Resta sintonizzato

Cardito

CARDITO. Il sindaco Cirillo passa per evasore a causa di un errore della Sogert

Pubblicato

il

CARDITO – Immaginiamo per un attimo che il sindaco Cirillo fosse solo Peppe Cirillo un semplice cittadino carditese che nella velocità del proprio tempo a disposizione si sarebbe dimenticato di pagare l’Imu sulla propria casa, certamente possiamo asserire con convinzione che non sarebbe mai apparso sulle pagine di un giornale rinomato come Cronache di Napoli.

Ma il motivo per il quale sia uscita questa notizia, non è neanche da ascrivere al fatto che un sindaco evasore faccia notizia, poiché di politici che evadono il fisco in Italia ne siamo pieni e il fatto stesso non fa neanche più notizia, siamo sicuri che la dedica fatta dal cartaceo stamattina al sindaco carditese, sia da ascrivere al fatto che alcuni politici nostrani tessono rapporti fitti con alcuni giornalisti locali, e che il disegno di attaccare un politico sul piano personale quando si è incapaci di contrastarlo con fatti e contenuti, a Cardito è più vivo che mai. Ma veniamo ai fatti.

La notizia che sbatte Cirillo in prima pagina nell’edizione odierna di “Cronache” e che lo fa apparire come un evasore è vera in parte e l’altra parte non verificata – cosa che un bravo giornalista è tenuto a fare – che mette in discussione la direzione di una firma autoreveole come quella di Gianluca Rocca.

Praticamente a verificare le retribuzioni dell’Imu per il Comune di Cardito è la So.Ge.R.T. S.p.A. società privata preposta all’attività di accertamento e recupero dell’evasione tributaria per l’ente a nord di Napoli. In una prima verifica fatta dalla società privata ne è scaturito un elenco di cittadini carditesi che secondo quest’ultima risultano essere inadempienti, anche in parte, della rata IMU e tra i quali spiccano i nomi del sindaco Cirillo e della moglie dell’assessore Giangrande.

Facendo opportune verifiche sulla posizione del sindaco Cirillo, visto che oggi è stato assurto agli “onori della cronaca” abbiamo scoperto che in realtà quelle somme segnalate dalla So.Gert. il sindaco Cirillo non è tenuto a versarle poiché non sono stati applicati i benifici “prima casa”.

In poche parole il nome di Giuseppe Cirillo, da verifiche effettuate – quelle che sono mancate al giornale che ha stampato la notizia sull’evasione – è presente su quella lista per un mero errore di software della So.Ge.R.T. S.p.A.

Tanto è vero che fatte le verifiche all’interno del settore Tributi del Comune di Cardito, il dirigente Dr. Enrico Chianese ha inviato una missiva alla So.Ge.R.T. S.p.A. dove ha chiesto la revisione delle risultanze dei controlli per le annualità 2013-2014-2015 e 2016 per tutti quei cittadini riportati nell’elenco e che per la tutela della privacy non potevano essere pubblicati i nomi, e l’attivazione delle procedure di autotutela, ove necessario, al fine di intervenire sugli atti illegittimi. Non solo, il tecnico dei Tributi ha invitato anche la ditta sopra citata a fornire l’elenco di eventuali errori e degli atti ritenuti non corretti, in maniera tale da stralciare quelle posizioni dagli elenchi per attivare le procedure di competenza.

Vi terremo aggiornati sulle risposte ottenute dalla So.Ge.R.T. S.p.A.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cardito

Cardito: detiene armi in casa, arrestato 22enne

Pubblicato

il

Ieri sera gli agenti del Commissariato di Afragola e del Reparto Prevenzione Crimine Campania hanno effettuato un controllo presso l’abitazione di un uomo in via Salvator Rosa a Cardito dove hanno rinvenuto, dietro la cassettiera della camera da letto, una pistola “Usp Compact” cal. 9×19 con 8 cartucce, una pistola “Beretta” con 7 cartucce, entrambe con matricola abrasa, e 5 bustine contenenti 4,5 grammi circa di marijuana.
G.A., 22enne di Cardito, è stato arrestato per detenzione di armi clandestine e relativo munizionamento ed è stato altresì sanzionato amministrativamente per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale.

Continua a leggere

Cardito

Cardito: Evento d’arte “Stracci al Vento …di Pace” al Parco Taglia

Pubblicato

il

Si terrà a Cardito (Na), nella splendida cornice del Parco Taglia, dal 24 aprile al 1 maggio, la “V edizione” dell’evento internazionale d’arte contemporanea “Stracci al Vento…di Pace” – contro tutte le guerre di Enzo Marino. Saranno esposte oltre 200 opere provenienti da 40 diversi paesi del mondo.

La mostra è stata curata dai FREE INTERNATIONAL ARTISTS ed è stata organizzata dall’associazione “IncontriAMOci Strada Facendo” e dalla cooperativa Madre, con il patrocinio del Comune di Cardito.
“Artisti provenienti da ogni parte del mondo hanno voluto stendere la propria arte al vento come stracci al sole. Si è pensato ad un progetto che racchiudesse e conciliasse diversi aspetti: dalla natura all’arte figurativa, fino alla musica. – ha sottolineato il maestro Enzo Marino – La fusione dei manufatti artistici umani con la bellezza del Creato ha il significato di riavvicinare l’uomo alla “natura” in un libero e nuovo concetto di armonia universale …”

Entusiasta il sindaco di Cardito, l’ing. Giuseppe Cirillo: “Un evento unico in Italia, che unisce uomini di etnie e culture diverse, e soprattutto avvicina la città di Cardito al resto del mondo. Il nostro Parco Taglia diventerà dal 24 aprile al 1 maggio un museo a cielo aperto e i visitatori potranno perdersi tra le centinaia di opere d’arte che sventoleranno lungo i viali del parco”.

Nella giornata inaugurale, prevista per il prossimo 24 aprile, il sindaco Giuseppe Cirillo, alle ore 10.30, aprirà la kermesse culturale e gli Studenti della sezione Turistico dell’I.T.S. “Emilio Sereni” accompagneranno i visitatori in un tour illustrativo delle opere. All’inizio della mattinata ci saranno effetti d’impatto e di accoglienza e una performance di danza realizzata dalla scuola “Heart Ballet” e il concerto del GUD Jazz Trio con Giovanni Bennato, piano, Umberto Papa, drums e Diego Guglielmo Marino, bass che faranno vivere ai visitatori un’atmosfera magica. Non mancheranno momenti di intrattenimento nello spirito della convivialità e dell’inclusione con la dott.ssa Assunta Improta di Casa Impresa Benessere – Asl Napoli 2 Nord Area Arte Terapia, con l’artista Omar Mohamed che creerà opere dal vivo e con i lavori sperimentali degli studenti del Liceo artistico di Cardito .

Alle ore 11:00 del 25 aprile, invece, i visitatori potranno ascoltare il concerto di “piano live” del maestro Vincenzo De Luca e il 1° maggio il concerto dell’artista jazz Gianfranco Coppola.
Sui prati saranno allestite installazioni degli artisti Maria Rachele Branca, Alfonso Coppola, Donato Ruggiero, Carla Sello, Nicola Villano, Luigi Caserta, Roberto Di Benedetto, Tommaso Arcella, Mimmo Fabozzi, Giovanni Valletta, Manuel Olivares, Dalia Maglione, Angelina Di Bonito.
L’accesso alla mostra è gratuito e sarà possibile fruire delle opere tutti i giorni dal 24 aprile al 1 maggio 2022, dalle ore 10.30 alle 19.00.

Continua a leggere

Cardito

Cardito, Angela Visone presenta il primo libro “Fino all’ultimo respiro” al Palazzo Mastrilli

Pubblicato

il

Domenica 3 aprile a Cardito, alle ore 10.30 presso la sala consiliare di Palazzo Mastrilli Angela Visone, sociologa ed ex insegnante, illustrerà il primo libro che ha scritto, intitolato “Fino all’ultimo respiro”, volume già giunto alla ristampa e presente allo scorso Salone Internazionale del libro di Torino e alla fiera di Palazzo Reale a Napoli.

L’opera letteraria, uscita nelle librerie ed acquistabile facilmente su internet da marzo 2020, racconta una storia di violenze fisiche e soprattutto psicologiche sulle donne, argomento purtroppo in special modo oggi molto attuale.

“Il messaggio che il libro vuole lanciare è quello di far riflettere, di spronare a dare fiducia a tutte quelle donne che vivono in situazioni del genere, affinchè si riconoscano ed abbiano la forza ed il coraggio di denunciare, perché nessuna donna si senta sola”.

Fra gli interventi, moderati dallo scrittore Pietro Santoro, previsti il saluto del sindaco di Cardito Giuseppe Cirillo, del magistrato Francesco Soviero, procuratore aggiunto presso la Procura della Repubblica di Salerno, esperto di reati riguardanti le cosiddette “fasce deboli”, del giornalista Francesco Celiento, dell’editore Lello Lucignano e della docente Nadia Peschechera, vicepresidente dell’associazione “Daphne”.

Continua a leggere
Pubblicità
Pubblicità

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante