Resta sintonizzato

Cronaca

Orrore in Messico: coppia adesca ragazza incinta sui social e la uccide per rubarle il bambino

Pubblicato

il

Orrore in Messico, nello Stato di Veracruz, dove lo scorso 3 dicembre la Polizia ha ritrovato il cadavere di una ragazza in una fattoria del municipio Medellin de Bravo.

Secondo una prima ricostruzione, una coppia avrebbe adescato sui social la giovane incinta, convincendola ad incontrarsi con la scusa di volerle donare dell’abbigliamento per il nascituro. Tuttavia, una volta giunta lì, l’hanno uccisa per rubarle il bimbo che aveva in grembo, per poi abbandonare il suo corpo in un campo.

Pertanto, la denuncia della ventenne Rosa Isela è scattata lo scorso 30 novembre, con la Polizia che è riuscita a rintracciare i due responsabili, identificati come Gonzalo ‘NN’ e Veronica ‘NN’, accusati di omicidio volontario. I due, hanno spiegato di aver messo in atto il loro gesto, poiché nonostante i vari tentativi, non erano ancora riusciti ad avere un figlio.

Cronaca

Bimbo di un anno e mezzo azzannato al viso dal cane dello zio: grave in ospedale

Pubblicato

il

Un vero e proprio dramma quello consumatosi stamane ad Antraccoli, frazione del comune di Lucca, dove un bambino di un anno e mezzo è stato azzannato al viso dal cane dello zio. In particolare, il piccolo ha riportato gravi ferite.

Pertanto, è stato soccorso dai sanitari del 118, che hanno provveduto all’immediato trasporto in ospedale, dove è stato stabilizzato e trasferito da un’ambulanza con anestetista rianimatore a bordo, direttamente presso l’ospedale pediatrico Meyer di Firenze.

Continua a leggere

Cronaca

Napoli, ruba un’auto in sosta e si allontana: il proprietario lo insegue e recupera il veicolo

Pubblicato

il

Siamo a Fuorigrotta, nel Napoletano, dove nel pomeriggio di ieri un malvivente si è introdotto nel parcheggio del cinema ‘The Space’, portando via un’auto in sosta.

Tuttavia, il proprietario della vettura, che si trovava all’interno di un bar, ha visto il bandito dileguarsi a bordo della sua auto, e così ha chiesto aiuto ad un amico e si è messo sulle sue tracce. Pertanto, dopo diversi chilometri i due sono riusciti a raggiungere l’auto, con il rapinatore che ha tentato la fuga tamponando i suoi inseguitori.

A quel punto i tre, dopo essere scesi dalle rispettive auto, sono venuti alle mani sotto gli occhi increduli degli altri automobilisti. Per fortuna, il ladro è scappato poco dopo a bordo di una Jeep, prelevato da due suoi amici.

Continua a leggere

Cronaca

Turchia, bambino tratto in salvo dai soccorritori dopo 80 ore sotto le macerie

Pubblicato

il

Cresce sempre di più il numero delle vittime del terremoto che ha colpito Turchia e Siria, che secondo le ultime stime ufficiali ha superato quota 17mila morti, con almeno 62.914 persone rimaste ferite.

Tuttavia, le ricerche continuano senza sosta, nonostante siano state superate le 72 ore. In particolare, un bambino è stato trovato vivo dopo essere rimasto per 80 ore sotto le macerie di un palazzo di 4 piani crollatogli addosso. Inoltre, anche una donna e il figlio sono stati tratti in salvo dalle macerie dopo 70 ore.

Ecco quanto condiviso sui social dal vicesindaco di Yalova Mustafa Tutuk:

“E’ un miracolo, come si possono spiegare questi sentimenti. Dopo le voci da sotto le macerie, ci siamo subito diretti lì con la nostra squadra e, per fortuna, li abbiamo tirati fuori”.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy