Resta sintonizzato

Salute

Covid in Campania: bollettino 13 settembre

Pubblicato

il

NAPOLI – Consueto aggiornamento con il bollettino Covid della Regione Campania, che comunica i dati presenti sul territorio. Oggi si registra un numero basso di positivi dovuto al weekend: sono 151 i nuovi casi di coronavirus, a fronte di 5.764 tamponi effettuati. Ieri erano stati 371 su 18.311 tamponi. Il tasso di positività sale al 2.61% contro il 2,02% del giorno precedente. Sei i deceduti di oggi, 5 quelli di ieri. Calano ancora i ricoveri, sia in terapia intensiva che nei reparti ordinari.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Referendum eutanasia, parla Cappato: “Raccolte 800 mila firme”

Pubblicato

il

Sono 800 mila le firme raccolte, per chiedere il referendum sull’eutanasia legale. A tal proposito, Marco Cappato, tesoriere dell’associazione ‘Luca Coscioni’, si è così espresso: “E’ una battaglia di civiltà. La società, è già molto più avanti di chi dovrebbe governarla, ma questo successe anche con il divorzio e l’aborto. Nonostante nessun leader politico ne parli, noi abbiamo già raccolto 800 mila firme per un referendum che, in caso passasse, permetterà ai cittadini di decidere se sottoporsi a inutili sofferenze oppure poter scegliere una morte dignitosa. La legge che regolamenta questo tema, è del 1930, quando il regime riteneva che la vita fosse dello Stato. Noi, oggi, riteniamo che sia del singolo individuo. Non è un obbligo di scelta, ma solo la libertà di poter scegliere l’eutanasia qualora lo si volesse. Lo hanno capito anche i tanti cattolici che stanno firmando. In Italia, esistono già pratiche illegali, noi vogliamo renderla legale e controllata”.

 

Continua a leggere

Attualità

Mentre l’EMA valuta la terza dose, il CTS ipotizza sulla fine dell’uso di mascherine

Pubblicato

il

ROMA – Da molti mesi si discute la possibile liberazione dall’obbligo di indossare la mascherina. Tuttavia, non è mai stata espressa una data o un periodo in cui questo provvedimento potrebbe essere preso, se non altro in considerazione.

E’ una domanda impegnativa. E’ difficile fare una stima accurata. Diciamo che ragionevolmente per la fine del 2022. Continuando in questo modo potremo vedere degli scenari ancora migliori rispetto a quelli che, di fatto, vediamo in questo momento”. Queste le parole di Franco Locatelli in una intervista a Sky TG24, presidente del Consiglio Superiore di Sanità e coordinatore del Cts.

Intanto l’EMA ha iniziato a valutare l’eventualità di una terza dose di vaccino. L’autorità europea del farmaco sta infatti analizzando una domanda per l’uso di una dose di richiamo di Comirnaty (BioNTech/Pfizer) da somministrare 6 mesi dopo la seconda dose a persone di età pari o superiore a 16 anni.

“Il comitato per i medicinali umani dell’Ema – spiega una nota ufficiale – effettuerà una valutazione accelerata dei dati presentati dalla società che commercializza Comirnaty, compresi i risultati di uno studio clinico in corso in cui circa 300 adulti con sistema immunitario sano hanno ricevuto una dose di richiamo circa 6 mesi dopo la seconda dose”.

L’esito della valutazione, precisa l’Ema, è atteso nelle prossime settimane, a meno che non siano necessarie informazioni supplementari. La stessa agenzia sta valutando anche l’uso di una terza dose in persone gravemente immunocompromesse.

Continua a leggere

Salute

Campani. Grande successo per i vaccini in farmacia. Oltre 20mila vaccinazioni

Pubblicato

il

NAPOLI – “Il mese di agosto è stato un po’ complicato per la somministrazione delle seconde dosi ma ora in moltissimi stanno tornando per completare il ciclo vaccinale e le farmacie saranno offrendo un contributo essenziale alla campagna di immunizzazione”. Queste le parole di Massimo Petrone, titolare dell’omonima catena farmaceutica partenopea.

Secondo i dati, tra il 15% ed il 30% dei campani ha preferito rimandare la somministrazione del secondo vaccino al rientro dalle vacanze. Un trend, quello di disertare le seconde dosi, che ha preoccupato non poco, ma che ora si è nettamente invertito.

Ad oggi  il nostro hub ha somministrato circa 700 dosi in poco meno di 3 mesi”. A delineare il successo delle vaccinazioni e dei tamponi nelle farmacie sono proprio i numeri raccoltosi nell’hub vaccinale di Pianura del Gruppo partenopeo. Somministrazioni che avvengono in una clinica mobile dove farmacisti abilitati ai vaccini e coadiuvati da infermieri fanno le anamnesi e controllano che tutto vada per il meglio.

“La farmacia è ormai un punto di riferimento per i cittadini – conclude Petrone – anche durante il primo lockdown è rimasta sempre aperta. Per quel che riguarda noi, non riusciremmo a fare ciò che facciamo se non fosse per la dottoressa Creazola (responsabile della farmaceutica dell’Asl Napoli 1 Centro) che in maniera straordinaria segue la distribuzione dei vaccini in farmacia. Così come straordinario devo definire il lavoro di Ferderfarma che con la Asl Napoli 1 Centro sta dando un grande supporto all’intera categoria”.

A lanciare un deciso appello alla vaccinazione è poi Riccardo Iorio, presidente di Federfarma Napoli: “In pochi mesi – dice – la campagna vaccinale nelle farmacie ha dato ottimi risultati, con la somministrazione di quasi 20mila dosi. I cittadini hanno dimostrato di avere una grandissima fiducia in noi e questo ci ha consentito di convincere anche i più scettici sulla sicurezza dei vaccini, farmaci che sono la nostra prima e al momento unica arma contro il Covid“.

Proprio a seguito del successo ottenuto dalle c.d. “farmacie dei servizi“, a breve alle 60 farmacie, che attualmente somministrano vaccini sui territori dell’ASL Napoli 1 Centro si aggiungeranno quelle della Napoli 2 Nord e Napoli 3 Sud, portando il totale a 120 farmacie.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante