Resta sintonizzato

Caivano

CAIVANO. Il Sindaco Enzo Falco spacca “Noi Campani” sui debiti fuori bilancio

Pubblicato

il

CAIVANO – Stamattina si è svolto il Consiglio Comunale che doveva sancire i debiti fuori bilancio del Comune gialloverde e come al solito è andata in scena la farsa delle clientele dei settori e degli amici avvocati dei Consiglieri comunali.

La maggior parte dei debiti fuori bilancio riguardava tutti i giudizi passati ingiudicati e che nei quali gli esponenti si trasformano in creditori dell’ente caivanese. Spiccava tra i debiti un giudizio intentato, nientepopodimeno che, dalla dirigente Dott.ssa Ida Carrara. Non che non abbia il diritto, ci mancherebbe altro, ma qui si rasenta l’assurdo del conflitto di interessi se si considera che la stessa è anche la Responsabile del Contenzioso. Ma veniamo alla politica.

Tra i tanti punti all’ordine del giorno, sul penultimo, proprio quello riguardante i debiti fuori bilancio, è nata un’aspra polemica tra opposizione e maggioranza, poiché a quanto dichiarato da alcuni esponenti di minoranza, gli stessi debiti pare siano stati votati in violazione del Regolamento Comunale sullo Svolgimento del Consiglio Comunale, visto che dall’aula, al momento del voto, sono usciti quelli dell’opposizione facendo mancare, di fatto, il numero legale, ossia la metà più uno dei consiglieri.

Infatti al momento del voto, i consiglieri di maggioranza rimasti in aula erano solo dodici. Davanti a quest’evidenza gli oppositori si sono visti costretti a scrivere direttamente all’ANAC chiedendo un parere sulla regolarità delle votazioni assunte nella seduta del Consiglio Comunale odierno.

Tra i dodici consiglieri di maggioranza presenti in aula c’erano anche Mimmo Falco e Gaetano Lionelli, praticamente la metà del Gruppo Noi Campani, il gruppo più bistrattato di sempre ma cosa sarà successo? Da indiscrezioni raccolte in esclusiva da Minformo il Sindaco Enzo Falco ha cominciato ad adottare una nuova strategia. Il suo obiettivo adesso è quello di spaccare il gruppo che può guastare gli equilibri – dividi et impera – in maniera tale che saranno solo in due a chiedere rappresentanza in giunta e si dovranno accontentare di un solo assessore.

Ovviamente l’ignaro duo Lionelli-Falco a tutto questo non ci è ancora arrivato e la sua presenza in Consiglio Comunale è stata garantita dall’ennesima bugia propinata dal Sindaco che gli ha assicurato che oltre al primo assessore, avrebbero ottenuto anche il secondo perché avrebbe tolto le deleghe a Maria Pina Bervicato ed escluso il M5S di Francesco Giuliano dall’esecutivo. Ingenua la metà presente dei mastelliani che si è bevuta le dichiarazioni della fascia tricolore e stamattina era presente in Consiglio ad alzare, come al solito, la mano e ratificare i debiti fuori bilancio per arricchire le tasche degli avvocati amici degli amici.

Questa è Caivano e questo è il modus operandi della sinistra caivanese negli ultimi trent’anni di Amministrazione e ad oggi non si sa nemmeno se si è usciti definitivamente dal dissesto finanziario, non è dato sapere se l’OSL ha terminato di pagare tutti i fornitori e creditori dell’ente e se in vista, data la discutibile gestione e il cambio continuo di assessori al bilancio, c’è un altro dissesto. Ai posteri l’ardua sentenza.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Caivano

Rapine tra Caivano, Frattamaggiore e Casavatore: scattano le manette dopo la condanna

Pubblicato

il

Rapine tra Caivano, Frattamaggiore e Casavatore: scattano le manette dopo la condanna.  Stamattina gli agenti della Squadra Mobile hanno rintracciato e arrestato, presso la sua abitazione in via Atellana a Caivano, Pasquale Bevilacqua, 51enne napoletano, in esecuzione di un provvedimento di carcerazione emesso il 10 gennaio dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Napoli – Ufficio Esecuzioni Penali.

L’uomo è stato condannato alla pena di 5 anni e 4 mesi di reclusione per rapina, possesso ingiustificato di chiavi alterate o grimaldelli, ricettazione e resistenza a Pubblico Ufficiale, commessi a Caivano, Frattamaggiore e Casavatore tra il 2009 e il 2013.

Continua a leggere

Attualità

Caivano, 84 percettori di reddito di cittadinanza al servizio del Comune: “Lavoreranno 8 ore settimanali”

Pubblicato

il

Negli ultimi mesi si è molto discusso sul reddito di cittadinanza, tra persone a favore di questo sussidio e chi invece voleva abolirlo. Molti percettori però stanno lavorando a servizio del Comune in cui abitano. Un bell’esempio di ritorno in società che piace ai cittadini e dà dignità a chi percepisce il reddito di cittadinanza.

Dopo l’esempio positivo del Comune di Bacoli, anche quello di Caivano ha fatto partire dei progetti in favore di 84 persone con reddito di cittadinanza. Come scrive la pagina dell’amministrazione comunale sui social questa è un’occasione di inclusione:

Si tratta di una grande opportunità per il miglioramento dei servizi e per i diretti interessati, che lavoreranno otto ore settimanali, per un totale di dodici mesi e fino a che, in questo periodo, percepiranno il reddito. Attraverso i Puc avviamo un’attività di restituzione sociale per coloro che ricevono il reddito di cittadinanza e, allo stesso tempo, è un’occasione di inclusione per i diretti interessati che contribuiranno al bene della nostra Comunità. Un sentito ringraziamento agli uffici del settore Politiche sociali che si sono dedicati al progetto perché dietro a questo servizio di cui beneficerà l’intera collettività c’è stato un lungo lavoro. In foto, il primo gruppo di percettori reddito di cittadinanza che da subito inizia a collaborare con il Comune. Questo primo progetto si chiama InComune.
A fine mese seguiranno altri tre progetti: manutenzione verde, manutenzione immobili e scuole sicure. In totale saranno 84 le persone impegnate. Buon lavoro a tutti voi“.

Continua a leggere

Caivano

Parco Verde di Caivano, camper per i tamponi gratis in chiesa

Pubblicato

il

Mercoledì e giovedì prossimi, dalle 15,30 alle 19 presso San Paolo Apostolo di Caivano sarà possibile effettuare il tampone gratis. Lo annuncia padre Maurizio Patriciello, parroco del Parco Verde, spiegando che la parrocchia ha dato l’immediata disponibilità ad accogliere un camper delle autorità sanitarie per far eseguire i tamponi.

Tutti i giorni invito i cittadini a controllarsi ma soprattutto a vaccinarsi. “Non c’è un’omelia durante la quale non ricordi che con il vaccino si sconfigge la pandemia” spiega don Maurizio. A qualche fedele scettico io dico che io mi fido della scienza e del Papa – aggiunge – L’utilità dei vaccini viene ricordata dai medici di tutti il mondo. E poi anche il papa lo ha detto chiaramente:” dobbiamo vaccinarci”.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante