Resta sintonizzato

Attualità

La vita di Ciro dopo aver denunciato i maltrattamenti in carcere: a 300 km da casa e sedato

Pubblicato

il

E’ veramente drammatica la vicenda di Ciro Esposito, tra i detenuti coraggiosi che hanno trovato il coraggio di denunciare la mattanza nel carcere di Santa Maria Capua Vetere: a 300 km da casa e sedato.

A raccontare la storia a Casertanews.it, la moglie del detenuto che ora è in sciopero della fame, Flavia, preoccupata per le condizioni del marito che già in passato ha tentato il suicidio in cella.

Dopo il trasferimento al carcere di Spoleto, ad oltre 300 chilometri dalla famiglia, ha iniziato lo sciopero della fame.

E’ questa la vicenda di Ciro, che ha coraggiosamente denunciato i pestaggi da parte degli agenti della polizia penitenziaria avvenuti il 6 aprile 2020 all’interno del carcere di Santa Maria Capua Vetere.

Do il mio consenso a farmi una siringa di eutanasia così solo potrò stare in pace”, ha scritto in una recente lettera alla moglie, pubblicata dalla donna su Tik Tok.

Dopo aver saputo dei pestaggi ho denunciato tutto il 10 aprile. A distanza di qualche mese mio marito venne messo ai domiciliari e presentava ancora i segni di quelle violenze. In occasione delle torture, Ciro consegnò spontaneamente un piccolo telefonino che aveva con sé e venne messo, insieme con altri, nelle celle di isolamento, dove non ci sono i video. Poi è stato sentito in Procura, qui ha visto dei video che ritraevano quelle violenze e si è riconosciuto. Quando le immagini delle torture sono diventate di dominio pubblico mio marito mi ha detto che quella è solo una parte dei video che lui ha visto, ma che ce ne sono anche altri” ha raccontato la donna.

Continuando “Abbiamo 4 figli di cui due piccoli (Esposito è padre di altri 4 ragazzi avuti da un precedente matrimonio). Già quando era detenuto a Napoli non era semplice organizzarsi per i colloqui, adesso per noi è praticamente impossibile“.

L’inchiesta della magistratura, intanto, è andata avanti, fino agli arresti. Nel frattempo, Esposito dopo un periodo di detenzione in casa è tornato in carcere, stavolta a Secondigliano. Da qui, condividendo lo stesso destino di altri 46 detenuti, è stato trasferito, infine, a Spoleto.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Covid Campania. I dati del 30 Luglio

Pubblicato

il

In Campania aumentano il tasso di contagio, i ricoverati in reparti di degenza ordinaria e in terapia intensiva. Sono i dati dell’ultimo bollettino sull’emergenza Covid in regione.

I positivi sono 355 su 7069 tamponi molecolari (tasso del 5% contro il 4,7 di ieri). 12 i ricoverati in terapia intensiva, uno in più di ieri. 189 le persone in reparti di degenza ordinaria, sei in più di ieri. Un morto nelle ultime 48 ore, più altri quattro dei giorni precedenti ma registrati ora. (ANSA).

Continua a leggere

Attualità

Campania. Al via le vaccinazioni in vacanza. Collaborazione tra ASL Napoli 1 Centro, ASL Salerno e ANCI Campania.

Pubblicato

il

Continua senza soste l’azione di immunizzazione al Covid-19 posta in essere da Regione Campania; per rendere ancora più agevole l’accesso ai vaccini da parte dei cittadini campani, l’ASL Napoli 1 Centro e l’ASL di Salerno con il supporto di ANCI Campania hanno deciso di raggiungere direttamente in vacanza i propri residenti che non hanno concluso il ciclo vaccinale e che vorranno volontariamente sottoporsi alla prima dose.

Un Centro Mobile Vaccinale raggiungerà alcune località turistiche della Costiera Cilentana e Amalfitana che dalle 18.00 alle 02.00 renderà possibile la somministrazione dei diversi vaccini disponibili, sia per la seconda dose che per la prima.

«L’obiettivo – spiegano i direttori generali Mario Iervolino e Ciro Verdoliva, rispettivamente dell’ASL Salerno e ASL Napoli 1 Centro – è quello di fornire un ulteriore servizio ai nostri utenti residenti che sono in vancanza e favorire l’obiettivo di immunizzare quanto prima possibile la maggior parte dei cittadini residenti in Campania».

ANCI e i Sindaci del territorio hanno immediatamente sostenuto l’iniziativa con il necessario supporto logistico, convinti che la vaccinazione sia l’unico modo per tornare alla normalità ed evitare che alla ripresa delle attività scolastiche si debba ancora rinunciare alle lezioni in presenza.

Le prime tappe sono le seguenti:

  • martedì, 03 agosto 2021, Marina di Camerota
  • mercoledì, 04 agosto 2021, Palinuro
  • giovedì, 05 agosto 2021, Acciaroli
  • venerdì, 06 agosto 2021, Positano
Continua a leggere

Attualità

Ischia, tentata rapina alla fermata dell’autobus: denunciato 30enne del posto

Pubblicato

il

Gli agenti del Commissariato di Ischia, nel corso della mattinata di ieri, sono intervenuti presso il Pronto Soccorso dell’ospedale Rizzoli, per la segnalazione di una persona ferita in seguito ad un tentativo di rapina. Stando ad una prima ricostruzione, pare che una donna, mentre si trovava in via Castellaccio a Forio in attesa dell’autobus, sia stata aggredita da un uomo che, ha tentato di rubarle lo zaino colpendola con calci e pugni fino a quando, all’arrivo del bus, si è dato alla fuga. Pertanto, gli operatori, grazie alle descrizioni della vittima e alle immagini di videosorveglianza di un negozio, hanno individuato il rapinatore, un 30enne di Lacco Ameno con precedenti di Polizia, il quale è stato rintracciato e denunciato per tentata rapina.


Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante