Resta sintonizzato

Cronaca

Caro bollette, De Luca: “400 milioni ad imprese e famiglie. Nuovi fondi ai Comuni”

Pubblicato

il

NAPOLI – Il Presidente della Regione Campania, Vincenzo De Luca, in conferenza stampa a Napoli, ha parlato dell’utilizzo dei fondi europei e dei fondi regionali recuperati. “Cerchiamo di anticipare e integrare le misure del Governo nazionale – ha affermato il Presidente. “Le misure che proponiamo – spiega – sono divise in due blocchi. Si parte dal campo delle bollette dell’acqua, perché sulla depurazione e distribuzione le società erogatrici avranno un aumento spaventoso di costi a causa dei rincari di energia. Costi che erano destinati a scaricarsi sulle bollette dei cittadini e invece noi li copriamo come Regione, impegnando le aziende a non aumentare le bollette per l’acqua. Ci sono anche 30 milioni per scaricare l’inflazione sulla rete di consegna dell’acqua nelle case”.

Peer quanto concerne le imprese, invece, afferma “di manifattura, artigiane e alberghiere: stanziamo 50 milioni per dare un contributo a circa 40.000 aziende che vogliono realizzare impianti per l’energia rinnovabile. Diamo anche fondi ai Comuni che fanno impianti rinnovabili o mettono led sull’illuminazione pubblica o nelle scuole”. La Regione investe poi “60 milioni di euro – dice il governatore – per le bollette energetiche delle aziende. Se l’incremento delle bollette va dai 5 ai 20.000 euro, noi copriamo il 30% per le aziende dal manifatturiero al fornaio”.

Ultima risorsa quella per il sostegno della casa delle famiglie: “mettiamo in campo 55 milioni – ha detto De Luca – e pubblichiamo come Regione entro ottobre la misura di aiuto per le locazioni delle famiglie, dando mille euro ciascuna a 70.000 famiglie in Campania”

Cronaca

Maltempo a Salerno, paura all’Università di Fisciano: crolla un soffitto

Pubblicato

il

FISCIANO (SA) – Paura a Fisciano, in provincia di Salerno. Nell’Università del comune, a causa dei giorni di pioggia che hanno interessato l’intera Regione Campania, è crollata parte del soffitto mentre gli studenti transitavano al di sotto della zona interessata.

Secondo quanto espresso da alcune fonti, nell’edificio del campus erano in corso dei lavori di ristrutturazione che tuttavia sono stati lasciati incompiuti con conseguente comparsa di infiltrazioni d’acqua che hanno peggiorato le generali condizioni della struttura.

Fortunatamente non ci sono stati feriti nell’incidente.

Continua a leggere

Cronaca

Ischia, minaccia un poliziotto intervenuto per sedare una lite. Denunciato

Pubblicato

il

ISCHIA (NA) – Lo scorso lunedì un agente del Commissariato di Ischia, libero dal servizio, era intervenuto per sedare una lite tra un gruppetto di persone in via delle Terme ad Ischia.
In particolare, una di esse, in evidente stato di alterazione alcolica, aveva minacciato il poliziotto con frasi oltraggiose tentando più volte di colpirlo, anche con una bottiglia, ma l’operatore era riuscito ad evitare i colpi dirigendosi verso il Commissariato, poco distante, per chiedere ausilio. Poco dopo, l’uomo e gli astanti si erano già allontanati facendo perdere le loro tracce.

Il giorno dopo l’aggressore si è presentato in Commissariato dove è stato identificato per un 49enne della Repubblica Dominicana e denunciato per oltraggio, minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Continua a leggere

Cronaca

Germania, tratto in arresto noto criminale connesso al clan camorristico Licciardi-Di Buono

Pubblicato

il

GERMANIA – Intervento sinergico del comando provinciale Carabinieri di Napoli e la forze dell’ordine tedesche. E’ stato tratto in arresto il 51enne Sergio Nappa, noto criminale connesso al Clan camorristico Licciardi – Di Buono operante sul territorio napoletano. L’operazione è avvenuta nella città di Gevelsberg, dove si era traferito con la famiglia

Sul 51enne pendeva un mandato di arresto europeo in esecuzione di un ordine di carcerazione emesso nel 2015 dalla corte di appello di Napoli. Nappa era irreperibile dal dicembre 2014 e dovrà scontare, una volta trasferito in Italia, una pena di 3 anni di reclusione per concorso in traffico, detenzione e porto di armi e munizioni da guerra commessi nel 2004/2005. Il 51enne al momento è trattenuto in Germania in custodia in attesa che la locale autorità giudiziaria si esprima sull’estradizione.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante