicato

il

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato Vomero, in seguito ad una segnalazione, sono intervenuti presso un edificio di via Luca Giordano per un tentativo di truffa.

I poliziotti hanno accertato che la vittima aveva ricevuto una telefonata da una persona, che si era spacciata per il nipote, la quale aveva detto al “nonno” di consegnare  1100 euro  ad un fattorino che gli avrebbe consegnato di lì a poco un pacco contenente materiale informatico.

L’uomo, che non ha nipoti, ha avvisato i poliziotti che, giunti presso la sua abitazione, hanno bloccato i due truffatori, il primo mentre stava entrando nell’androne del palazzo per consegnare il “pacco”, ed il secondo che stava attendendo il complice a bordo di uno scooter privo di targa in sosta all’esterno del palazzo.

V.B. e A.M., napoletani di 19 e 20 anni con precedenti di polizia, sono stati denunciati per truffa ed il ciclomotore è stato sequestrato.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Campania

Uccide la madre poi scappa: è ricercato in tutta Italia

Pubblicato

il

In un quartiere popolare di Cremona intorno a mezzogiorno un giovane di forse di vent’anni uccide sua madre e poi si da alla fuga. Il delitto stando alle prime informazioni è avvenuto al quinto piano di un palazzo dove vive una famiglia di stranieri, composta dai genitori e da tre figli. Al momento i protagonisti sono solo il giovane che avrebbe ucciso la madre a coltellate. Ora è ricercato dalla polizia

Continua a leggere

Campania

Ex marito violenta la sua ex compagna: poliziotto libero dal servizio lo fa arrestare

Pubblicato

il

Ieri sera un agente dell’Ufficio Prevenzione Generale agente che era fuori servizio è intervenuto in via Salvator Rosa poi che suo marito stava aggredendo la sua ex compagna.

Il poliziotto, grazie al supporto di una volante del Commissario Dante, è riuscito a bloccare l’aggressore che, durante una colluttazione, aveva tentato di sfilargli la pistola d’ordinanza. Inoltre, la vittima ha raccontato che l’uomo, già in precedenti occasioni,  l’aveva aggredita fisicamente.

Si tratta di un napoletano di 43 anni che avevi già precedenti di polizia ed è stato arrestato per atti persecutori, lesioni personali, tentata rapina, e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Continua a leggere

Campania

Sospiro di sollievo per Frattamaggiore Sebastiano è tornato a casa

Pubblicato

il

Finalmente Sebastiano Bencivenga è tornato a casa. Il tabaccaio di 40 anni dopo essersi assentati per 24 h salendo sulla sella di una moto Storia a lieto fine, dunque, il cui epilogo è stato annunciato dalla pagina Facebook del Comune di Cesa. Questo il post:

“Sebastiano è stato ritrovato. Sta a casa. Pochi istanti fa ho ricevuto la telefonata del fratello. È finita nel migliore dei modi. Tanto spavento ma possiamo raccontare una storia a lieto fine. Grazie a quanti si sono attivati e a quanti hanno condiviso l’appello. La famiglia ringrazia tutti”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante