Resta sintonizzato

Attualità

Primo Maggio, Mattarella dal Quirinale: “Il nostro obiettivo è avere zero morti sul lavoro”

Pubblicato

il

Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in occasione della celebrazione della Festa del Lavoro, ha così dichiarato dal Quirinale:

“La sicurezza sul lavoro e l’integrità della persona e dei lavoratori, è parte essenziale del nostro patto costituzionale e vorremmo che intorno a questa necessità, si mobilitasse il fronte più ampio, un patto di alleanza tra istituzioni, società civile, forze sociali ed economiche, per sottolineare con forza l’impegno a combattere un flagello che sconvolge la vita di troppe famiglie. Rappresenta un’umiliazione per il mondo delle imprese e una sconfitta per chi, producendo beni e servizi, vede la propria attività sfigurata da queste morti”.

Poi, continua: “Venerdì mattina, in Friuli, ho sottolineato l’inaccettabilità, specie per i più giovani, di dover associare la prospettiva del lavoro con la dimensione della morte. Vanno incentivate le esperienze e le buone pratiche che, come in quella Regione, si propongono la stipula di protocolli tra imprese e sindacati, con l’obiettivo ‘Zero morti‘. Il lavoro è strumento di progresso e affermazione delle persone, non un gioco d’azzardo potenzialmente letale. L’obiettivo di più lavoro, non può tradursi in più incidenti sul lavoro. Per questo, occorre porre in essere uno sforzo eccezionale. L’impegno per la ripresa è, insieme, impegno per migliorare le condizioni produttive e per battere la tragedia delle morti sul lavoro”.

Poi, aggiunge: “La pandemia ha sconvolto questi ultimi due anni. Ha portato morte, sofferenza, paure. E ci ha fatto scoprire i valori della solidarietà, della responsabilità, anche delle istituzioni a servizio del bene comune. Abbiamo dimostrato di saper affrontare la crisi. Analoga risolutezza occorre avere oggi, di fronte al brusco stop alla ripresa economica indotto dall’aggressione della Russia. Scoraggiarci per le prove che i tornanti della storia propongono sui diversi fronti, interno, dell’Unione Europea, internazionale, è atteggiamento vacuo. Sterile. Un’unità consapevole tra le forze sociali, deve consentire al Cantiere Italia di realizzare gli obiettivi del PNRR, con un capitolo di relazioni sociali all’altezza dei tempi moderni. Non è tempo di slogan. Non sono consentite pause nell’impegno: è indispensabile un dialogo consapevole e fruttuoso”.

Infine, conclude: “La nuova ‘fabbrica’ del Paese, deve saper tenere insieme funzione sociale dell’impresa, innovazione e produttività, crescita dell’economia e occupazione, dignità del lavoro. Ci ha soccorso in questi anni, la svolta che abbiamo concorso a realizzare nella Ue, che ha scelto di adottare politiche espansive come mai in passato. Ne è emersa l’idea di un’Europa sempre più credibile, nel rappresentare l’ambito necessario della nostra rinnovata partecipazione alla dimensione globale e la chiave del nostro futuro. Perché il domani non aspetta. Sappiamo che sul terreno della condizione economica e sociale, non mancano sfide come l’inflazione, indotta anzitutto dai rincari dell’energia e delle materie prime. Non possiamo permetterci di sbagliare: i due terzi della domanda, dipendono in Italia dai consumi delle famiglie. A loro dobbiamo guardare”.

Attualità

Accordo Campania-Toscana su riutilizzo beni confiscati alla criminalità. De Luca: “Atto importante”

Pubblicato

il

CAMPANIA – Quest’oggi la giunta regionale campana ha fatto i punto della situazione sull’accordo con la Regione Toscana circa il riutilizzo dei beni confiscati alla criminalità. Tra i primi ad esprimersi sulla vicenda è stato il Presidente Vincenzo De Luca.

“Un atto importante – afferma De Luca tramite i suoi canali social – che ci riavvicina al sacrificio di uomini che hanno combattuto la mafia e la camorra, in larga misura meridionali, come Pio La Torre, Livatino, Peppino Impastato, Falcone, Borsellino. Uomini che sapevano di essere in qualche misura condannati a morte ma che hanno combattuto lo stesso per affermare i nostri valori di legalità e democrazia. A loro dobbiamo rendere onore facendo sì che i beni che ci derivano dai sequestri alla delinquenza organizzata possano avere una funzione produttiva” – conclude il Presidente.

Continua a leggere

Attualità

Napoli, Sindaco Manfredi e Vicesindaco Filippone al convegno ‘La Sfida: costruire il sistema educativo integragto 0-6′”

Pubblicato

il

La vera sfida che hanno davanti il Paese, il Sud e Napoli è quella educativa che si vince con le risorse ma anche con un nuovo modello di cooperazione e coprogettazione tra pubblico e privato”. Lo ha detto il Sindaco di Napoli, Gaetano Manfredi, intervenuto con la Vice Sindaco Mia Filippone al convegno ‘La sfida: costruire il sistema educativo integrato 0-6’ promosso dal Gruppo nazionale Nidi e infanzia e dal Comune di Napoli in collaborazione della Fondazione Foqus e  Zeroseiup. 

“Tutti i dati ci dicono che una precoce scolarizzazione riduce enormemente il rischio della successiva dispersione scolastica – ha osservato Manfredi – Purtroppo nella nostra città l’offerta di questo segmento è molto ridotta perché negli ultimi anni si è investito poco nel Mezzogiorno e in particolare nella nostra città. C’è dunque la necessità di un investimento significativo su questo fronte”.

Educazione anche come importante strumento di contrasto alla diffusione del fenomeno della violenza giovanile. ”Solo così – ha osservato il Sindaco – saremo in grado di fronteggiare questi fenomeni di violenza, di dispersione scolastica e anche di abbandono dei minori“.

Continua a leggere

Attualità

Covid, Campania: questo il bollettino di oggi, 21 maggio 2022

Pubblicato

il

CAMPANIA – Questo il bollettino dell’unità di crisi della Regione Campania riguardante i dati della pandemia da Covid-19 sul territorio regionale (dati aggiornati alle 23.59 di ieri).

Positivi del giorno: 2.626 di cui: Positivi all’antigenico: 2.343Positivi al molecolare: 283Test: 19.955di cui: Antigenici: 14.591 Molecolari: 5.364

Deceduti: 5 (*)(*) nelle ultime 48 ore; 7 deceduti in precedenza ma registrati ieri. Report posti letto su base regionale: Posti letto di terapia intensiva disponibili: 585Posti letto di terapia intensiva occupati: 33 Posti letto di degenza disponibili: 3.160 (*)Posti letto di degenza occupati: 502

(*) Posti letto Covid e Offerta privata.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante