Resta sintonizzato

Cultura e spettacolo

“L’idolo infranto – Chi ha incastrato Maradona?”: la presentazione alla Feltrinelli

Pubblicato

il

Lunedì 8 novembre, alle ore 18, presso la libreria “La Feltrinelli” di Piazza dei Martiri, a Napoli, sarà presentato il libro “L’idolo infranto- Chi ha incastrato Maradona?” (edito da Ponte alle Grazie, 190 pagine, 14 euro), uscito nei giorni scorsi.

Oltre all’autore, Marcello Altamura, interverranno Gianfranco Coppola (presidente Ussi Nazionale), Antonio Corbo (editorialista “Repubblica”), Francesco Marolda (giornalista e firma storica de “Il Mattino” e del “Corriere dello Sport”). Ci sarà anche il saluto di Diego Armando Maradona junior, figlio dell’indimenticato campione argentino e di altri ospiti, testimoni diretti di quei tempi.

Estratti salienti del libro saranno letti da Giovanni Meola, drammaturgo, regista e attore.

L’ingresso alla “Feltrinelli” è libero fino a esaurimento dei posti disponibili. Si consiglia la prenotazione inviando una mail a: eventi.napoli2@lafeltrinelli.it (obbligatori il Green Pass e la mascherina)

L’idolo infranto- Chi ha incastrato Maradona?”, con diverse testimonianze e decine di indiscrezioni inedite, accende i riflettori, con una visuale diversa ed investigativa, sui tanti misteri irrisolti dei 7 anni napoletani del campione argentino ed in particolare si concentra sul controverso controllo antidoping del 17 marzo 1991, dopo Napoli-Bari, che ha sostanzialmente decretato la fine della carriera di Maradona. I dubbi sul sorteggio, le perplessità sulle modalità delle controanalisi, effettuate in un laboratorio del Coni dell’Acquacetosa con un macchinario sporco di cocaina e condotte da uno staff che, pochi anni dopo, sarà coinvolto in un clamoroso scandalo sul doping, danno corpo alle ipotesi di complotto ai danni dell’argentino.

Tanti indizi e testimonianze inedite, raccolti nel volume, inducono a pensare che il «sistema calcio», prima capace di fingersi cieco e sordo, finché c’era da spremere, all’improvviso diventa severo e moralista, quando il succo è finito. Che cosa è successo davvero? L’idolo infranto è un’inchiesta rigorosa, che però si legge con l’emozione del thriller e l’indignazione di chi, tifoso e no, vuole riscattare la memoria del più grande giocatore di ogni tempo.

Di questo e di altro se ne parlerà lunedì alle ore 18, alla Feltrinelli: si ricordi ancora che l’ingresso è libero fino a esaurimento dei posti disponibili. Si consiglia la prenotazione inviando una mail a: eventi.napoli2@lafeltrinelli.it

Cultura e spettacolo

Massimo Ranieri ringrazia i medici del Cardarelli: “Svolgono un grande lavoro quotidianamente”

Pubblicato

il

Massimo Ranieri ringrazia i medici del Cardarelli e torna a parlare dopo la caduta al Teatro Diana che aveva preoccupato tantissimo i fan. Il cantante ha rivolto il suo pensiero a tutto il personale medico con un post su facebook:

“Dopo i fumi del dolore al braccio e alla costola rotta, sono qui per ringraziare la Direzione Generale del Cardarelli, tutti gli infermieri, i barellieri, dottori e i primari per essermi stati vicino con tutta la loro grande professionalità, affetto, dedizione e per il grande lavoro che svolgono quotidianamente con tutti i pazienti. Grazie ancora dal profondo del mio cuore”.

Continua a leggere

Cultura e spettacolo

Maggio dei Monumenti, Manfredi: “Valorizzerà, raccontando segni, sogni e misteri, la città dove i muri non dividono”

Pubblicato

il

NAPOLI – Secondo il programma della XXVIII edizione del Maggio dei Monumenti, promosso dal Comune di Napoli con il finanziamento della Città Metropolitana, quest’anno al centro vi sarà la Muraria, insomma un festival di vera e propria street art .

La manifestazione si svolgerà dal 13 maggio al 12 giugno, il cartellone dell’evento combinerà aperture straordinarie con visite guidate, opere di arte pubblica, proiezioni cinematografiche nel sottosuolo, teatro di strada e passeggiate tematiche.  

“Le mura di Napoli hanno una caratteristica in comune coi napoletani, sono porose, come disse Walter Benjamin, perché proprio come le spugne, il tufo di cui sono fatte, assorbe e trasmette ciò che contiene, interagendo con il proprio ambiente. Questa osmosi tra interno ed esterno, tra sé e il proprio altro, è al centro delle azioni con le quali, con questa edizione del Maggio dei Monumenti, abbiamo voluto dare risalto ai nostri muri, intesi come pareti e mura di cinta, grotte e monumenti, chiese e palazzi, che verranno aperti, dipinti, recitati o attraversati da cittadini e turisti. In tal modo scopriremo nuovi volti di una Napoli mai così plurale, che sarà coinvolta in tutte le sue municipalità, accogliendo ospiti internazionali, tra street art, teatro di strada e cinema – letteralmente – underground. Il Maggio dei Monumenti valorizzerà, raccontando segni, sogni e misteri, la città dove i muri non dividono.” 
ha dichiarato il Sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi.

Continua a leggere

Cultura e spettacolo

Napoli, il Castel dell’Ovo riapre il 9 maggio a seguito della chiusura causata dai numerosi crolli

Pubblicato

il

NAPOLI – E’ ufficiale: il 9 maggio avverrà la riapertura di uno dei siti maggiormente ammirati e visitati da cittadini e turisti, il Castel dell’Ovo. L’accesso sarà possibile dall’ingresso sito in Borgo Marinari ed in concomitanza con la riapertura dei cancelli riprenderanno tutte le attività culturali previste nel castello.

A renderlo noto è il Comune di Napoli. Il sito era stato chiuso lo scorso 13 aprile a causa dei numerosi crolli di calcinacci che avevano portato. Oggi, il castello consta dell’installazione di un percorso protetto finalizzato a rendere accessibile il luogo con estrema urgenza per favorire la tempestiva ripresa delle attività e delle visite al sito in vista della stagione turistica, soprattutto estiva.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante