Resta sintonizzato

Cardito

CARDITO. Il sindaco Cirillo passa per evasore a causa di un errore della Sogert

Pubblicato

il

CARDITO – Immaginiamo per un attimo che il sindaco Cirillo fosse solo Peppe Cirillo un semplice cittadino carditese che nella velocità del proprio tempo a disposizione si sarebbe dimenticato di pagare l’Imu sulla propria casa, certamente possiamo asserire con convinzione che non sarebbe mai apparso sulle pagine di un giornale rinomato come Cronache di Napoli.

Ma il motivo per il quale sia uscita questa notizia, non è neanche da ascrivere al fatto che un sindaco evasore faccia notizia, poiché di politici che evadono il fisco in Italia ne siamo pieni e il fatto stesso non fa neanche più notizia, siamo sicuri che la dedica fatta dal cartaceo stamattina al sindaco carditese, sia da ascrivere al fatto che alcuni politici nostrani tessono rapporti fitti con alcuni giornalisti locali, e che il disegno di attaccare un politico sul piano personale quando si è incapaci di contrastarlo con fatti e contenuti, a Cardito è più vivo che mai. Ma veniamo ai fatti.

La notizia che sbatte Cirillo in prima pagina nell’edizione odierna di “Cronache” e che lo fa apparire come un evasore è vera in parte e l’altra parte non verificata – cosa che un bravo giornalista è tenuto a fare – che mette in discussione la direzione di una firma autoreveole come quella di Gianluca Rocca.

Praticamente a verificare le retribuzioni dell’Imu per il Comune di Cardito è la So.Ge.R.T. S.p.A. società privata preposta all’attività di accertamento e recupero dell’evasione tributaria per l’ente a nord di Napoli. In una prima verifica fatta dalla società privata ne è scaturito un elenco di cittadini carditesi che secondo quest’ultima risultano essere inadempienti, anche in parte, della rata IMU e tra i quali spiccano i nomi del sindaco Cirillo e della moglie dell’assessore Giangrande.

Facendo opportune verifiche sulla posizione del sindaco Cirillo, visto che oggi è stato assurto agli “onori della cronaca” abbiamo scoperto che in realtà quelle somme segnalate dalla So.Gert. il sindaco Cirillo non è tenuto a versarle poiché non sono stati applicati i benifici “prima casa”.

In poche parole il nome di Giuseppe Cirillo, da verifiche effettuate – quelle che sono mancate al giornale che ha stampato la notizia sull’evasione – è presente su quella lista per un mero errore di software della So.Ge.R.T. S.p.A.

Tanto è vero che fatte le verifiche all’interno del settore Tributi del Comune di Cardito, il dirigente Dr. Enrico Chianese ha inviato una missiva alla So.Ge.R.T. S.p.A. dove ha chiesto la revisione delle risultanze dei controlli per le annualità 2013-2014-2015 e 2016 per tutti quei cittadini riportati nell’elenco e che per la tutela della privacy non potevano essere pubblicati i nomi, e l’attivazione delle procedure di autotutela, ove necessario, al fine di intervenire sugli atti illegittimi. Non solo, il tecnico dei Tributi ha invitato anche la ditta sopra citata a fornire l’elenco di eventuali errori e degli atti ritenuti non corretti, in maniera tale da stralciare quelle posizioni dagli elenchi per attivare le procedure di competenza.

Vi terremo aggiornati sulle risposte ottenute dalla So.Ge.R.T. S.p.A.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Attualità

Cardito. Solidarietà e Inclusione al Parco Taglia: parte il progetto “SISSI” con il sostegno del Csv Napoli

Pubblicato

il

L’Associazione di volontariato “Nuova Solidarietà” ha inaugurato un ciclo di attività di animazione territoriale per giovani, famiglie e anziani, che saranno realizzate nei mesi estivi all’interno del Parco Taglia di Cardito.

L’iniziativa è promossa nell’ambito di “SISSI”, un progetto di integrazione, aggregazione e solidarietà tra generazioni, sostenuto dal CSV Napoli attraverso l’avviso pubblico Le Comunità Solidali.

Inoltre, è stata inaugurata una pista da ballo professionale che darà il via alle serate danzanti del venerdì, del sabato e della domenica.

Presenti all’evento all’evento, oltre alle realtà di Terzo settore coinvolte nel progetto e alla cittadinanza, Giuseppe Cirillo sindaco di Cardito, Nicola Caprio, presidente di CSV Napoli e alcuni esponenti della giunta comunale.

Continua a leggere

Cardito

Napoli. Muore Assistente Capo Gennaro Pentella originario di Cardito

Pubblicato

il

La mortre dell’Assistente Capo, Gennaro Pentella ha shockato la Polizia Penitenziaria e il carcere di Poggioreale.

Gennaro Pentella aveva 53 anni ed era originario di Cardito. Il segretario Aldo di Giacomo ha dichiarato:“La vita di Gennaro, già segnata tristemente da alcune perdite avvenute nel corso dei mesi precedenti, spezzata da una malattia sopraggiunta da alcune settimane. Contro la cui non è stata possibile alcuna resistenza. Dolore immenso per la morte di Gennaro: a perdere la vita è un altro servitore dello Stato, una persona sempre disponibile per i colleghi ed un esempio nel difficile lavoro che svolgono i poliziotti penitenziari”

Continua a leggere

Cardito

Cardito. Cirillo aderisce all’iniziativa per Mario Paciolla

Pubblicato

il

Cirillo e tutta la citta di Cardito aderirà all’iniziativa per Mario Paciolla. Il Sindaco di Cardito ha incontrato in mattinata i genitori di Mario, come è stato postato sui social di Cirillo.

“Buongiorno a tutti,stamattina, dal balcone del palazzo comunale, pende uno striscione per chiedere giustizia per il cooperante Mario Paciolla, morto in Colombia nel corso di una missione per conto dell’ONU.Il direttore del giornale “Cogito” Antonio Iazzetta mi ha proposto di aderire alle iniziative per il 33enne e ben volentieri ho deciso di sostenerlo. La morte di Mario lascia tanti interrogativi aperti e occorre tenere accesi i riflettori su tutta la vicenda. L’incontro di stamattina con Pino e Anna, genitori di Mario, tende proprio a questo: chiediamo ad alta voce verità e giustizia, assicurando fin da subito l’appoggio e la vicinanza di tutta la città di Cardito. Non siete soli!”

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante