Resta sintonizzato

Cronaca

Marito ubriaco al volante: litiga con la moglie e la lascia in Autostrada

Pubblicato

il

L’ha abbandonata sulla corsia di emergenza dell’autostrada E80, nei pressi di Brugnato al confine tra la Liguria e la Toscana. Così, semplicemente mettendo la freccia a destra, fermandosi con l’auto e ordinandole di scendere all’altezza di un autogrill.

Lei è scesa pensando probabilmente a una pausa del viaggio, invece lì è stata lasciata: ha visto la vettura col marito al volante allontanrsi in velocità. Ed è proprio all’autogrill che lei ha chiesto aiuto: “Mio marito mi ha lasciato qui, è ubriaco e viaggia in auto con mio figlio piccolo”.

Lo stesso operatore del 113, quando ha ricevuto la chiamata, stentava a credere a quel racconto. E, invece, era tutto vero: col marito erano partiti in auto da Brugnato, in provincia di La Spezia, diretti a Salerno, insieme al figlio che viaggiava sul sedile posteriore, un bimbo di sei anni.

Marito e moglie hanno iniziato a litigare, lui, ubriaco, gridava e inveiva, fuori di sé contro la donna. Il piccolo ha assistito a tutta la scena. Ha visto che a un tratto il suo papà ha accostato e lasciato la sua mamma in autostrada, da sola nella notte nei pressi di un autogrill. Poi ha ridato un colpo di acceleratore e senza voltarsi ha proseguito sulla E80.

L’assurdo episodio è accaduto tra il 2 e il 3 giugno sull’autostrada E80. La donna ha telefonato al 113 per segnalare l’accaduto, poi ha chiamato un taxi per andare alla stazione di La Spezia.

La polizia intanto si era messa sulle tracce dell’uomo, che era alla guida ubriaco, con la preoccupazione che potesse provocare un incidente in autostrada. Così, seguendo le indicazioni della donna, gli agenti della polstrada hanno aspettato l’uomo al casello di Aulla, in provincia di Massa Carrara, per fermarlo.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Arzano

Uomo ferito e portato in ospedale paura ad Arzano

Pubblicato

il

Un giovedì sicuramente non movimentato nella zona di Arzano dove nei pressi di un cimitero dopo pranzo si è verificato un tentato omicidio. I carabinieri che sono giunti subito sul posto hanno chiamato immediatamente i soccorsi ora starebbero ancora indagando per avere almeno una dinamica dei fatti e secondo le prime istruzioni coloro che hanno sparato i colpi erano due soggetti a bordo di uno scooter che avrebbero sparato cinque o sei colpi addosso a una persona la cui identità è ancora da accertare, che l’avrebbero preso nella zona del volto, precisamente all’altezza degli occhi. Trasportato in ospedale, è ora in prognosi riservata. Seguiranno aggiornamenti.

Continua a leggere

Campania

Incendio nella zona agricola di Teverola

Pubblicato

il

A Teverola nella zona vicino Aversa si è verificato poche ore fa un grosso incendio che avrebbe preso il sopravvento con del materiale plastico all’interno di un capannone dell’autodemolizione Marino nella zona industriale PIP. Le fiamme sarebbero visibili addirittura da un miglio di distanza alcuni testimoni raccontano che le fiamme potevano arrivare fino nell’area Giugliano in Campania. Ora ci sono i Vigili sul posto e non ci sono al momento feriti e ne intossicati.

Continua a leggere

Cronaca

‘Morte bianca’ a Marano, la vittima un operaio: aveva 70 anni

Pubblicato

il

Dramma sul lavoro avvenuto questa mattina a Marano, dove Antonio Vasto, 70 anni, è morto cadendo da un’impalcatura, sulla quale si trovava per lavori di rifacimento della facciata di una villetta. Inutili i soccorsi, che hanno soltanto potuto constatare il decesso dell’uomo, morto sul colpo. Sul posto, i carabinieri della Compagnia locale, che stanno ora effettuando i rilievi del caso, per capire come possa essersi consumata la tragedia.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante