Resta sintonizzato

Senza categoria

Monologo di una donna

Pubblicato

il

Quando ti ho visto la prima volta, un po’ mi sono spaventata. La tua aria tirata, quel tuo ergerti come un seme che rompe la terra e pretende il cielo, il tuo sorriso ironico che non smettesti mai, nemmeno quando, ormai sazio di desiderio, chinasti la testa vinto dalla fatica e pago, a tuo giudizio, del buon lavoro fatto.

E’ vero, ti avevo già visto su qualche rivista, in video, qualche volta disegnato sui muri della scuola, ma vederti dal vivo è stata tutta un’altra cosa.

Le mie amiche, quelle che avevano già avuto l’occasione di avere a che fare con te, mi avevano detto che eri un tipo sfacciato che, senza troppi preamboli, eri capace di entrare subito nella situazione, sempre che questa te lo avesse permesso. Ma se anche non avessi avuto un consenso deliberato, avresti tentato ugualmente di penetrare negli oscuri meandri a cui ogni mente maschile ambisce.

Fallo, fallo ancora, ti dissi quando di tipi come te ne avevo conosciuto già a decine. Alcuni, a dire la verità, avrei dovuto evitarli, tanto erano mesti e chini, tarchiati o ricurvi su se stessi, e non per la fatica, te lo assicuro. Mi piacque la tua aria strafottente, o forse fottente, il tuo rialzarti quasi subito se solo ti sfioravo con le dita, quando i miei baci davano il via a lamentazioni che il profeta Geremia al cospetto era un principiante.

Desiderai averti, eppure quando mi venivi offerto all’improvviso negavo di aprirmi, e il fuoco del desiderio si spegneva nell’attimo in cui mancava l’umida essenza che ti permetteva di crescere ancora di più, di forzare la strada della passione, di addentrarti nel mistero del piacere, di uscirne e entrarne a tuo piacimento, due, dieci, mille volte, fino a quando quel continuo andirivieni ti faceva girare la testa e vomitare.

Sentivo un rantolo quando accadeva… udivo un gemito… e tu, testa di cazzo, istantaneamente, ti rovesciavi sul flaccido addome e riposavi come un guerriero dopo l’ennesima e inutile battaglia, di una guerra che non vincerai mai, perché senza di me resti un verme moscio senza testa ne’ coda.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Campania zona arancione. L’ Rt scende a 0,85.

Pubblicato

il

Nelle ultime ore in Campania si è registrato una lieve diminuzione dei contagi da Covid-19. Oggi pomeriggio, Il Governatore della Regione Campania terrà il consueto discorso per chiarire le dinamiche per la prossima settimana.

Altre regioni, invece, hanno indici di Rt molto più bassi quasi da zona gialla come Lombardia, Lazio, Liguria, Veneto, Piemonte, Abruzzo, Emilia Romagna, Marche, Molise e Umbria , mentre resteranno ancora zona rossa la regioni Sardegna, Valle D’Aosta e Puglia.

Si aspettano aggiornamenti e le nuove direttive per le riaperture delle categorie economiche come: parrucchieri, barbieri, negozi di abbigliamento e ristoranti.

Continua a leggere

Afragola

Uomo armato ad Afragola. Interviene la Polizia.

Pubblicato

il

Ieri pomeriggio gli agenti del Commissariato di Afragola, durante il servizio di controllo del territorio, su disposizione della Centrale Operativa sono intervenuti in via Amendola ad Afragola per la segnalazione di una persona armata in strada.


I poliziotti, giunti sul posto, hanno individuato e bloccato l’uomo trovandolo in possesso di un revolver Harrington & Richardson Arms Company non censito cal. 7,65 Browning, di 2 cartucce e di un bossolo dello stesso calibro.


Gennaro Aristarco, 31enne napoletano con precedenti di polizia, è stato arrestato per porto di arma clandestina e ricettazione.

Continua a leggere

Cronaca

Dramma di Pasquetta: uomo avvolto dalle fiamme durante una grigliata

Pubblicato

il

Un grave incidente domestico è avvenuto ieri, lunedì 5 aprile, in provincia di Salerno, a San Cipriano Picentino.

Un uomo di 50 anni è stato infatti avvolto dalle fiamme durante la grigliata di Pasquetta.

A causa di un “ritorno di fiamma” il 50enne è ricoverato in condizioni molto gravi presso il Centro Grandi Ustionati dell’Ospedale Cardarelli di Napoli.

Secondo una prima ricostruzione l’uomo si apprestava ad accendere il fuoco per il barbecue per la classica grigliata del lunedì di pasquetta, quando in pochi attimi, a causa del ritorno di fiamma, è stato avvolto dal fuoco.

I familiari hanno provato a spegnere le fiamme utilizzando coperte e hanno richiesto con urgenza l’intervento di un’ambulanza.

L’uomo è stato trasportato d’urgenza all’ospedale di Ruggi di Salerno, ma a causa delle gravi ustioni su più del 50% del corpo i medici hanno deciso il trasferimento in eliambulanza al reparto grandi ustionati dell’ospedale Cardarelli di Napoli.

Il 50enne si trova ora ricoverato al reparto grandi ustioni in gravissime condizioni.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante