Resta sintonizzato

Frattamaggiore

Blitz a Frattamaggiore, sequestrati 500 chili di cocaina

Pubblicato

il

Maxi blitz da parte dei Carabinieri della Compagnia di Giugliano al traffico di droga e alla criminalità organizzata . A Frattamaggiore i militari dell’Arma hanno rinvenuto e sequestrato 500 chili di cocaina purissima. La droga è stata rinvenuta in un capannone della periferia del comune napoletano, su cui sono in corso indagini.

La cocaina era nascosta in 20 cartoni contenenti diverse confezioni solitamente utilizzate per la frutta. A Frattamaggiore e nei comuni limitrofi, sono in corso indagini sulla provenienza della sostanza stupefacente per individuare i relativi responsabili. Le indagini sono dirette dalla Procura distrettuale di Napoli.

Continua a leggere
Pubblicità

Frattamaggiore

FRATTAMAGGIORE. Urbanistica, rifiuti e politiche sociali. Il Sindaco è su una polveriera

Pubblicato

il

FRATTAMAGGIORE – L’elezione del sindaco Marco Antonio Del Prete a “Città Metropolitana” ha solo indorato la pillola rispetto alle amarezza in coalizione. Il sindaco è seduto su una polveriera e il verdetto del voto ha dimostrato che in coalizione ha dei franchi tiratori che non l’hanno votato nemmeno a “Città metropolitana”.

La caccia ai franchi tiratori in maggioranza è aperta e i nomi sono sulla bocca di tutti. Ufficialmente tre ma in realtà “contando” i voti a Casoria da Frattamaggiore ne mancano almeno 4 di voti per Del Prete. Un boccone amaro per il primo cittadino addolcito, come detto, dall’elezione. A dimostrazione che la tensione nell’ambiente locale al Municipio è tutt’altro che sopita.

Infatti, pure l’opposizione vorrebbe riorganizzarsi su alcuni temi molto rilevanti. Rifiuti e urbanistica in primis. Due settori che potrebbero riservare scenari al vetriolo sia per inchieste giudiziarie in corso che coinvolgono il livello politico, dalle elezioni ad oggi, e sia che si potrebbero aprire qualora si iniziassero dei seri controlli sui cantieri autorizzati con regolare licenza. L’opposizione vorrebbe chiedere attraverso atti ufficiali se sono stati eseguiti i controlli sui cantieri soprattutto legati a quelli i cui progetti sono firmati direttamente da tecnici consiglieri comunali e capire se è tutto in regola. Qualora i controlli non ci siano stati e nemmeno le necessarie verifiche di conformità tra carte presentate all’ufficio e reale stato dei luoghi, procedere immediatamente ai sopralluoghi per evitare che l’intreccio tra politica e cemento possa produrre nuove distorsioni in città. A questo poi si deve aggiungere il capitolo delle politiche sociali i cui appalti sono finiti in una inchiesta dell’Antimafia che ha riprodotto un quadro inquietante, coinvolgendo figure che da sempre legate al doppio filo con la politica frattese ma nemmeno di questo si parla. Né una discussione in aula, né risultano seri provvedimenti all’Ambito per stravolgere totalmente il registro di quanto fatto fino ad oggi.

Non perché c’è già una sentenza di condanna ma gli indagati hanno il diritto di difendersi in piena autonomia ma lontano da quegli uffici e soprattutto lontani dalle nuove procedure. Cambiando l’ordine degli addendi, il risultato è sempre lo stesso.

Il silenzio in aula dell’opposizione anche è frastornante su politiche sociali, ambiente e urbanistica e dimostrazione che la politica a Frattamaggiore è frastornata; una parte pensa agli interessi e l’altra se ne frega. Un clima di silenzio surreale che testimonia la tensione e l’imbarazzo per quanto è già uscito fuori e soprattutto per quanto potrebbe uscire se ci fosse un’azione di controllo più seria e continua da parte almeno della minoranza. Il fronte guidato da Francesco Russo assicura che si stanno svolgendo delle verifiche e a breve inizieranno ad arrivare atti ufficiali rispetto ad un’azione di controllo che, diciamo la verità, ad oggi latita come l’azione di governo. Un paese fermo, immobile, imprigionato tra i suoi mille problemi ed una questione morale che rischia di diventare sempre più ingombrante.

Continua a leggere

Cronaca

Frattamaggiore, spari contro alcune pizzerie. I titolari denunciano: “No alla camorra”

Pubblicato

il

Nell’area di Nord di Napoli è da giorni, secondo le forze dell’ordine, in atto una guerra tra due clan rivali. Omicidi, stese e attentanti stanno caratterizzando questi giorni e nessuna attività ne rimane fuori. La scorsa notte infatti dei proiettili sono stati esplosi contro le vetrine di tre pizzerie di Frattamaggiore.

I titolari hanno voluto rispondere con dei post sui loro profili Facebook e denunciare quanto accaduto.
Anema & Pizza Frattamaggiore scrive postando le foto di due pizze con la scritta no e sì, per scegliere da che parte stare:

Cari Amici e Clienti in merito al vile atto intimidatorio di cui siamo stati oggetto stanotte. Diciamo: No Alla Camorra. No ai soprusi. No alla paura. Si alla libertà di impresa. Si alla convivialità. Si alla vita. Luca Piscopo ed il suo staff vi aspetta stasera e nei prossimi giorni come oramai fa da oltre 16 anni e come farà nei prossimi anni a venire. Viva la pizza!“.

Anche quelli di Sapureat hanno affidato ai social il loro personale sfogo pubblicando la foto dei proiettili esplosi nella vetrina del locale:

È tutto assurdo! Stamattina sia noi che altre attività commerciali si sono svegliate ed hanno trovato questo. Non ce lo spieghiamo, non abbiamo parole. Grazie a tutti per i messaggi di supporto“.

Continua a leggere

Eventi

Olimpiadi antirazziste allo stadio Ianniello di Frattamaggiore

Pubblicato

il

300 atleti, dai 12 ai 17 anni, di tutte le scuole medie e superiori di Frattamaggiore saranno i protagonisti delle Olimpiadi Antirazziste, la manifestazione sportiva organizzata da Cantieri Giovani che unisce contro le discriminazioni razziali e di etnia. Lunedì 21 marzo, dalle 10.00 alle 13.00 allo Stadio Comunale Pasquale Ianniello di Frattamaggiore, in occasione della Giornata Mondiale contro le Discriminazioni Razziali, l’associazione non profit campana riunisce i ragazzi di 9 nazioni sotto il segno di un’unica bandiera: la diversità.
Le squadre, formate secondo le scuole di appartenenza, saranno composte da atleti di diversa nazionalità – Algeria, Burkina Faso, Germania, Italia, Marocco, Pakistan, Spagna, Portogallo e Ucraina – promuovendo i valori dello sport come veicolo di scambio e valorizzazione della multiculturalità. Supportati dai loro coetanei sugli spalti, i ragazzi si cimenteranno in diverse discipline sportive: calcio, pallavolo, badminton, tiro con l’arco, corsa 50 mt.
Il progetto è finanziato dall’UNAR – Ufficio Antidiscriminazioni Razziali-Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’ambito delle attività della XVIII Settimana di azione contro il razzismo, con il patrocinio del Comune di Frattamaggiore e con la collaborazione delle Scuole Medie e Superiori: I.C. Capasso-Mazzini, S.M.S Massimo Stanzione, I.C “G.Genoino”, Liceo Classico e delle Scienze Umane “Francesco Durante”, Liceo Classico e delle Scienze Umane “F.Durante”, I.S.I.S. G. Filangieri, e IPIA M. Niglio.

Nella stessa giornata, alle ore 18.00, al Centro socio-culturale Il Cantiere (in Vico VI Durante Frattamaggiore), si terrà “DAI CENTRI GIOVANILI AI CENTRI INTERCULTURALI. TECNICHE DI ANIMAZIONE INTERCULTURALE IN CONTESTI AGGREGATIVI” un seminario gratuito rivolto ad animatori sociali, mediatori culturali, insegnanti, dipendenti della pubblica amministrazione e cittadini. L’obiettivo è quello di condividere nuovi metodi e pratiche interculturali delle attività dei centri giovanili, come laboratori ludico-aggregativi e attività sportive e culturali. La partecipazione al workshop è gratuita con prenotazione obbligatoria al link https://forms.gle/24hkvREPYhEAzG8n8.
La manifestazione si concluderà, alle ore 20.00, con l’esibizione di Gunà Percussion. Melodie partenopee in dialogo con ritmi del west Africa, che ispireranno la realizzazione di un’opera pittorica sulla Napoli contemporanea. La musica diventa così fonte di ispirazione per il pubblico, che sulle note di melodie africane, diventa protagonista di una performance pittorica.

Cantiere Giovani, organizzazione non-profit nata nel 2001, offre servizi socio-educativi rivolti a giovani, associazioni, enti pubblici e istituti scolastici di ogni ordine e grado. Lavora principalmente tra Napoli e Caserta, attivando diversi progetti in rete con realtà di tutto il territorio nazionale e implementando azioni sulle politiche giovanili in ambito europeo. Cantiere Giovani inaugura nel 2003 la prima sede del Centro socio-culturale “Il Cantiere”, dove organizza attività socio educative e culturali finalizzate al coinvolgimento, l’inclusione sociale, e la partecipazione attiva dei giovani e dei cittadini del territorio.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante