NAPOLI – “Questa scritta sarà tolta quando ci toglieranno il debito ingiusto”: così il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha presenziato alle operazioni di allestimento di un nuovo grande striscione calato sulla facciata di palazzo San Giacomo in previsione della manifestazione di domani.

Il telo, calato dal terzo piano del municipio, farà da sfondo al palco già allestito in piazza dove sono attesi domattina i sostenitori della contesa che il sindaco di Napoli ha intrapreso con il Governo per chiedere che sia il cancellato il debito di decine di milioni contratto da amministrazioni precedenti.

In mattinata il sindaco era intervenuto sull’argomento definendo “usura di Stato” quanto richiesto alle casse comunali: “Un debito che, se costretti ad onorarlo, inciderebbe negativamente sui servizi erogati da questo comune e, di riflesso, sull’economia di ogni cittadino napoletano”. ANSA

Rispondi