Resta sintonizzato

Pozzuoli

Pozzuoli: la scusa del meccanico in trasferta non regge, 52enne arrestato dai Carabinieri

Pubblicato

il

Dopo i catalizzatori e il palladio anche le batterie. I carabinieri della stazione di Licola di Pozzuoli hanno arrestato per tentato furto Pietro Caianiello*, 52enne di Giugliano già noto alle forze dell’ordine. Ad incuriosire i militari il cofano sollevato di un’auto parcheggiata in Viale dei Cipressi, a pochi passi dalla stazione ferroviaria e dalla loro caserma. Caianiello stava armeggiando nel vano motore, provando a svitare i perni che mantengono ferma la batteria.

I carabinieri comprendono immediatamente che quell’uomo non è il proprietario dell’auto e chiedono spiegazioni. Così, il52enne gioca una carta disperata e ammette di essere impegnato nel riparare un guasto al motore. Quando è stato chiaro che anche l’ipotesi “meccanico in trasferta” fosse poco credibile, Caianiello è finito in manette. E’ ora ai domiciliari, in attesa di giudizio.

Pozzuoli

Pozzuoli: costa flegrea nel mirino dei Carabinieri, denunciati titolari di due stabilimenti per abusivismo edilizio

Pubblicato

il

Ancora controlli, ancora sanzioni e sequestri nei lidi e nelle strutture sulla costa flegrea. I carabinieri della stazione di Pozzuoli, insieme a personale della Capitaneria di Porto, hanno denunciato il titolare di uno stabilimento balneare in Via delle Stufe di Nerone. Sulle aree del demanio marittimo, prossime all’arenile, hanno scoperto un piano di cemento e una porzione di un fabbricato destinato a ristorante completamente abusivi. E ancora alcune strutture di legno, pergolati, tendostrutture e un pontile di legno realizzati senza concessione. Realizzata anche una vasca termale oltre l’area data in concessione. Lo specchio d’acqua antistante al lido, circoscritto da cime e boe, era più ampio del previsto. Superfici, aree e strutture irregolari sono state sequestrate.

Gli stessi militari, ancora con la collaborazione della capitaneria di Porto hanno denunciato il titolare di un lido in Via Miliscola. Aveva realizzato in area di demanio marittimo una tettoia di circa 87 metri quadri e una pedana di legno, senza aver alcuna concessione. E’ finito tutto sotto sequestro. I controlli continueranno anche nei prossimi giorni.

Continua a leggere

Pozzuoli

Pozzuoli, il PM accusa il sindaco Figliolia: sesso in cambio di buoni spesa

Pubblicato

il

Il sindaco uscente di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, è indagato dalla Procura di Napoli: secondo gli inquirenti avrebbe concesso dei buoni spesa in cambio di prestazioni sessuali durante il periodo della pandemia da Covid-19.

Nel mese di aprile erano state disposte delle perquisizioni perché Figliolia risulta indagato per concussione e peculato in merito a presunti appalti non regolari sul rilancio turistico del Rione Terra. I pubblici ministeri, Stefano Capuano e Immacolata Sica, su questa vicenda hanno deciso di aprire un fascicolo investigativo separato che riguarda proprio la concessione di quei buoni spesa.

Secondo l’accusa il sindaco uscente avrebbe consegnato ad una donna di circa 40 anni, già percettrice del reddito di cittadinanza e in difficoltà economiche, dei buoni spesa in cambio di prestazioni sessuali. Il fatto si sarebbe ripetuto tre volte e durante la fase più grave della pandemia. I rapporti sarebbero stati consumati all’interno del suo ufficio in Comune. Questo impianto accusatorio è stato con forza respinto della difesa di Vincenzo Figliolia, il quale però al momento non ha ancora commentato in via ufficiale.

Continua a leggere

Pozzuoli

Pozzuoli: scommesse illegali, 45enne nei guai, denuncia e sequestro dei Carabinieri

Pubblicato

il

Una rete di pc collegati alla rete, lontani dai riflettori dell’AAMS e utilizzati per scommettere sugli eventi sportivi del giorno. Nessuna autorizzazione, in un locale dove veniva offerto anche un servizio bar senza licenza.
La scoperta in via tito livio, nel comune di pozzuoli. I carabinieri della locale stazione hanno denunciato il titolare, un 45enne del posto già noto alle ffoo.
Nei guai anche 3 clienti, sorpresi dai militari mentre giocavano a carte nel circolo, scommettendo denaro. L’attività è stata sequestrata.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante