Resta sintonizzato

Arzano

Le “sindache” di Arzano scelgono la Chiesa

Pubblicato

il

ARZANO – Le “sindache” di Arzano scelgono la chiesa. Questa in corso ad Arzano è la campagna elettorale più strana di sempre.

Ieri, una testata giornalistica, che organizza dirette su Facebook, ne ha lanciato una per venerdì con i 4 candidati a sindaco arzanesi.

Le due concorrenti sindache qualche ora dopo, non solo smentiscono la partecipazione al programma, ma addirittura accusano di fake il direttore responsabile. La candidata del PD dichiara di aver espresso l’indisponibilità a partecipare, unitamente alla candidata di Arzano Alternativa.

A stretto giro, quest’ultima, prende le distanze dalla notizia che dichiara essere una fake.

Cosa da pazzi, direbbe qualcuno con un po’ di buonsenso!

Forse le due signore candidate allo scranno più alto di piazza Cimmino sono state prese dal panico e temono una figuraccia?

Certo è che ogni volta che Cinzia Aruta parla in diretta Facebook non ne esce bene, anzi!

L’ultima intervista l’ha fatta precipitare nei sondaggi, perchè sembra inciampare persino su poche frasi fatte, attorcigliando confusamente le poche idee elettorali che dovrebbe avere ben chiare. L’altra è certamente più spigliata, ma ai puristi della lingua italiana tremano le vene ai polsi quando parla.

Comunque sia, le due candidate arzanesi nel mentre rifiutano un invito, ne accettano un altro più sicuro, più protetto, quello della “convention” ecclesiale.

Già, perchè dai litigi, dai pettegolezzi e dalle gelosie tra gli abituali animatori delle parrocchie è nata l’inconsueta iniziativa delle chiese arzanesi, che prende forma come “comunicato della comunità ecclesiale” che “ascolta la voce dei 4 candidati a sindaco“.

Forse la chiesa rassicura, forse non ci saranno domande ma monologhi letti dal pulpito, tuttavia resta  immotivato e imperscrutabile il mistero del diniego delle sindache.

Intanto, molti dubbi attanagliano i cittadini arzanesi di fede, i quali si chiedono se Monsignor Battaglia sa che la Chiesa di Cristo Redentore si trasformerà nel pulpito di quella politica che non è riuscita a presentare liste senza “indesiderabili”.

Si chiedono, come mai la chiesa scende in campo in questo modo?

Storicamente legata a Gennaro De Mare e alla sua lista, i cui candidati si aggirano quotidianamente tra scranni, incensieri e portacandele, la chiesa in questo modo polarizzerà ancora di più le divisioni interne.

Era proprio il caso di gettare odio tra i fedeli di opposto credo politico, chiamandoli tutti a raccolta?

E le norme anticovid che fanno entrare pochi fedeli per volta durante le celebrazioni, come saranno rispettate?

Il Comandante della Polizia Locale vigilerà?

Sicuramente, questa è la campagna elettorale più strana di sempre!

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Arzano

Napoli: Leroy Merlin gli operatori si spostano da Arzano a Gallipoli

Pubblicato

il

Nuova vertenza di lavoro nel Napoletano. Ad Arzano 68 lavoratori di Covisian Spa, società leader nel settore call center, rischiano il posto di lavoro: il gruppo ha perso la commessa con Leroy Merlin. L’azienda pare che proponga un’assunzione ex novo con meno ore, azzeramento degli scatti di anzianità, il superamento dell’articolo 18, e il trasferimento presso la sede di Gallipoli. Per i sindacati, il principio di territorialità della clausola sociale non è un termine negoziabile. Dal canto suo, Covisian ha dichiarato l’impossibilità di ricollocare i lavoratori.

Continua a leggere

Arzano

ARZANO: furto di energia elettrica. quasi l’intero condominio allacciato abusivamente alla rete. 8 persone denunciate dai Carabinieri

Pubblicato

il

 Furto di energia elettrica. Quasi l’intero condominio allacciato abusivamente alla rete. 8 persone denunciate dai Carabinieri Quando si pensa ad un condominio le immagini che per prime saltano in mente sono quelle delle liti, del disaccordo e delle riunioni animate e quasi sempre inconcludenti.

Non sembra così per uno stabile in Via Zanardelli, nel comune di Arzano.
Quasi tutti i residenti, infatti, sembrano d’accordo nell’alimentare le loro case con energia elettrica “rubata” al servizio di fornitura nazionale.8 le persone denunciate per furto aggravato. Numero che fa pari con i rispettivi nuclei familiari distribuiti dal primo al 5 e ultimo piano.

Le loro abitazioni erano collegate alla rete senza che il contatore potesse rilevarne i consumi.
I carabinieri della tenenza locale hanno segnalato tutti all’Autorità giudiziaria mentre i tecnici specializzati della società di fornitura sono a lavoro per stimare il danno arrecato.

Continua a leggere

Arzano

Napoli. Arzano Volley e Gs Aversa Volley, un’intesa nel nome della crescita

Pubblicato

il

Una stretta di mano fra Raffele Piscopo e Guglielmo Moschetti sancisce più di ogni altra formalità la collaborazione fra l’Arzano Volley e la Gs Aversa Volley in vista della prossima stagione. I due esperti dirigenti della pallavolo della regione Campania si sono ritrovati a tavolino per mettere su un protocollo d’intesa che consentirà ad entrambi i sodalizi di avere vantaggi concreti in vista dei molteplici impegni della stagione 2022-2023.

“Fra le nostre famiglie -spiegano i diretti interessati- c’è sempre stata stima e rispetto reciproco. Abbiamo collaborato già in passato e siamo pronti a scrivere pagine interessanti di questo sport anche in futuro”. Sono giorni frenetici di questo luglio bollente. Le due società programmano il futuro e non vedono l’ora di ritornare in campo per regalare soddisfazioni alle rispettive tifoserie. 

Moschetti e Piscopo vantano entrambi esperienze di lungo corso nel volley. Hanno fatto capolino nella massima divisione e rivestito cariche federali: “Il nostro obiettivo è di offrire a tutte le nostre tesserate di trovare la giusta collocazione. Sia nelle prime squadre che disputano categorie diverse che in quelle giovanili che hanno le medesime ambizioni di crescita”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante