Resta sintonizzato

Attualità

CAIVANO: Il sindaco Monopoli inaugura una nuova sala scommesse e presto ci ritroveremo in una Las Vegas dei poveri

Pubblicato

il

P1040712

La nuova attività inaugurata ieri sul Corso Umberto I di Caivano

Ieri sera alle ore 20:00 è stata inaugurata una nuova attività di giochi e scommesse al centro del corso Umberto I di Caivano, proprio nelle vicinanze di un’altra sala scommesse, che da pochissimo tempo opera sul territorio, sembra che a Caivano gli unici tipi di attività fruttuose siano quelle che inducono dipendenza, e mentre il sindaco Monopoli non riesce a cavare un ragno dal buco, visto che dopo il dissesto il suo unico compito è quello di creare fatturato, quindi entrate, da parte della casa comunale, lui, i suoi amici e la sua maggioranza: Gaetano Ponticelli, Fabio Mariniello, Domenico Falco, Angelo Marzano, l’ex assessore Nunzia Orefice, l’imprenditore Antonio Navas, l’ex rappresentante sindacale degli Lsu del Comune Nino Ponticiello e Giovanni Lizzi, esponente storico della destra a Caivano, come si legge anche su “Il Giornale di Caivano”, non disdegnano di partecipare e festeggiare un tipo di attività che finisce di indebitare il proprio popolo.

Ricordiamo i nostri lettori che in Italia molte città hanno adottato un regolamento che stabilisce le concessioni di nuove aperture ad attività che inducono alla ludopatia, ora senza entrare nei termini e nei cavilli dei regolamenti, pensiamo che l’ubicazione della nuova sala scommesse, non si trova certamente a debita distanza da una sua attività concorrente, creando così un precedente sul territorio che permetterà un’apertura di sala slot ogni 20 metri, portando così Caivano ancor di più nel degrado e mettendo la sua popolazione ad un aumento di patologie ludopatiche senza pari.

L’ attività in questione è stata inaugurata come qualsiasi altro tipo di attività con tanto di taglio di nastro, scomodando perfino la chiesa, infatti i futuri maniaci del gioco sono stati anche benedetti da Dio per intercessione di padre Tarantino Generoso del Santuario di Campiglione, insomma è incredibile come l’ignoranza abbonda da qualsiasi categoria a Caivano, è incredibile come in questa città si riesca a mischiare anche il sacro col profano, ve lo immaginate Gesù cristo liquefatto in quell’acqua benedetta che, mentre il parroco benedice, prega il Padre affinché i clienti di quella sala slot, spendano soldi fino ad indebitarsi senza mai vincere nulla? Si, perché la benedizione nell’antica cultura tradizionale ha lo scopo che, secondo il quale, Dio deve proteggere il commerciante e aiutarlo a prosperare, e l’unico modo affinché un titolare di una sala scommesse prosperi è quello che lo scommettitore non vinca o vinca poco.

In conclusione si può asserire con tutta tranquillità che l’ennesimo “attacco” della nostra testata non è rivolta all’imprenditore a cui la nostra redazione fa tutti gli auguri, ma alle istituzioni che in assenza di regolamenti e di etica morale, hanno fatto si che un domani, secondo noi neanche tanto lontano, Caivano possa diventare la Las Vegas dei poveri.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Napoli, partirà il restauro dell’arco monumentale di Port’Alba: stanziati 200mila euro

Pubblicato

il

Si accende la luce sulla porta seicentesca di Port’Alba.
Si farà quindi il restauro dell’arco monumentale all’incrocio tra piazza Dante e la via dei libri: trovate le risorse da investire ad hoc.

Il Comune di Napoli, negli ultimi giorni, ha infatti stanziato 200mila euro per il rifacimento della porta. Ma il nodo cruciale resta quello dell’arco che, da circa 10 anni, per un contenzioso tra Comune e privati sulle responsabilità della manutenzione, è tenuto a freno da reti di contenimento installate dopo cadute reiterate di calcinacci. La svolta – decisiva – è arrivata: uno stanziamento corposo, con i lavori che partiranno “presto – assicurano dal Comune – sicuramente entro l’autunno”.

Continua a leggere

Attualità

Ita e Lufthansa, prima intesa informale in Ue: c’è il sì ma con condizioni

Pubblicato

il

La Commissione europea ha adottato, a livello tecnico, il suo primo orientamento positivo informale sulle nozze tra Ita e Lufthansa in vista del verdetto ufficiale che sarà reso noto entro il 4 luglio.

E’ quanto apprende l’Ansa da fonti europee vicine al dossier che riportano “progressi decisivi”.
L’intesa prevede condizioni per la tutela della concorrenza nello scalo di Milano-Linate e sui collegamenti di corto e di lungo raggio, con l’apertura delle rotte alle compagnie rivali.

Continua a leggere

Attualità

Siccità, la Campania tra le regioni più a rischio per lo stress idrico

Pubblicato

il

In Campania è di 4,7 il tasso di stress idrico secondo quanto emerge dalla rilevazione di Community Valore acqua per l’Italia di The European House – Ambrosetti.

Tra le Regioni più a rischio, la Campania si colloca al quinto posto dopo Basilicata, Calabria, Sicilia e Puglia. Lo stress idrico è definito come il rapporto tra i prelievi idrici e la disponibilità di acque superficiali e sotterranee. La siccità italiana ha raggiunto «livelli preoccupanti» tanto che è stata registrata nel 2022 una perdita del 51,5% delle risorse idriche rinnovabili rispetto alla media storica dal 1950.

Nel 2023 temperature in crescita ed effetti dell’azione dell’uomo hanno generato nuova pressione sulla risorsa idrica. Sono già dodici le Regioni ad alto stress idrico – con il Sud ai primi posti – e destinate ad aumentare.


(fonte: il Mattino)

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy