Resta sintonizzato

Città

Frattamaggiore: ruba in un cantiere edile. Arrestato.

Pubblicato

il

Ieri sera gli agenti del Commissariato di Frattamaggiore, durante il servizio di controllo del territorio, nel transitare in via Sepano a Frattamaggiore hanno notato un uomo intento a caricare una scala di alluminio all’interno di un’auto e che, alla loro vista, ha tentato di allontanarsi per eludere il controllo ma è stato bloccato.
Inoltre, i poliziotti hanno rinvenuto all’interno della vettura un’altra scala di alluminio e tre puntelli di ferro accertando che li aveva asportati da un vicino cantiere edile.
P.G., 47enne di Sant’Antimo con precedenti di polizia, è stato arrestato per furto, mentre la refurtiva è stata restituita al titolare della ditta.

Capri

Tragedia a Capri: 19enne muore dopo una nuotata

Pubblicato

il

Gregorio Pio Bucconi è morto nel mare di Capri, ma le cause saranno accertate solo dopo l’autopsia. Gregorio e il fratello si sono tuffati in acqua raggiungendo il largo. Il fratello quando è tornato sul bagnasciuga ha notato che Gregorio non lo seguiva: immediato il rientro in acqua insieme a un altro bagnante che l’ha aiutato nelle ricerche, fino alla terribile scoperta del 19enne che era in acqua privo di sensi. Sul posto è subito intervenuta la Guardia Costiera di Capri che alla vista del giovane esanime ha allertato il 118.

Il personale del 118 ha tentato di rianimare il ragazzo ma arrivati in ospedale i sanitari non hanno potuto fare altro che constatare il decesso.

Continua a leggere

Frattamaggiore

Frattamaggiore: uomo dato alle fiamme mentre era in videochiamata con la fidanzata

Pubblicato

il

Cosparso di liquido infiammabile e poi dato alle fiamme mentre, seduto su una panchina, stava videochiamando la sua fidanzata. A Frattamaggiore, in provincia di Napoli, Nicola Lupoli, di 36 anni, è stato circondato in pochi istanti dalle fiamme: il fratello arrivato sul posto, lo ha portato immediatamente all’ospedale di Frattamaggiore.

Per lui ustioni sul corpo e condizioni molto gravi. E’ stato trasferito al centro grandi ustionati del Cardarelli e poi al Policlinico di Bari; per lui prognosi riservata e coma farmacologico.

Continua a leggere

Napoli

Napoli, due ventenni aggrediti dopo il Pride: insultati e presi a cinghiate

Pubblicato

il

Sono stati fermati gli aggressori di due giovani romani che la scorsa notte erano stati accerchiati e colpiti con delle cinghiate solo per essere gay.

Alle 4 di notte, mentre percorrevano via Santa Brigida, erano stati avvicinati da due giovani in auto: un diciottenne di Marano ed un sedicenne di Villaricca, entrambi incensurati, che hanno iniziato a rivolgere loro alcuni insulti omofobi. Uno dei ventenni ha reagito alle offese scatenando l’ira degli aggressori che sono scesi dall’auto e hanno colpito i due con spintoni, schiaffi e persino con la cinghia dei pantaloni. Immediatamente è scattata la denuncia ai Carabinieri.

I due romani aggrediti dopo il Napoli Pride sono stati invece trasportati all’ospedale San Paolo e medicati con una prognosi di cinque giorni.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante