MARCIANISE – I Carabinieri di Marcianise, in collaborazione con la Polizia Municipale, nel corso di una verifica all’interno di uno stabilimento di trattamento di rifiuti metallici, dislocata nella zona ASI hanno accertato violazioni penalmente rilevanti in materia ambientale per operazioni di recupero effettuate su rifiuti pericolosi mediante riduzione volumetrica effettuata tramite cesoiatura, attività per la quale la ditta non risultava autorizzata.

 

Inoltre, si è constatata l’inosservanza delle prescrizioni contenute nei titoli autorizzativi con particolare riferimento a:

 

  1. stoccaggio dei rifiuti in aree difformi rispetto a quelle riportate nella planimetria autorizzata;
  2. stoccaggio dei rifiuti in cumuli con altezze anche superiori ai 5 metri;
  3. attività di saldature il cui impianto non è autorizzato nei riguardi delle emissioni in atmosfera.

 

Rispondi