Resta sintonizzato

POLITICA

Monologo di una donna

Pubblicato

il

Quando ti ho visto la prima volta, un po’ mi sono spaventata. La tua aria tirata, quel tuo ergerti come un seme che rompe la terra e pretende il cielo, il tuo sorriso ironico che non smettesti mai, nemmeno quando, ormai sazio di desiderio, chinasti la testa vinto dalla fatica e pago, a tuo giudizio, del buon lavoro fatto.

E’ vero, ti avevo già visto su qualche rivista, in video, qualche volta disegnato sui muri della scuola, ma vederti dal vivo è stata tutta un’altra cosa.

Le mie amiche, quelle che avevano già avuto l’occasione di avere a che fare con te, mi avevano detto che eri un tipo sfacciato che, senza troppi preamboli, eri capace di entrare subito nella situazione, sempre che questa te lo avesse permesso. Ma se anche non avessi avuto un consenso deliberato, avresti tentato ugualmente di penetrare negli oscuri meandri a cui ogni mente maschile ambisce.

Fallo, fallo ancora, ti dissi quando di tipi come te ne avevo conosciuto già a decine. Alcuni, a dire la verità, avrei dovuto evitarli, tanto erano mesti e chini, tarchiati o ricurvi su se stessi, e non per la fatica, te lo assicuro. Mi piacque la tua aria strafottente, o forse fottente, il tuo rialzarti quasi subito se solo ti sfioravo con le dita, quando i miei baci davano il via a lamentazioni che il profeta Geremia al cospetto era un principiante.

Desiderai averti, eppure quando mi venivi offerto all’improvviso negavo di aprirmi, e il fuoco del desiderio si spegneva nell’attimo in cui mancava l’umida essenza che ti permetteva di crescere ancora di più, di forzare la strada della passione, di addentrarti nel mistero del piacere, di uscirne e entrarne a tuo piacimento, due, dieci, mille volte, fino a quando quel continuo andirivieni ti faceva girare la testa e vomitare.

Sentivo un rantolo quando accadeva… udivo un gemito… e tu, testa di cazzo, istantaneamente, ti rovesciavi sul flaccido addome e riposavi come un guerriero dopo l’ennesima e inutile battaglia, di una guerra che non vincerai mai, perché senza di me resti un verme moscio senza testa ne’ coda.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Definite le commissioni al Parlamento europeo: l’Italia perde una presidenza

Pubblicato

il

Sono state definite le presidenze e le vicepresidenze di tutte le commissioni dell’Eurocamera. E per l’Italia, rispetto alla precedente legislatura, c’è una novità non marginale: la perdita di una presidenza.

Alla guida della commissione Affari Costituzionali, infatti, non è stato confermato l’eurodeputato di FI Salvatore De Meo, destinato – ma la carica deve essere ufficializzata, alla Plenaria di settembre a Strasburgo – a presiedere la delegazione dei Rapporti con la Nato. L’Italia ha incassato quindi una sola presidenza di Commissione, con Antonio Decaro all’Ambiente. Il capo delegazione M5S Pasquale Tridico, invece, è stato eletto alla guida della sottocomissione agli Affari Fiscali. E’ la Germania, tra i Paesi membri, a conquistare il maggior numero di presidenze, sei. La Spagna incassa la guida di tre commissioni. Due le presidenze alla Polonia. A Varsavia anche una sottocommissione, quella alla Salute con il popolare Adam Jarubas. La Francia incassa la commissione Affari Economici. Il Belgio ottiene la guida della commissione Bilanci, la Repubblica Ceca la commissione Agricoltura, sempre del gruppo dei Conservatori. Alla Finlandia va la commissione Lavoro, mentre la Grecia incassa la guida dei Trasporti.. All’Irlanda la guida della commissione Sviluppo. Alla Romania la commissione Regioni. La Bulgaria infine ottiene la guida della commissione Affari Legali.

Continua a leggere

Avellino

Comune Chiusano di San Domenico (Av), nominato commissario prefettizio Gamerra dopo decadenza sindaco De Angelis

Pubblicato

il

Il prefetto di Avellino, Rossana Riflesso, ha nominato il vice prefetto Rosanna Gamerra commissario prefettizio del comune di Chiusano san Domenico, il cui consiglio comunale è stato sciolto in seguito alla decadenza del sindaco, Carmine De Angelis, determinata dalle dimissioni di sei consiglieri comunali.

Gamerra gestirà l’ordinaria amministrazione fino alle prossime elezioni.

De Angelis, vice segretario regionale di Forza Italia, era stato eletto per la terza volta consecutiva nel comune irpino che conta meno di 2.300 abitanti. Decisive le dimissioni di tre consiglieri comunali della maggioranza che si sono aggiunte a quelle dei tre consiglieri di opposizione. “Negli ultimi dieci anni – scrive in una nota il commissario provinciale di Forza Italia, Angelo Antonio D’Agostinola comunità ha avuto in de Angelis una guida che ha sempre dato prova di notevoli capacità amministrative e di grande lungimiranza: la decisione ingiustificabile dei consiglieri dimissionari si tradurrà in una penalizzazione dell’intera comunità”. D’Agostino, nell’esprimere solidarietà a De Angelis, si dice certo chegli elettori lo riconfermeranno alla guida della comunità non appena sarò loro consentito di tornare al voto”.

Continua a leggere

Politica

Parlamento europeo, Nicola Zingaretti eletto capodelegazione Pd

Pubblicato

il

Nicola Zingaretti è stato eletto capodelegazione Pd al Parlamento europeo e Alessandra Moretti vice capodelegazione.

Entrambi sono stati eletti per acclamazione. Il capodelegazione uscente del Partito democratico, Brando Benifei, prenderà la presidenza della delegazione Ue-Usa dell’Eurocamera.

(fonte: Ansa)

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante - info@minformo.com - Privacy Policy