Controlli dei Carabinieri Forestali a Napoli per garantire la messa in vendita di prodotti alimentari tracciabili e per scongiurare eventuali incendi.

Macellerie e supermercati sono stati al centro di ispezioni effettuate per scongiurare la messa in vendita di prodotti alimentari di origine sconosciuta o falsificata di quelli maggiormente consumati nel periodo pasquale, cioè carne ovi-caprine e uova.

Sono stati sequestrati 277 chili di carne per inosservanza dell’obbligo di garantire la rintracciabilità degli alimenti e per frode nell’esercizio del commercio; comminate sanzioni per 8.000 euro.

Per la giornata di Pasquetta è stata prevista l’intensificazione dei servizi di vigilanza nelle aree naturalistiche della Città Metropolitana maggiormente interessate da afflussi turistici e pic-nic.

Si vogliono prevenire illeciti ambientali e deturpazione di beni naturalistici e ambientali nonchè scongiurare incendi boschivi scaturiti da accensione di fuochi improvvisati in aree boscate e parchi.

(ANSA)

LASCIA UN COMMENTO