Resta sintonizzato

Cronaca

Arrestato estorsore a Giugliano. Minacciava di morte le vittime

Pubblicato

il

Carabinieri arrestano 39enne del clan “Mallardo”. Chiude a chiave pachistano per convincerlo a cedere la sua abitazione. Lo picchia con mazza di ferro e spara colpi di pistola sul pavimento. Nel suo circolo un fucile a canne mozze clandestino, nelle disponibilità di 16enne.

Nell’ambito di un’indagine coordinata dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, i Carabinieri della Compagnia di Giugliano in Campania hanno dato esecuzione ad una ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip presso il Tribunale di Napoli, nei confronti di D. D. N., 39enne di Giugliano, ritenuto contiguo al clan camorristico denominato “Mallardo”, operante su Giugliano in Campania e comuni limitrofi.

L’uomo, ritenuto gravemente indiziato dei reati di estorsione, rapina e detenzione illegale di armi, aggravati dal metodo e dalle finalità mafiose, secondo quanto raccolto durante la fase investigativa, si sarebbe reso protagonista, unitamente ad altre persone in fase di identificazione, di due distinte estorsioni, rispettivamente commesse ai danni di un cittadino extracomunitario e di un imprenditore della provincia di Caserta.

Nel corso delle attività, i militari avevano rinvenuto, all’interno di un circoletto di proprietà del Di Nardo, un fucile a canne mozze e con matricola abrasa la cui disponibilità, a seguito di ulteriori approfondimenti investigativi, è stata riconosciuta anche a carico di un soggetto di 16 anni. Il minore è stato collocato in comunità in esecuzione ad un provvedimento richiesto dalla Procura presso il Tribunale per i Minorenni che gli ha contestato i reati di concorso in detenzione, ricettazione di armi e favoreggiamento.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Arzano

Uomo ferito e portato in ospedale paura ad Arzano

Pubblicato

il

Un giovedì sicuramente non movimentato nella zona di Arzano dove nei pressi di un cimitero dopo pranzo si è verificato un tentato omicidio. I carabinieri che sono giunti subito sul posto hanno chiamato immediatamente i soccorsi ora starebbero ancora indagando per avere almeno una dinamica dei fatti e secondo le prime istruzioni coloro che hanno sparato i colpi erano due soggetti a bordo di uno scooter che avrebbero sparato cinque o sei colpi addosso a una persona la cui identità è ancora da accertare, che l’avrebbero preso nella zona del volto, precisamente all’altezza degli occhi. Trasportato in ospedale, è ora in prognosi riservata. Seguiranno aggiornamenti.

Continua a leggere

Campania

Incendio nella zona agricola di Teverola

Pubblicato

il

A Teverola nella zona vicino Aversa si è verificato poche ore fa un grosso incendio che avrebbe preso il sopravvento con del materiale plastico all’interno di un capannone dell’autodemolizione Marino nella zona industriale PIP. Le fiamme sarebbero visibili addirittura da un miglio di distanza alcuni testimoni raccontano che le fiamme potevano arrivare fino nell’area Giugliano in Campania. Ora ci sono i Vigili sul posto e non ci sono al momento feriti e ne intossicati.

Continua a leggere

Cronaca

‘Morte bianca’ a Marano, la vittima un operaio: aveva 70 anni

Pubblicato

il

Dramma sul lavoro avvenuto questa mattina a Marano, dove Antonio Vasto, 70 anni, è morto cadendo da un’impalcatura, sulla quale si trovava per lavori di rifacimento della facciata di una villetta. Inutili i soccorsi, che hanno soltanto potuto constatare il decesso dell’uomo, morto sul colpo. Sul posto, i carabinieri della Compagnia locale, che stanno ora effettuando i rilievi del caso, per capire come possa essersi consumata la tragedia.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante