Resta sintonizzato

Cronaca

Napoli. Multati due 20enni: “Volevamo solo giocare a calcio!”

Pubblicato

il

Dopo l’episodi di domenica scorsa quando dei ragazzini sono stati ripresi in Piazza Mercato, nel primo giorno di zona rossa, a giocare a pallone, questa volta le forze dell’ordine non hanno esitato ad intervenire.

E’ così che due ragazzi, uno di 21 e l’altro di 23 anni sono stati individuati e multati. L’episodio è avvenuto nel pomeriggio di ieri, mercoledì 18 novembre.

I Carabinieri della Compagnia Stella, dopo una segnalazione giunta dai cittadini della zona, sono intervenuti in Piazza Mercato.

Qui hanno trovato una decina di ragazzi a giocare a calcio, gran parte dei quali sono riusciti a fuggire. Due di loro però sono stati identificati e sanzionati secondo quanto previsto dalla normativa anticontagio e le due porte, utilizzate per la partita, sono state sequestrate.

Continua a leggere
Pubblicità
Clicca per commentare

Rispondi

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Cronaca

Omicidio-suicidio nel Veneziano: uomo ferisce l’ex moglie e poi si toglie la vita

Pubblicato

il

Violenza di genere nel Veneziano, presso l’abitazione di Torre di Mosto, dove Michele Beato, 56enne ex guardia giurata, ha prima tentato di uccidere l’ex moglie, Rosa Silletti, 51 anni, per poi togliersi la vita con una balestra.

Stando ad una prima ricostruzione, dopo la separazione, la donna si era trasferita nel comune vicino di San Stino di Livenza, ma quel giorno si era recata al suo lavoro di addetta alle pulizie, presso un negozio di barbiere di Torre di Mosto. Tuttavia, l’ex marito, l’avrebbe aspettata fuori dall’esercizio commerciale, per poi colpirla dopo che ella era salita in auto.

Convinta di averla uccisa, Beato si sarebbe diretto verso casa, togliendosi la vita nel suo garage. Al momento, la donna è sotto osservazione in ospedale. Indagini in corso!

Continua a leggere

Cronaca

Follia a Varcaturo, si rifiuta di pagare il conto al ristorante e minaccia di morte il titolare: arrestato

Pubblicato

il

Attimi di follia nel pomeriggio di ieri, presso un lido balneare in via Marina di Varcaturo a Giugliano, dove un cliente ha dato in escandescenze per futili motivi.

In particolare, l’uomo aveva consumato un pasto insieme alla famiglia, presso il ristorante dello stabilimento, per poi tornare in spiaggia senza pagare il conto. A quel punto, il titolare ha chiesto spiegazioni all’uomo, il quale ha iniziato a inveire contro di lui e poi a minacciarlo di morte con un coltello, asserendo di appartenere ai clan criminali della zona.

Tuttavia, sono intervenuti sul posto gli agenti del Commissariato Giugliano-Villaricca, che non senza difficoltà, sono riusciti a bloccare l’aggressore rinvenendo il coltello con il quale aveva perpetrato la minaccia. Si tratta di un 44enne napoletano con precedenti di Polizia, arrestato per tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso, minacce e resistenza a Pubblico Ufficiale, nonché per porto d’armi od oggetti atti ad offendere.

Continua a leggere

Cronaca

Dramma in spiaggia, fulmine si abbatte su un’intera famiglia: grave un uomo

Pubblicato

il

Un vero e proprio fulmine a ciel sereno potremmo dire, anche se di sereno c’è ben poco. I fatti, sono avvenuti a Soverato, in provincia di Catanzaro, dove un fulmine si è abbattuto sulla spiaggia durante un temporale. Pertanto, ha colpito un intero nucleo familiare, composto da 4 persone, tra cui un uomo ricoverato in gravi condizioni presso l’ospedale ‘Pugliese Ciaccio’ di Catanzaro. Invece, gli altri componenti della famiglia, tra cui il figlioletto di 6 anni, sono anch’essi ricoverati nella stessa struttura, ma in condizioni meno critiche.

Sul posto, sono intervenuti i sanitari del 118 e i carabinieri. La famiglia colpita è originaria di Bergamo, e si trovava in vacanza a Soverato.

Continua a leggere

Popolari

Copyright © 2020 Minformo - Testata giornalistica reg. 20/2016 Tribunale Napoli Nord - Direttore Responsabile Mario Abenante